LIBRI GENDER NELLE SCUOLE? NO GRAZIE!

Tema molto delicato e complesso, quello sulla teoria “gender”, ma ho deciso di trattarlo per esprimere la mia opinione. Credo nella famiglia tradizionale, quella che i Padri costituenti hanno definito all’art. 29 della nostra Costituzione. Così come credo che un bambino debba essere cresciuto da una mamma e da un papà. Inorridisco al solo pensiero che si possa arrivare ad una nuova tipologia di famiglia composta da genitore 1 e genitore 2. L’obiettivo della famigerata teoria è infatti il superamento di “stereotipi sessisti”, ritenuti responsabili di bullismo e discriminazione, per promuovere la cultura della parità di genere. Condivido la lotta a qualunque forma di discriminazione, ma non il metodo proposto, ovvero il tentativo di sradicare fin dalla prima infanzia il concetto di diversità tra maschio e femmina. Secondo i sostenitori di questa ideologia, infatti, le differenze tra uomo e donna non sono biologiche e innate, ma frutto di stereotipi culturali e sociali che si delineano dopo la nascita. Le diversità tra sessi, vengono quindi abolite, creando di fatto una cultura neutra, dove ogni individuo sceglie la propria sessualità e, di conseguenza, dove viene negato al bambino il diritto di avere un padre e una madre perché l’omogenitorialità è ammessa. Tali teorie non sono solamente contrarie al diritto (Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e Costituzione Italiana), ma sono anche anti-scientifiche: l’umanità è sempre stata caratterizzata da un chiaro dimorfismo sessuale (ossia la differenza morfologica fra individui appartenenti alla medesima specie ma di sesso differente), maschio/femmina, il cui determinante biologico è rappresentato dal cromosoma Y: la sua presenza costruisce il maschio, la sua assenza realizza la femmina. A ciò si aggiungono le differenze psicologiche. Gli equilibri sono fondamentali per la formazione di un bambino e quindi è indispensabile che cresca affiancato da due figure complementari. Ho diversi amici omosessuali e quindi ho maturato la convinzione che l’amore debba essere libero da qualsiasi schema; anche loro sono fortemente contrari alle adozioni gay ma favorevoli a regolarizzare le coppie di fatto per garantire diritti inalienabili. I testi “gender” non possono essere imposti nelle scuole dell’obbligo, questa è una follia ideologica. Ogni genitore, nel privato della propria casa, può leggere ciò che meglio crede al proprio figlio, ma nel contesto scolastico/educativo, ritengo sia indispensabile proseguire sul concetto di famiglia tradizionale, laddove mamma e papà si distinguono per sesso e ruoli. Le letture che si svolgeranno questa sera ai Giardini della Rotonda, in Piazza Mazzini, e che vedranno protagonisti i testi censurati dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, hanno qualcosa di patetico e suscitano molta preoccupazione. Schiere di genitori e associazioni sono contrari e decisi ad ostacolare iniziative di tal natura, così come l’amministrazione che si è dichiarata assolutamente non favorevole.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

Annunci

BASTA DEGRADO: LA PRANDINA TORNI AI PADOVANI!

Contrariamente a quanto dichiarato lo scorso 20 luglio dal Prefetto, il numero di immigrati all’ex Caserma Prandina continua a crescere. Oltre 400 persone, ammassate da settimane in un luogo palesemente inadatto. Degrado. Questa l’unica parola per descrivere la situazione. Dopo il mercatino abusivo, ribattezzato “african market” ai giardinetti Savonarola (sembrava di essere in un suk di Marrakesh!), si è diffusa in queste ore la voce di una seconda attività che avviene all’interno della tendopoli: sesso a pagamento. Ad avviare la pratica, sei nigeriane, prontamente spostate in un’altra struttura. Se fosse confermata la veridicità della vicenda, sarebbe increbile! Il mio plauso al Sindaco Massimo Bitonci che invia caparbiamente gli agenti della polizia locale a monitorare la situazione. La sicurezza dei padovani prima di tutto! Auspico che la Prefettura mantenga gli accordi presi, provvedendo al graduale alleggerimento e quindi al definitivo smantellamento del campo “profughi”. Nell’area ex Prandina è previsto tutt’altro progetto: la realizzazione di un ampio parcheggio per risolvere i problemi di traffico e di accesso al centro, andando così incontro alle esigenze di commercianti e residenti. Basta imposizioni dall’alto! 

Elisabetta Beggio 
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

MOZIONE A TUTELA DEI DIRITTI DELLE DONNE

niqab

Oggi alle ore 18.00 sarò in Consiglio Comunale. Sarà una seduta interamente dedicata alle mozioni tra cui quella che ho depositato sui diritti delle donne e il rispetto della legalità, unitamente al fatto che non può essere imposto l’uso del burqa o del niqab. In Italia, le leggi in materia di ordine pubblico e sicurezza sanciscono che ogni persona debba essere identificabile. È specificatamente “vietato l’uso di caschi protettivi o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo” (Legge 152/75). La cultura o la religione di un popolo vanno rispettate ma non possono in alcun modo contravvenire all’ordinamento dello Stato. Sono per l’integrazione, ma questa deve necessariamente passare per l’osservanza delle regole della nostra comunità. Regole che vanno rispettate da tutti. Qual è il vostro pensiero?

Elisabetta Beggio 
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

GIOVANNI FATTORI IN MOSTRA A PADOVA

35819-01-Giovanni-FattoriPadova rende omaggio ad uno tra gli indiscussi protagonisti della pittura italiana dell’Ottocento, Giovanni Fattori, con una mostra promossa dalla Fondazione Bano, visitabile dal 24 ottobre 2015 al 28 marzo 2016 a Palazzo Zabarella. La mostra, curata dai più accreditati esperti del pittore livornese, Francesca Dini, Giuliano Matteucci e Fernando Mazzocca, presenta oltre cento dipinti in grado di ricostruire, attraverso un avvincente taglio cronologico e insieme tematico, le tappe fondamentali della carriera dell’artista, dalla rivoluzione dei Macchiaioli alle visioni più drammatiche caratterizzate da una nuova impostazione prospettica e da un disegno sempre più potente dei dipinti della maturità, sino alla deformazione delle ultime opere che sembrano anticipare, nella loro sconcertante modernità, le avanguardie del Novecento. Le celebri tavolette, i dipinti monumentali di soggetto risorgimentale, i magnifici ritratti, i paesaggi e le scene di vita popolare saranno riuniti in questa straordinaria antologia che vi invitiamo assolutamente a non perdere.

Per ulteriori informazioni, orari e tariffe clicca qui.

NOTTURNI D’ARTE 2015

tullio-crali-bombardamento-aereo-1932 corI Notturni d’Arte continuano ad animare l’estate padovana mettendo in luce i luoghi e le memorie della Grande Guerra. La manifestazione organizzata dall’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Padova, con il sostegno di Cassa di Risparmio del Veneto, vuole offrire un contributo alle celebrazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale, sottolineando il sacrificio e l’eroismo di tanti uomini e donne dell’epoca, i danni causati alla società e al patrimonio storico-artistico, ma allargando anche lo sguardo alla società e alla cultura dell’epoca, all’arte, alla medicina, all’astronomia. Per gli appuntamenti della quarta settimana (dal 18 al 22 agosto 2015): clicca qui.

RIVOLUZIONE VIABILITÀ ALLA STANGA

rotonda-stanga-2Alle 21.00 sono stati definitivamente spenti i semafori che regolavano il passaggio nell’incrocio della ‪‎Stanga, uno dei nodi più trafficati di Padova che conta quotidianamente oltre 60.000 veicoli in transito. A partire dalle 23.00 si procederà al posizionamento dei new jersey, delimitatori provvisori, quindi alla sistemazione della segnaletica sia orizzontale che verticale cosicchè già da domani gli automobilisti provvenienti dalle sei strade che si congiungono nel piazzale potranno percorrere la nuova rotatoria a forma di fagiolo. Un intervento importante per la viabilità cittadina, avviato in tempi record e a costi ridotti, che mi auguro possa rappresentare una svolta decisiva alla traffico delle ore di punta. Voi che ne pensate?

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

PAUSA ESTIVA

Carissimi amici e sostenitori, un saluto prima della pausa estiva ed un augurio di buone vacanze a nome mio e di tutta la squadra. Ci ritroveremo a settembre più carichi che mai! Colgo l’occasione per rinnovare l’invito a partecipare attivamente al Movimento: basta inviare una mail con i vostri dati all’indirizzo movimentodelbuonsenso@gmail.com o un messaggio privato alla pagina Facebook e sarete contattati rispetto agli incontri che abbiamo in agenda. Grazie sempre per la stima e l’assiduità con la quale ci seguite. A presto!

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑