SONDAGGIO ELEZIONI POLITICHE 2018

DIMISSIONI PRESIDENTE

Si rende noto che, lo scorso 20 dicembre, il Presidente del Movimento del Buonsenso, Elisabetta Beggio, si è dimesso ufficialmente dopo 2 anni e mezzo di mandato, per ragioni personali. La ringraziamo per il lavoro svolto e le auguriamo un buon proseguimento. Le nostre attività tuttavia non si fermano! Continueremo a lavorare e a lottare con un solo obiettivo: migliorare Padova e la sua vivibilità! Lo faremo con la determinazione e l’entusiasmo che ci hanno sempre contraddistinti, mettendo al centro i padovani e le loro idee. Oggi più che mai uniti sotto la bandiera del Buonsenso! Nell’attesa di nuove elezioni interne, l’Associazione continuerà ad essere retta dal Consiglio Direttivo in carica.

PADOVA, LA FURIA DEL CLANDESTINO CONTRO DUE ANZIANI E UN CANE NELL’INDIFFERENZA DEI PASSANTI

Essalihi Tarik, 40 anni, marocchino con il permesso di soggiorno scaduto quattro anni fa, senza fissa dimora, è il farabutto che ieri all’ora di pranzo ha aggredito un’anziana e il suo cane in via Altinate. A quanto pare la settantenne lo avrebbe rimproverato per averla quasi investita con la bici sul marciapiede. Una frase del tipo “Impara l’educazione” che ha scatenato la furia cieca del clandestino. Sempre lui ha preso a calci, pugni e testate un pensionato di 65 anni che aveva visto tutto e che ha avuto il coraggio di provare a fermarlo. Molte persone hanno assistito alla scena, ma sono rimaste ferme. Come se fossero davanti ad uno spettacolo. Nessuno è intervenuto o ha pensato di chiamare la polizia. Ha dovuto farlo la moglie della vittima, sotto shock per quanto stava accadendo. La polizia l’ha arrestato con l’accusa di lesioni gravi e maltrattamento di animali. E ora? Per noi esiste una sola soluzione: ESPULSIONE IMMEDIATA E GALERA NEL PAESE D’ORIGINE!

PIACENZA, CARABINIERE ACCERCHIATO E PESTATO DAI MANIFESTANTI DEI CENTRI SOCIALI

Si definiscono “antifascisti” ma sono i primi a non rispettare la liberà di pensiero altrui e ad utilizzare la violenza per imporre le proprie idee.
La nostra solidarietà al carabiniere selvaggiamente pestato ieri pomeriggio a Piacenza da un gruppo di manifestanti dei centri sociali.
Questi DELINQUENTI vanno identificati e puniti severamente con parecchi anni di carcere! Una condanna durissima che sia da monito per tutti i loro compari sparsi per l’Italia! #pugnodiferro #tolleranzazero

VERI PROFUGHI? SOLO IL 4%!

Di quali altre conferme abbiamo bisogno? Auspichiamo che il nuovo governo inauguri una ferrea politica di espulsioni e respingimenti. Stop all’immigrazione incontrollata! Voi che ne pensate?

GIORNO DEL RICORDO

Ossa spezzate,
atroci agonie,
l’uomo ha superato Caino.
Come bestie torturate,
legati ai polsi con vile fil di ferro,
gettati ancor vivi nell’oscurità.
Massacro senza limiti,
sterminio,
carneficina,
eccidio,
genocidio,
inumani vendette,
stragi e rappresaglie
coperte da anni e anni di silenzio
per politiche infami.

Fabio Magris, Poesia sulle foibe

ALCUNE PROPOSTE PER RILANCIARE LA NATALITÀ IN ITALIA

In Italia nascono sempre meno bambini, la popolazione invecchia e aumenta il numero degli stranieri. Invertire questo trend negativo deve essere una priorità per il nuovo governo. Cosa può fare la politica? Ad esempio istituire asili nido gratuiti e aperti fino a sera per tutto l’anno, azzerare l’IVA sui prodotti per la prima infanzia come i pannolini e il latte in polvere, incentivare le imprese che aprono asili nido aziendali e assumono neomamme, sostenere economicamente i genitori con assegni familiari per i primi anni di vita del bambino. Insomma, soluzioni concrete, efficaci, non l’ennesimo bonus-spot di 80 euro targato Renzi. In Italia si trovano i soldi per tutto e per tutti, ad iniziare dal primo immigrato clandestino che sbarca domani mattina, ma non per aiutare le giovani coppie a costruire una famiglia. Questo sistema va cambiato! Il rilancio dell’Italia parte anche da qui!

FOIBE, LA SINISTRA CONTINUA AD INFANGARE I MARTIRI

Quando si tratta delle foibe, la sinistra perde il pelo ma non il vizio: reticenze e silenzi imbarazzanti quando va bene, negazionismo aperto, insulti e violenze nei casi più clamorosi, come quello avvenuto ieri sera in piazza dei Signori. Al grido “Fascisti, canaglie, tornate nelle foibe”, una ventina di sbandati dei centri sociali, ha cercato di impedire la conferenza in ricordo dell’esodo giuliano-dalmata, organizzata da Fratelli d’Italia in sala caduti di Nassirya. Vergognoso che a distanza di oltre settant’anni ci sia ancora chi rinnega una verità storica acclarata e distingua le vittime di guerra in serie A e serie B. Oltre 10mila donne, uomini e bambini massacrati e poi infoibati vivi o morti, in nome di un fanatismo ideologico di matrice comunista che aveva l’obiettivo di annientare la presenza italiana in Istria e Dalmazia. Una vera e propria pulizia etnica condotta dal maresciallo Tito e dai suoi partigiani. Noi non dimentichiamo e chiediamo che questi facinorosi vengano identificati e puniti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑