ORIANA FALLACI, PENSIERI E PAROLE

occhialoni e cappello.jpg

“Apriti cielo se chiedi qual è l’altra civiltà, cosa c’è di civile in una civiltà che non conosce neanche il significato della parola libertà. Che per libertà, hurryya, intende «emancipazione dalla schiavitù». Che la parola hurryya la coniò soltanto alla fine dell’Ottocento per poter firmare un trattato commerciale. Che nella democrazia vede Satana e la combatte con gli esplosivi, le teste tagliate. Che dei Diritti dell’Uomo da noi tanto strombazzati e verso i musulmani scrupolosamente applicati non vuole neanche sentirne parlare. Infatti rifiuta di sottoscrivere la Carta dei Diritti Umani compilata dall’Onu e la sostituisce con la Carta dei Diritti Umani compilata dalla Conferenza Araba. Apriti cielo anche se chiedi che cosa c’è di civile in una civiltà che tratta le donne come le tratta. L’Islam è il Corano, cari miei. Comunque e dovunque. E il Corano è incompatibile con la Libertà, è incompatibile con la Democrazia, è incompatibile con i Diritti Umani. È incompatibile col concetto di civiltà.” Oriana Fallaci

VENERDÌ 11 MARZO, ALLE ORE 20.45, TI ASPETTIAMO PER UNA SERATA DEDICATA AD ORIANA FALLACI. PER SAPERNE DI PIÙ: https://goo.gl/H4JrD6

CUCINE POPOLARI: POLEMICHE STERILI

12801106_892564287523202_4263961978502729669_n.jpg

Bene ha fatto, il Vescovo Cipolla, ad andare a pranzo alle Cucine Popolari di via Tommaseo. Diamo a Cesare quel che è di Cesare, a Dio quel che è di Dio. Il presule si è unito ai poveri, ai bisognosi, ai disadattati, a coloro che non sbarcano il lunario. Ha portato solidarietà e un sorriso di conforto. E ci sta. Il Sindaco, però, è stato eletto per garantire l’ordine pubblico, per tutelare i residenti della zona e, perché no, per operare una distinzione fra chi è veramente in stato d’indigenza e chi invece si approfitta dell’ospitalità di Suor Lia. Che il centro sia frequentato da tossici e spacciatori è risaputo. Figli di Dio pure loro, suggerirà qualcuno, ma è certo che sono personaggi, recidivi e spesso ai domiciliari, che nessuno vorrebbe avere sotto casa. Ben vengano dunque i controlli e le selezioni che, inutile dirlo, vanno a vantaggio di coloro che poveri lo sono davvero. A mio avviso, dunque, Sindaco e Assessore hanno fatto bene ad intervenire. Ne sono prova le numerose telefonate arrivate in Municipio come coro di ringraziamento. Avanti così!

Elisabetta Beggio

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑