IMMIGRAZIONE, EMERGENZA SENZA FINE: IN ARRIVO 300MILA CLANDESTINI

o-MIGRANTI-BARCONE-facebook.jpg

Da gennaio ad oggi, sono sbarcati 18.234 migranti sulle nostre coste, ben 8mila persone in più rispetto allo stesso periodo del 2015. Se questa tendenza dovesse confermarsi col medesimo ritmo nei mesi a venire, quest’anno potrebbero essere fino a 300mila le persone che giungeranno nel nostro Paese attraverso la cosiddetta rotta mediterranea, cioè il triplo dello scorso anno. Numeri semplicemente catastrofici, sia per l’impossibilità di collocare queste persone sul territorio senza destabilizzare il tessuto sociale già fortemente compromesso, sia per l’altissimo costo a carico dello Stato italiano per il loro mantenimento, che supererebbe i 500 milioni di euro al mese. Cifre assurde e assolutamente insostenibili. L’Europa era convinta di aver superato la crisi migratoria grazie al controverso accordo con la Turchia, ma ancora una volta ha fatto male i conti. I profughi che arrivano in Grecia sono per la stragrande maggioranza siriani, iracheni ed afgani che fuggono da zone di guerra, mentre coloro che arrivano in Italia sono invece migranti economici / clandestini: il 15% dei nuovi arrivi proviene dalla Nigeria, il 12% dal Gambia; l’8% dal Senegal, dalla Costa d’Avorio, dal Mali e dalla Guinea, il 5% dalla Somalia, il 3% dall’Eritrea e dal Marocco. Tutte nazioni che non sono in guerra né tanto meno colpite da catastrofi naturali, quindi nessuno dei loro cittadini ha diritto d’asilo nell’Unione Europea. Non sarebbe forse meglio, nei limiti delle nostre possibilità, pensare ad aiutarli nei loro Paesi d’origine? Nel frattempo il Ministro degli Esteri austriaco minaccia: “chiuderemo le frontiere se l’Italia non smetterà di accogliere indiscriminatamente chi profugo non è”. Come dargli torto. È da mesi, anzi da anni ormai che ribadiamo il nostro “no” secco ad ogni forma di immigrazione clandestina e che chiediamo, a chi disgraziatamente ci governa, di difendere i confini e pensare in primis alla sicurezza e al benessere dei cittadini italiani. Condividi il nostro pensiero?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: