ABUSO DI ALCOL E BINGE DRINKING: GIOVANI A RISCHIO

Alcol e giovaniLo sballo alcolico tra i giovani‬ è un fenomeno conclamato. Preoccupante è l’escalation tra i giovanissimi. I Rotary Club‬ patavini, in collaborazione col professor Angelo Gatta della Clinica Medica V dell’Azienda Ospedaliera di Padova, hanno fotografato la drammatica situazione testando 1.213 ragazzi/e di età media 15/16 anni. Il quadro evidenzia che il 66% è bevitore non occasionale. La nuova tendenza, che oramai si è radicata anche in città, denominata “binge drinking”, consiste nel bere almeno 5 super alcolici nell’arco della serata. Giù un drink dopo l’altro. Il primo per imitare l’amico, il secondo perché la sensazione è piacevole, il terzo, il quarto e il quinto senza sapere neanche più bene il motivo. Ecco allora che i fenomeni di sballo e di coma etilico si fanno seri e preoccupanti. Si tenga presente che il consumo di sostanze alcoliche in fase adolescenziale provoca danni irreversibili: disturbi cognitivi, devianza, discontrollo degli impulsi, incapacità di giudizio e di rispetto delle regole, aggressività. È di queste ore la notizia di due minorenni di Abano finiti all’ospedale privi di sensi. Le serate dei nostri giovani sono ahinoi improntate sulla ricerca dello sballo, del distacco dalla realtà e della trasgressione. Bevitori incalliti dunque, maratoneti del bicchiere pieno, itineranti tra un locale e l’altro per tirare tardi. Le responsabilità sono molteplici ma spesso la radice è in famiglia, laddove, come emerge sempre dall’indagine, sarebbero i genitori stessi ad avvicinare i figli all’alcol già dagli 11 anni. “Assaggia un po’ di vino, non ti fa male” pare suggeriscano ai figli, senza però rendersi conto che si tratta di una sorta di liberatoria. Contrastare seriamente questo allarmante fenomeno è compito delle istituzioni, della scuola, della famiglia, che si devono trasformare in portatori sani di principi quali il rispetto della propria salute, del decoro e delle regole. C’è molto da fare e la strada è lunga ma il Comune‬, attraverso lo strumento della “patente a punti” per i ‪‎bar‬, ha gettato le basi per contrastare l’abuso di alcolici tra i giovanissimi e tutelarli rispetto a questo malcostume che va combattuto con ogni mezzo possibile. Un’ottima iniziativa a mio avviso sarebbe quella di dotare le discoteche‬ e i ‪‎locali‬ di etilometro così da fornire ai ragazzi una percezione corretta del proprio stato prima di mettersi alla guida di auto e motorini. Aiutiamo i nostri figli ad uscire da questo circolo vizioso e riprendersi il futuro che meritano.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: