PRIMO MAGGIO: FESTA DEL LAVORO O DELLA DISOCCUPAZIONE?

11193239_748169605296005_8586902661395916233_nA marzo (ultimi dati disponibili) il tasso di ‪‎disoccupazione‬, secondo le stime provvisorie dell’Istat, è salito al 13% dal 12,7% di febbraio. Un trend che stride fortemente con i proclami propagandisti del governo ‪‎Renzi‬ il quale, dopo aver varato il ‪Jobs Act‬, ha elaborato una strategia comunicativa fatta di rassicurazioni e slanci di ottimismo sul tema occupazione. Gli annunci, le slide, i tweet non funzionano più e i numeri non lasciano spazio alle illusioni. In aumento anche il tasso di disoccupazione giovanile, che sempre nel mese di marzo è salito al 43,1% rispetto al 42,8% di febbraio, rimanendo fra i livelli più elevati d’Europa. Mentre il parlamento è bloccato per l’Italicum e Renzi è impegnato a litigare con la minoranza interna al suo partito i ‪‎giovani‬ italiani restano a casa senza ‪lavoro‬. La festa di oggi non sia solo l’occasione per fare la solita retorica sull’importanza del lavoro e sui diritti dei lavoratori, ma una opportunità per riflettere sulle azioni indispensabili per rilanciare l’economia. Incentivi alle imprese che investono nel nostro Paese, drastica riduzione delle tasse, ‪Flat Tax‬, snellimento della burocrazia, liberalizzazioni. Questi alcuni punti chiave per ripartire, per fare del primo maggio un giorno di speranza e non il funerale del lavoro.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista ‪‎Bitonci Sindaco‬

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: