ORIANA FALLACI E L’ANTISEMITISMO

A 72 anni dall’ingresso dei soldati russi nel campo di concentramento di Auschwitz, ricorre oggi il “Giorno della Memoria” per ricordare le vittime innocenti dell’Olocausto. Teniamo vivo il ricordo di quei 6 milioni di ebrei, zingari, omosessuali, disabili, oppositori politici e dissidenti sterminati dalla follia cieca che aveva ammorbato la Germania e l’intera Europa. Teniamo vivo il ricordo poiché l’antisemitismo ancora serpeggia pericolosamente. Il Movimento del Buonsenso non dimentica e tiene alta la bandiera della libertà e del rispetto di ogni essere umano.

In questo breve video che abbiamo realizzato per voi, le parole della grande giornalista e scrittrice Oriana Fallaci sulla Shoah e sull’antisemitismo. >>> GUARDA IL VIDEO <<<

BYE BYE PREFETTO!

Promozione per il Prefetto Impresa. Dopo appena tre anni, lascerà Padova per ricoprire il ruolo di Vice Capo di Gabinetto vicario del Ministro dell’Interno. Davvero strana la meritocrazia in Italia. Si è messa in luce sulle spalle dei padovani, riempiendo la Prandina di clandestini e portando avanti un durissimo braccio di ferro con l’ex Sindaco Massimo Bitonci, il quale alla fine ha avuto partita vinta. È stata un Prefetto scomodo, priva di amore per la città e interessata solo a conseguire i suoi propositi, prona al potere. In altre parole, ha usato Padova come trampolino di lancio. Ed ecco che il premio arriva puntuale con un incarico prestigioso al Viminale. Se queste sono le persone che arrivano a Roma, siamo davvero messi maluccio. PS. Solo un caso che sia stata premiata il giorno dopo le dimissioni del Commissario Penta da lei nominato solo 2 mesi e mezzo fa? Voi che ne pensate?

PENTA LASCIA. ANCORA UN RINVIO PER LA FIRMA SULL’OSPEDALE

Il Commissario Penta si è dimesso. Motivi personali, dice. A pensar male però spesso ci si azzecca, quindi è probabile che abbia subito delle pressioni. Era disposto a firmare le carte per l’ospedale, stava portando avanti le opere pubbliche delineate dall’amministrazione fatta cadere lo scorso novembre. 4 milioni per le asfaltature, 2,5 milioni per l’illuminazione, e poi il parco Tito Livio (piazzale Boschetti) e il parco delle Mura. Evidentemente qualcuno non ha gradito la sua gestione, troppo responsabile e poco incline al compromesso. Attendeva il conferimento dei poteri straordinari per dare il via al nuovo Polo della Salute a Padova est ma a quanto pare ad occuparsene sarà qualcun altro. Qualcuno sicuramente più inquadrato, al quale sarà ben spiegato cosa fare e cosa non fare. La Scuola della medicina pare davvero essere il nodo della contesa: ogni volta che si è prossimi a siglare l’accordo, a chi governa la città viene fatto lo sgambetto. Strano no? Votare in piena coscienza e con informazioni attendibili mi sembra imperativo. Qualcuno vuole spolpare la città, per contro, c’è chi chi si è speso e si spende per il bene dei padovani. #bitonciiltuosindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑