ABBATTIAMO I MURI. SÌ, QUELLI DEL BUONISMO E DELL’IPOCRISIA.

Dov’erano i perbenisti che ora si scandalizzano tanto per i provvedimenti di Trump sull’immigrazione quando ben 16 Paesi mussulmani (Algeria, Arabia Saudita, Bangladesh, Brunei, Emirati Arabi Uniti, Gibuti, Iran, Kuwait, Libano, Libia, Malesia, Pakistan, Siria, Somalia, Sudan e Yemen) vietavano (e continuano a vietare) l’ingresso nel proprio Paese a tutti i cittadini israeliani? Perché non hanno protestato con marce e fiaccolate? Perché etichettano come “razzista” il neo eletto Presidente degli USA e ignorano spudoratamente il razzismo islamico verso gli ebrei? Nel mondo occidentale bisogna abbattere i muri, sono d’accordo. Cominciamo da quelli del buonismo e dell’ipocrisia eretti dalla sinistra e dai soliti radical chic dei salotti buoni che hanno ormai perso ogni contatto con la realtà. Trump ha messo al primo posto la sicurezza del suo popolo e la lotta all’estremismo islamico. Ha dimostrato di non aver dimenticato la lezione dell’11 settembre e di voler cambiare radicalmente la fallimentare politica estera del duo Obama-Clinton. Lo aveva promesso in campagna elettorale e lo sta mantenendo. Se in Italia e in Europa chi ci governa avesse lo stesso coraggio e lo stesso amore per la propria gente, forse non ci troveremmo in queste precarie condizioni e non subiremmo ogni giorno in silenzio la più grande opera di invasione e sottomissione mai vista.

ORIANA FALLACI E L’ANTISEMITISMO

A 72 anni dall’ingresso dei soldati russi nel campo di concentramento di Auschwitz, ricorre oggi il “Giorno della Memoria” per ricordare le vittime innocenti dell’Olocausto. Teniamo vivo il ricordo di quei 6 milioni di ebrei, zingari, omosessuali, disabili, oppositori politici e dissidenti sterminati dalla follia cieca che aveva ammorbato la Germania e l’intera Europa. Teniamo vivo il ricordo poiché l’antisemitismo ancora serpeggia pericolosamente. Il Movimento del Buonsenso non dimentica e tiene alta la bandiera della libertà e del rispetto di ogni essere umano.

In questo breve video che abbiamo realizzato per voi, le parole della grande giornalista e scrittrice Oriana Fallaci sulla Shoah e sull’antisemitismo. >>> GUARDA IL VIDEO <<<

BYE BYE PREFETTO!

Promozione per il Prefetto Impresa. Dopo appena tre anni, lascerà Padova per ricoprire il ruolo di Vice Capo di Gabinetto vicario del Ministro dell’Interno. Davvero strana la meritocrazia in Italia. Si è messa in luce sulle spalle dei padovani, riempiendo la Prandina di clandestini e portando avanti un durissimo braccio di ferro con l’ex Sindaco Massimo Bitonci, il quale alla fine ha avuto partita vinta. È stata un Prefetto scomodo, priva di amore per la città e interessata solo a conseguire i suoi propositi, prona al potere. In altre parole, ha usato Padova come trampolino di lancio. Ed ecco che il premio arriva puntuale con un incarico prestigioso al Viminale. Se queste sono le persone che arrivano a Roma, siamo davvero messi maluccio. PS. Solo un caso che sia stata premiata il giorno dopo le dimissioni del Commissario Penta da lei nominato solo 2 mesi e mezzo fa? Voi che ne pensate?

PENTA LASCIA. ANCORA UN RINVIO PER LA FIRMA SULL’OSPEDALE

Il Commissario Penta si è dimesso. Motivi personali, dice. A pensar male però spesso ci si azzecca, quindi è probabile che abbia subito delle pressioni. Era disposto a firmare le carte per l’ospedale, stava portando avanti le opere pubbliche delineate dall’amministrazione fatta cadere lo scorso novembre. 4 milioni per le asfaltature, 2,5 milioni per l’illuminazione, e poi il parco Tito Livio (piazzale Boschetti) e il parco delle Mura. Evidentemente qualcuno non ha gradito la sua gestione, troppo responsabile e poco incline al compromesso. Attendeva il conferimento dei poteri straordinari per dare il via al nuovo Polo della Salute a Padova est ma a quanto pare ad occuparsene sarà qualcun altro. Qualcuno sicuramente più inquadrato, al quale sarà ben spiegato cosa fare e cosa non fare. La Scuola della medicina pare davvero essere il nodo della contesa: ogni volta che si è prossimi a siglare l’accordo, a chi governa la città viene fatto lo sgambetto. Strano no? Votare in piena coscienza e con informazioni attendibili mi sembra imperativo. Qualcuno vuole spolpare la città, per contro, c’è chi chi si è speso e si spende per il bene dei padovani. #bitonciiltuosindaco

CROCIATA DEL VENETO CONTRO BURQA E NIQAB

Assolutamente favorevole al progetto di legge proposto dal Consigliere Regionale Alberto Villanova che prevede il divieto di utilizzo di burqa e niqab in luogo pubblico e/o aperto al pubblico, aggiungendo una specifica alla legge 152/75. Non solo, prevede inoltre multa e reclusione per chi, con violenze e minacce, costringa una donna a coprire il volto. Il 24 agosto 2015 il Consiglio Comunale di Padova ha discusso, votato ed approvato una mia mozione in merito (Guarda il video: https://goo.gl/TJ1QY6). In un momento di allerta massima come quello che stiamo vivendo, la sicurezza pubblica è una priorità che va salvaguardata in ogni modo possibile e il riconoscimento immediato di una persona rientra senza dubbio in quest’ottica. Il Comune e la Regione hanno fatto quanto era in loro potere, ora tocca allo Stato centrale.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Già Consigliere Comunale – Lista Bitonci Sindaco

LA CACCIATA DEI TRADITORI

Bianzale e Pasqualetto sono stati espulsi da Forza Italia. Coloro che hanno ordito, tradito e fatto cadere l’Amministrazione Bitonci, hanno pagato caramente la loro scellerata condotta. Giustizia è fatta! In parte però, poiché il mandante, ossia Marin, e i burattinai, ossia Furlan e Grigoletto, non sono stati sfiorati da alcun provvedimento. L’epurazione dei due ex consiglieri era quasi un atto dovuto. Auspichiamo che paghino anche i registi, che hanno operato contro il bene della città e soprattutto contro il voto democraticamente espresso nel 2014 dalla maggioranza dei padovani. Mi auguro che possano esserci presto i presupposti per un ricompattamento del centrodestra, visto che da sempre si è dimostrata una formula vincente di buon governo in molti comuni italiani e nella stessa Regione Veneto.

INVESTIAMO SUI GIOVANI

In un momento storico in cui la disoccupazione giovanile è ai massimi livelli e in cui molti cercano fortuna all’estero, conoscere questi dati fa comprendere quanta sia la voglia di riscatto dei nostri figli. Innovare non è semplice. Servono coraggio e capacità imprenditoriale, soprattutto vista la precarietà del futuro. Ho sempre pensato che i giovani siano un importante valore aggiunto e questa ne è la prova. La risposta sarebbe ancora più incisiva se si abbassassero le tasse, si tagliasse la burocrazia e si intervenisse con maggiori incentivi. Solo puntando sui nostri giovani, questo Paese può avere la speranza di ripartire. A Padova, negli ultimi due anni e mezzo, abbiamo fatto la nostra parte. Ora ci aspettiamo che anche il governo nazionale faccia la sua.

ELETTO IL NUOVO SEGRETARIO DEL MOVIMENTO DEL BUONSENSO

Nel corso dell’Assemblea ordinaria dei Soci che si è tenuta ieri sera è stato eletto all’unanimità il nuovo Segretario della nostra Associazione: CARLOTTA MARCIANESI. È con grande entusiasmo che le auguriamo un buon lavoro, con lo spirito di squadra che da sempre caratterizza il nostro Movimento.

Per vedere il Consiglio Direttivo completo clicca qui.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑