SPARÒ AL LADRO, CONDANNATO. GIUSTIZIA INGIUSTA.

 

Condanna a 2 anni e 8 mesi di carcere per Franco Birolo, il tabaccaio di Civè di Correzzola che sparò e uccise il ventenne moldavo, Igor Ursu, mentre stava razziando il suo negozio. E come se non bastasse anche il risarcimento di 325.000 euro alla famiglia del malvivente morto. Strana giustizia la nostra. Eccesso colposo di legittima difesa, ha sentenziato il giudice, nonostante anche la pubblica accusa avesse reclamato l’assoluzione. Che dire, trovo vergognoso che venga incriminato un lavoratore onesto e che debba pure pagare i danni per aver difeso la sua attività e la sua famiglia che dormiva a pochi metri dal luogo dell’assalto. Che avrebbe dovuto fare? Lasciare che facessero manbassa e che scappassero? Magari prima passando a dare un salutino in camera da letto? Difendere la proprietà privata è un nostro diritto. Difenderla da malintenzionati che potenzialmente potrebbero essere armati e sparare per primi (i casi di cronaca non mancano!) deve essere contemplato dal nostro ordinamento giuridico. Non sto invocando la corsa alle armi, sto però dicendo che coloro che hanno il coraggio di non subire in silenzio la violenza e i soprusi di certi criminali, non andrebbero puniti, bensì compresi. Aboliamo l’eccesso di legittima difesa e stiamo dalla parte di chi si difende! Basta con queste condanne assurde! Voi che ne pensate?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: