CARTE FALSE PER IL BUSINESS DEI PROFUGHI

 

Profughi Prandina.JPG

Un’altra pagina nera nella gestione dell’accoglienza dei migranti a Padova e provincia. Da quanto si apprende dai principali quotidiani locali e nazionali, Simone Borile e Gaetano Battocchio, ai vertici di Ecofficina, la cooperativa che gestisce, tra le altre, la Prandina e Bagnoli, sono indagati dalla Procura di Padova per truffa aggravata e falso in atto pubblico. Avrebbero infatti modificato ad arte la data relativa all’inizio dell‘accoglienza dei profughi in provincia di Padova pur di vincere il bando Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) emesso dal Comune di Due Carrare lo scorso 27 gennaio. L’ennesima tegola che piomba sulla cooperativa pigliatutto. Ad inizio aprile l’apertura di un’altra inchiesta nei confronti della presidente, Sara Felpati, e del suo vice per truffa aggravata ai danni dello Stato e maltrattamenti, sempre nell’ambito dell’accoglienza dei migranti. Qualora questi gravi fatti venissero accertati, saremmo di fronte all’ennesima dimostrazione del fallimento delle attuali politiche migratorie e di accoglienza targate Renzi-Alfano, sulle quali i soliti noti lucrano spudoratamente. Una vera porcata!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: