DALLE PAROLE AI FATTI: NUOVA VESTE PER CORSO GARIBALDI

22311_746367678809531_3260743744240273669_nConclusi i lavori per la pedonalizzazione‬ parziale di Corso Garibaldi‬. In poche settimane e con un investimento economico molto ridotto è stata riqualificata una delle vie più centrali della città. Per delimitare la nuova zona di transito pedonale (ampliata di 2,10 metri per lato) sono state installate 36 transenne e 14 fioriere, una scelta volta anche a migliorare l’arredo urbano. Le corsie riservate al transito veicolare sono state invece ridotte a due, una per senso di marcia. Grazie a questa i gestori dei bar che si affacciano sul Corso potranno ora disporre di maggior spazio per il posizionamento di sedie e tavolini. C’è inoltre una curiosità che merita di essere raccontata: per le fioriere sono state utilizzate delle piante recentemente sequestrate dalla Polizia Locale ad alcuni venditori abusivi. Una scelta che oltre a contenere ulteriormente i costi assume un alto valore simbolico. Interventi simili sono previsti anche in altre zone della città quali Guizza‬ e Arcella‬. Il mio plauso all’assessore ai Lavori pubblici Fabrizio Boron. Avanti così!

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

Annunci

SEGNALIAMO LA NUOVA FAMILY CARD PER FAMIGLIE NUMEROSE

11162079_745853615527604_5475262128160605205_nLa Family Card‬ è ora istituzionalizzata. A comunicarlo è l’Assessore al Sociale ‪‎Alessandra Brunetti‬. Si tratta di uno strumento che permetterà a molte famiglie padovane in difficoltà di godere di agevolazioni in campo alimentare, merceologico, sportivo e culturale. Sarà nominale, valida fino al 31 dicembre e potrà essere richiesta presso l’ufficio Famiglia (Settore Servizi Sociali) in via del Carmine, 13. Le famiglie che ne potranno beneficiare dovranno essere composte o da un solo genitore e almeno 2 figli di età inferiore a 21 anni, oppure da due genitori e almeno 3 figli di età inferiore a 21 anni, con un valore Isee non superiore a 40mila euro. Per ulteriori informazioni e modulistica visita il sito www.padovanet.it. Questa amministrazione ancora una volta si dimostra vicina ai padovani in difficoltà e non solo, poiché a richiedere la tessera potranno essere anche famiglie extracomunitarie purché munite di regolare permesso di soggiorno.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

GENOCIDIO ARMENO: IL DOVERE DELLA MEMORIA

Genocidio armenoAgli inizi del XX secolo, durante gli ultimi anni dell’Impero Ottomano, il popolo armeno ha subito un vero e proprio genocidio per ragioni religiose. Ideato, pianificato ed eseguito dal governo dei Giovani Turchi, ebbe il suo tragico inizio un secolo fa, il 24 aprile 1915, e si concluse con lo sterminio di oltre un milione e mezzo di armeni cristiani innocenti. Una strage crudele e silenziosa che ancora oggi molti negano. I paesi che riconoscono ufficialmente il genocidio armeno sono 22, tra cui l’Italia, mentre in altri è riconosciuto solo da singoli enti o amministrazioni. Nella giornata di oggi il Comune di Padova ha celebrato il centesimo anniversario di questi fatti. Il sindaco, Massimo Bitonci, dopo aver deposto una corona presso il bassorilievo in bronzo a ricordo dei martiri presente a Palazzo Moroni, ha letto il suo discorso. Parole cariche di emozione e un monito alla Turchia. Presenti alla cerimonia anche il presidente della Provincia Enoch Soranzo, Mons. Elia Kilaghbian, abate Generale della Congregazione dei Padri Mechitaristi dell’isola di San Lazzaro degli Armeni e Aram Giacomelli, presidente dell’Associazione Italiarmenia di Padova. Ora, auspichiamo che il governo, collaborando con le scuole, promuova già da quest’anno scolastico iniziative volte a far conoscere il genocidio armeno, favorendo una mentalità di pace, concordia e rispetto tra popoli e religioni.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

SONDAGGIO SUL RACKET DELLE BICICLETTE A PADOVA: ECCO IL RISULTATO

Un attimo di distrazione e la bici non c’è più. Quante volte vi è capitato o vi è stato raccontato da amici e familiari? In Italia la media è altissima: circa 3mila casi al giorno e a Padova il fenomeno è particolarmente diffuso. Le due ruote a pedali sono sempre più gettonate dai malviventi, che le preferiscono addirittura alle auto. Nei prossimi mesi realizzeremo delle iniziative mirate per combattere, in sinergia con l’amministrazione comunale, questa piaga cittadina. Nel frattempo abbiamo raccolto un po’ di dati con un sondaggio. Il riscontro è stato positivo. Il primo quesito indagava sulla mobilità cittadina: bicicletta e automobile sono risultati i due mezzi più utilizzati per spostarsi all’interno della città. A seguire c’è chi preferisce camminare, viaggiare con i mezzi pubblici o in moto e/o scooter (Fig. 1). 

Quesito1

Il secondo indagava invece il numero di furti subiti negli ultimi cinque anni: oltre la metà dei rispondenti (52%) ha dichiarato di essere stato derubato almeno una volta. Il 25% addirittura più di una, in media tra le 2 e le 3. Solo il 23%, dato poco confortante, ha affermato di non aver mai subito furti (Fig. 2).

Quesito2

Il terzo quesito indagava l’efficacia di cinque soluzioni per contrastare il furto di biciclette attraverso un giudizio da 1 a 10. “Parcheggi custoditi” con una media di 8,7 è risultata la soluzione più efficace, seguita da “rastrelliere di qualità” (8,1), “videosorveglianza” (7,6), “sito web comunale con foto delle biciclette ritrovate, sequestrate o rimosse” (7,3) e “marchiatura biciclette” (7) (Fig. 3). 

Quesito3

L’ultimo quesito infine dava la possibilità di scrivere ulteriori proposte o suggerimenti da sottoporre all’Amministrazione Comunale attraverso la Consigliera Elisabetta Beggio. Tra queste l’istituzione di un registro comunale per le biciclette come aggiunta / potenziamento al servizio di marchiatura già esistente; continui blitz dei vigili urbani nei luoghi in cui notoriamente vengono vendute bici rubate, con sequestro e sanzioni pesanti anche per i compratori; distribuzione di parcheggi automatici, pratici e sicuri come quello attivo durante ExpoBici; maggior presenza di telecamere nelle zone a rischio; diffusione capillare del servizio Bike Sharing nei quartieri; vendite più frequenti da parte del Comune delle biciclette sequestrate e non reclamate a prezzi “stracciati” per limitare il commercio di bici rubate; costruzione di parcheggi dedicati (anche multipiano) in zona stazione e ai capolinea del tram prendendo esempio da città nordeuropee come Amsterdam. Non possiamo inoltre non riportare alcune segnalazioni in merito alla videosorveglianza del San Gaetano ritenuta “totalmente inutile” al fine di contrastare i furti di biciclette ed individuare i ladri. Necessarie delle verifiche. Ringraziamo tutti i cittadini che hanno dedicato il proprio tempo al nostro sondaggio, insieme vinceremo questa battaglia di civiltà!

IL RITORNO DELLA MOVIDA

ritaglioFinalmente Padova si è aperta ad una movida più moderna e più in linea con le esigenze di giovani, baristi e residenti. La partenza è stata un successo. Questo è il segnale che se l’amministrazione ascolta e accoglie le istanze delle varie parti i risultati arrivano e con soddisfazione. Mi sento parte attiva di questa vittoria non solo come Consigliera Comunale ma anche come Presidente del Movimento del Buonsenso che tanto si è battuto per superare la folle ordinanza di Zanonato che imponeva il coprifuoco alla mezzanotte. Padova torna a vivere. Ottimo lavoro! Un plauso particolare all’Assessore al Commercio Eleonora Mosco che tanto ha investito sul nuovo regolamento e sulla patente a punti. #‎BuonaAmministrazione‬, ‪#‎PadovaViva‬

Elisabetta Beggio

ECCO IL PROGETTO CHE RIVOLUZIONERÀ LA VIABILITÀ ALLA STANGA

11129209_1397319953923374_6755709717643568632_nApprovato dalla giunta il progetto esecutivo della nuova rotatoria‬ “a fagiolo” alla Stanga‬. Stanziati 750.000 euro. I cantieri saranno avviati entro l’estate così da ridurre al minimo i disagi e conclusi entro l’anno. Un intervento che secondo i tecnici del Comune migliorerà uno degli snodi più critici della viabilità cittadina. Il mio plauso all’assessore Fabrizio Boron per questa scelta utile e coraggiosa.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

QUESTION TIME

Furti biciclette

Un attimo di distrazione e la bici non c’è più. Quante volte vi è capitato o vi è stato raccontato da amici e familiari? In Italia la media è altissima: circa 3mila casi al giorno e a Padova il fenomeno è particolarmente diffuso. Le due ruote a pedali sono sempre più gettonate dai malviventi, che le preferiscono addirittura alle auto. Nei prossimi mesi il Movimento del Buonsenso realizzerà delle iniziative mirate per combattere in sinergia con l’amministrazione comunale questa piaga cittadina. È tempo di alzare la testa e riprenderci la nostra città! Tolleranza zero verso questi criminali!

Aiutaci a raccogliere un po’ di dati rispondendo al seguente questionario che richiede pochi minuti. Il tuo feedback è importante: https://it.surveymonkey.com/s/PLGNMKS

LA NOSTRA DICHIARAZIONE DI GUERRA AL RACKET DELLE BICICLETTE

racket bici PadovaDomani dalle 09.00 alle 19.00, in Prato della Valle, si terrà la “Festa della Bicicletta – Energia per la vita”, un’iniziativa che coinvolge cittadini, associazioni e sportivi, volta a valorizzare il mezzo a due ruote e l’importanza della mobilità sostenibile. Gli elementi distintivi della manifestazione sono il richiamo all’Expo 2015, il riferimento ad Expo Bici e il lancio della Sfida europea in bicicletta 2015. In programma numerose iniziative ed eventi per la promozione della ciclabilità, tra cui: una mostra-mercato di biciclette e accessori, biciclettate per famiglie e bambini, visite guidate in bicicletta, la presenza di gruppi caratteristici quali i Ciclopi, le Cargobike e le bici d’epoca, servizio di marcatura, intrattenimento musicale, esposizione e vendita di cibo di strada e tanto divertimento. La manifestazione è organizzata dai Settori: Mobilità e Traffico, Commercio e Attività Economiche, Servizi Sportivi e Ambiente del Comune di Padova. Per moltiplicare il numero di ciclisti tuttavia è indispensabile in primo luogo combattere i ladri di biciclette: il timore di essere derubati, infatti, insieme a quello di essere investiti, rappresenta una delle principali cause che ostacolano la crescita del ciclismo urbano. A ciò si somma un diffuso sentimento di rassegnazione di fronte al racket che spinge molti a non sporgere denuncia e magari ad alimentare il circolo vizioso acquistando nuove biciclette a buon prezzo dagli stessi ricettatori. Purtroppo conosco molto bene il problema, in questi anni ho subito più di 10 furti in centro storico di cui 3 addirittura nel cortile condominiale. Circa due anni fa ho dovuto persino rubare la mia bici rubata, dopo averla ritrovata poche ore dopo legata con un altro lucchetto nei pressi di piazza Eremitani. I vigili senza una denuncia non potevano intervenire e così, per evitare che fosse nuovamente spostata, ho deciso di intervenire da sola con l’aiuto di alcuni passanti. Un vicenda grottesca e sconfortante. Alcune mie conoscenti da tempo hanno rinunciato e circolano a piedi per non dare più soddisfazione ai ladri di farsi derubare. Che fare? Quali soluzioni? Occorre individuare efficaci strategie di contrasto ai furti di biciclette e sensibilizzare gli avventori ad un utilizzo più sicuro del mezzo. Maggiori controlli, più telecamere, diffusione del servizio di marchiatura, nuove rastrelliere di qualità e parcheggi custoditi. Queste alcune proposte. Nei prossimi mesi il Movimento del Buonsenso intende realizzare iniziative mirate e combattere in sinergia con l’Amministrazione Comunale questa piaga cittadina. Nel 2012 abbiamo organizzato un passeggiata ai Giardini dell’Arena contro il degrado, quest’anno faremo una vera e propria incursione! Presto anche un’interrogazione all’Assessore alla Sicurezza, Maurizio Saia, sul tema. È tempo di alzare la testa e riprenderci la nostra città! Tolleranza zero verso questi criminali!

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

MENO SPRECHI, MENO TASSE!

Spending Review PadovaMentre il Governo continua imperterrito ad aumentare le tasse, il Comune di Padova taglia ancora. Dopo Irpef, Tari, Tasi e Imu, sarà la tassa di soggiorno, tanto odiata dagli addetti al settore, a subire una sforbiciata. Il taglio, non ancora quantificato, sarà possibile cancellando l’iscrizione a una serie di associazioni “inutili” che porterà ad un risparmio di 160mila euro. Continua dunque la lotta agli sprechi e il taglio delle tasse locali promessi dal Sindaco, Massimo Bitonci, in campagna elettorale. Un aiuto concreto volto a dare respiro al settore alberghiero e al commercio, a vantaggio dell’intera comunità. Avanti così!

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑