Cerca

Movimento del Buonsenso – Padova

"Demoliamo i luoghi comuni e le generalizzazioni: ognuno può contribuire a cambiare le cose."

L’APERITIVO DEL BUONSENSO

Abbiamo pensato a voi. A voi con noi. Il nostro desiderio è quello di conoscervi uno per uno, di ascoltarvi, di stringervi la mano. Ecco che nasce L’APERITIVO DEL BUONSENSO, un evento conviviale per iscriversi alla nostra Associazione e condividere idee e proposte per migliorare Padova. Sarà inoltre l’occasione per ribadire con forza il nostro supporto a Massimo Bitonci e prendere le distanze dal candidato della sinistra, assolutamente privo di idee, che ci ha copiato nel nome ma non nella sostanza. È arrivato il momento di uscire da Facebook e di trovarci nella vita di tutti i giorni. Vi aspettiamo quindi MERCOLEDÌ 29 MARZO DALLE 18:30 ALLE 20:00 AL CAFFÈ MARGHERITA IN PIAZZA DELLA FRUTTA (saletta interna). Brindiamo insieme al Buonsenso, il nostro!

Featured post

CARO GIORDANI, IL BUONSENSO È CON BITONCI!

Questa mattina, girando per Padova, mi sono imbattuta in un enorme manifesto del candidato sindaco Giordani e sono rimasta allibita dallo slogan: “il buonsenso, finalmente”. Nelle ore successive in molti mi hanno contattata per segnalarmi questa curiosa scelta che francamente trovo davvero inappropriata e senza senso, non tanto per l’utilizzo della parola “buonsenso”, di cui certamente non pretendo di avere l’esclusiva, quanto piuttosto per il fatto che ad utilizzarla sia proprio lui, il candidato di una grande ammucchiata che va dall’estrema sinistra, passando per il PD, fino ai fuori usciti dell’Amministrazione Bitonci e, per non farsi mancare nulla, anche da qualche relitto dell’ex giunta Destro. Un guazzabuglio di simboli e personaggi a caccia di poltrone che fa rabbrividire. Il buonsenso è con Bitonci, caro Giordani. Il buonsenso è dalla parte di chi in questi due anni e mezzo ha dimostrato con impegno, onestà e concretezza di saper ben governare la città. Ecco perché il Movimento del Buonsenso – Padova di cui sono Presidente e portavoce prende formalmente le distanze da quei manifesti e ribadisce il proprio sostegno al candidato Sindaco Massimo Bitonci.

Elisabetta Beggio

Featured post

IL MOVIMENTO DEL BUONSENSO IN CAMPO PER BITONCI SINDACO

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Comunichiamo che L’aperitivo del Buonsenso previsto per domani tra le 18:30 e le 20:00 al Caffè Margherita in piazza della Frutta è posticipato di una settimana per ragioni organizzative. Si terrà, mercoledì prossimo, 29 MARZO, nel medesimo luogo e orario. Scusandoci per gli eventuali disagi, vi rinnoviamo l’invito e vi aspettiamo numerosi per una serata che si preannuncia ricca di sorprese. Continuate a seguirci, nei prossimi giorni vi daremo tutti i dettagli. PASSAPAROLA!

IL VERO BUONSENSO È CON BITONCI!

Nel 2014, con spirito civico, ho deciso di candidarmi nella lista “Bitonci Sindaco” che più di qualunque altra rispondeva alle istanze del Movimento del Buonsenso e alla mia visione della città. Abbiamo vinto e per due anni e mezzo siamo stati alla guida di Padova, raggiungendo importanti obiettivi e realizzando oltre la metà del programma elettorale.

Penso ai nuovi criteri di assegnazione delle case popolari, che hanno finalmente reso giustizia alle decine di concittadini da decenni in attesa di un alloggio e puntualmente scavalcati dagli ultimi arrivati. Penso alla patente a punti per i bar e ai tanti eventi che hanno ridato vita alle Piazze. Alla rotonda a fagiolo alla Stanga che ha reso finalmente più fluido il traffico a Padova est. Penso a piazza Rabin, all’accordo per il restauro e il riutilizzo dell’ex Foro Boario, dopo anni di abbandono e degrado. Penso anche ai lavori di ristrutturazione dei padiglioni della fiera e all’avvio di quelli per il centro congressi. Penso al futuro parco Tito Livio che sorgerà al posto dell’attuale piazzale Boschetti, al restauro e alla rivalorizzazione della cinta muraria, allo sgombero del campo rom di via Bassette, del condominio del degrado di via Confalonieri e della Prandina, futuro parcheggio al servizio del centro. Penso alla lotta serrata contro lo spaccio di droga, l’accattonaggio molesto, il gioco d’azzardo, la prostituzione di strada, l’alcolismo giovanile, i furti di biciclette. Penso anche alla riduzione delle tasse locali, alla possibilità di convertire le multe in lavori socialmente utili, agli importanti risultati ottenuti in termini di presenze turistiche e all’introduzione del servizio di pronto intervento Whatsapp. Tutto questo e molto altro: l’inaugurazione di scuole, palestre, parchi pubblici, ovunque ci sono cantieri e i progetti in itinere sono parecchi.

Per approfondire ulteriormente scarica il Bilancio Sociale dell’Amministrazione Bitonci in formato pdf CLICCANDO QUI!

Il buonsenso, quello vero, è con Bitonci. Il buonsenso è dalla parte di chi, con impegno, onestà e concretezza, ha dimostrato di saper ben governare. Il cambiamento è decisamente iniziato, nonostante le difficoltà che di volta in volta si sono incontrate. Massimo Bitonci ha ridato speranza ai padovani con fatti concreti e non con slogan vergognosamente copiati. Ecco perché il Movimento del Buonsenso e la sottoscritta erano, sono e saranno al fianco di Massimo Bitonci, il nostro Sindaco! Confido nel vostro sostegno e vi rinnovo l’invito a partecipare all’APERITIVO DEL BUONSENSO che si terrà mercoledì 22 marzo dalle 18:30 alle 20:00 al Caffè Margherita in piazza della Frutta. Solo uniti si può raggiungere vittoriosi la meta finale!

Elisabetta Beggio

IL VERO BUONSENSO CONTRO I VOSTRI SLOGAN!

Ribadiamo il nostro sostegno a Massimo Bitonci e prendiamo fermamente le distanze dalla propaganda elettorale del candidato della sinistra che, privo di idee, ci ha copiato nel nome ma non nella sostanza. Una scelta davvero scorretta! Come poteva “il sindaco padovano”, come si definisce, non conoscere una realtà come la nostra, seguita da oltre 4.500 cittadini su Facebook e che da ben cinque anni opera sul territorio realizzando numerose iniziative ed eventi? Con questo collage, vogliamo rinfrescargli la memoria: dalla raccolta di oltre 6.000 firme per chiedere l’abolizione del coprifuoco durante l’Amministrazione Zanonato, al recente tour “Quartieri al centro” per raccogliere idee, proposte e segnalazioni da sottoporre all’Amministrazione Bitonci al fine di migliorare la città, passando per il sit-in “Pradina libera” per chiedere al Prefetto, con centinaia di cartoline compilate dai cittadini, lo sgombero della famigerata tendopoli. Non solo: abbiamo mappato i parchi cittadini, indicando con un bollino rosso o verde quelli frequentabili dalle famiglie e quelli invece da riqualificare; abbiamo portato l’arte, la musica, la letteratura e il teatro nella piazze e nei locali del centro con il progetto “Agorà”; abbiamo condotto con determinazione una dura battaglia contro i furti di biciclette in città, realizzando e distribuendo un pratico manuale antifurto; abbiamo informato e sensibilizzato l’opinione pubblica sui temi caldi dell’immigrazione incontrollata e del terrorismo islamico, realizzando conferenze molto partecipate con ospiti dal mondo della cultura, del giornalismo e della politica; abbiamo realizzato un flash mob in piazza dei Signori per gridare il nostro “no” alla riforma costituzionale Renzi-Boschi, esibendo dei cartelli con le nostre ragioni. E poi decine di incontri e riunioni da cui abbiamo ricavato molti spunti preziosi. Ecco #ilverobuonsenso!

MERCOLEDÌ 22 MARZO, DALLE 18:30 ALLE 20:00, VI ASPETTIAMO AL CAFFÈ MARGHERITA (PIAZZA DELLA FRUTTA) PER CONOSCERCI E BRINDARE INSIEME AL VERO BUONSENSO! Per saperne di più, scopri l’evento ufficiale cliccando qui!

GIUSTIZIA, FINALMENTE!

Assolto in Appello Franco Birolo, il tabaccaio di Civè di Correzzola condannato in primo grado a 2 anni e 8 mesi di carcere per eccesso colposo di legittima difesa dopo aver sparato e ucciso un ladro moldavo, il ventenne Igor Ursu, che si era introdotto di notte nella sua tabaccheria per rubare con altri tre complici mai identificati. Una condanna a cui si era aggiunto anche il risarcimento-beffa di 325.000 euro alla famiglia del malvivente morto. Finalmente, dopo anni di calvario, giustizia è stata fatta! Difendere la proprietà privata è un nostro diritto. Se un estraneo entra di notte in casa nostra, non possiamo conoscere le sue intenzioni né se sia armato e, nel dubbio, dobbiamo difenderci. In qualunque modo e con qualunque mezzo scegliamo di farlo, quella difesa è sempre legittima.#legittimadifesa

MANIFESTO DEL BUONSENSO, IL NOSTRO!

1. Siamo un’Associazione di cittadini che si propone di sviluppare iniziative amministrative, culturali, sociali e ricreative volte a migliorare la città di Padova e la sua vivibilità in spirito di piena apertura e solidarietà.
2. Crediamo nella libertà in tutte le sue forme: libertà di pensiero, di culto, di associazione, d’impresa, di mercato.
3. Crediamo nella forza dei valori e delle tradizioni.
4. Vogliamo una città sicura, accogliente e solidale, nel rispetto delle prerogative dei cittadini padovani e delle numerose attività economiche della città.
5. Vogliamo parchi, piazze, strade ripulite dalla corruzione della droga e dal degrado.
6. Vogliamo una città che sappia trasformarsi ed innovare, che crei e produca.
7. Sosteniamo e valorizziamo l’arte in ogni sua forma, gli scambi, la cultura, l’accessibilità, il turismo, il commercio.
8. Siamo convinti che una città non sia solo un luogo dove vivere, ma l’insieme di persone che rendono quel determinato luogo una società.
9. Noi siamo il Movimento del Buonsenso e vogliamo una Padova viva e sicura, rispettosa delle regole purché sensate e al servizio del cittadino; una città animata e priva di pericoli tanto di giorno quanto di notte. Noi siamo donne e uomini di tutte le età mossi da passione ed entusiasmo.
10. Chiediamo il sostegno di tutti i padovani, di tutte le donne e gli uomini, di tutti gli enti e le associazioni che si riconoscono in queste parole e vogliono impegnarsi per un futuro migliore.

ISCRIVITI, bastano pochi semplici click! È sufficiente compilare, direttamente online da pc, tablet o smartphone, il modulo d’iscrizione CLICCANDO QUI. 

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

Il Movimento del Buonsenso per la giornata dell’8 marzo, vuole ricordare le donne vittime di violenza: femminicidio, violenza domestica, stalking. Secondo uno studio Eures, negli ultimi 10 anni i casi di violenza sulle donne denunciati in Italia sono 1740 circa, di cui il 13% in Veneto, non si tengono in considerazione i crimini non denunciati (circa il 90%), un dato che rimane ancora inquietante per la nostra società.

“La rivoluzione più grande è, in un paese, quella che cambia le donne e il loro sistema di vita. Non si può fare la rivoluzione senza le donne. Forse le donne sono fisicamente più deboli, ma moralmente hanno una forza cento volte più grande.” (Oriana Fallaci, Il sesso inutile)

L’ARMATA BRANCALEONE

Fascisti, comunisti e democristiani, tutti insieme appassionatamente. Sarebbe questo il buonsenso del “sindaco padovano”? VERGOGNA!

Blog su WordPress.com.

Su ↑