BUON COMPLEANNO ORIANA!

“Dire che il popolo è sempre vittima, sempre innocente, è un’ipocrisia e una menzogna e un insulto alla dignità di ogni uomo, di ogni donna, di ogni persona. Un popolo è fatto di uomini, donne, persone, ciascuna di queste persone ha il dovere di scegliere, di decidere per se stessa; e non si cessa di scegliere, di decidere, perché non si è né generali né ricchi né potenti.”

Oriana Fallaci

SBARCHI SENZA FINE: 80 NUOVI ARRIVI A PADOVA

Nuovo record di sbarchi in Italia: solo negli ultimi 3 giorni sono arrivate oltre 13mila persone, dall’inizio dell’anno quasi 90mila, il 28% in più dello stesso periodo del 2016. Ben 500 arriveranno in Veneto nelle prossime settimane, di cui 80 nel nostro Comune, dove saranno sparpagliati dal duo Giordani-Lorenzoni in tutti quartieri. I dati ufficiali del Viminale rivelano quanto noi denunciamo da sempre: in primo luogo che per la stragrande maggioranza (90%) si tratta di giovani maschi sotto i 35 anni senza mogli né figli al seguito; in secondo luogo che quasi il 60% è originario di Paesi africani non in guerra; in terzo luogo che solo un richiedente asilo su 20 (5%) ottiene lo status di rifugiato. In altre parole, le favole che il Governo ci ha propinato in questi anni si sono rivelate false e infondate. Esattamente come le accuse di razzismo di certi buonisti. È ormai innegabile che questi sono i numeri di una vera e propria invasione. Un’invasione di cosiddetti “migranti economici” o più semplicemente, clandestini! Un’invasione senza precedenti nell’indifferenza, anzi, con la complicità di un governo abusivo che non è stato scelto né voluto dal popolo. Un governo, lo scrivo volutamente con la ”g” minuscola, che ha di fatto deciso una sostituzione della popolazione, grazie anche alla legge sullo ius soli in fase di approvazione in Parlamento. È questa l’Italia che vogliamo? Noi non ci stiamo! Ci opporremo con ogni mezzo!

IL PUNTO ELETTORALE DI GIORDANI DIVENTA UN NUOVO DESPAR

Iniziamo a fare opposizione informando i cittadini sulle prime mosse della nuova amministrazione comunale: un nuovo supermercato del gruppo Despar (di cui Giordani è stato consigliere delegato dal 1995 al 2000 e che ha finanziato la sua campagna elettorale) nel punto G in Piazza dei Frutti. Cominciano già ad emergere le prime verità, i primi scambi di favori, gli accordi segreti. Saranno contenti i commercianti del Salone e del centro storico, presi in giro per mesi con nuove proposte di rilancio. E questo è solo l’inizio…

QUESTA È UNA PROMESSA: FAREMO OPPOSIZIONE DURISSIMA, SENZA PIETÀ.

Noi no, noi non ci congratuleremo ipocritamente con l’accoppiata Giordani-Lorenzoni come hanno fatto tanti esponenti e candidati del centrodestra in queste ore. Noi non ci piegheremo a chi ha vinto grazie ad una grande ammucchiata che va da destra a sinistra, comprendendo traditori, radical chic, comunisti, centri sociali, uniti non dai programmi ma soltanto dagli interessi e dall’odio per Bitonci. Con un accordo scellerato hanno unito i voti di tante facce incompatibili fra loro, come le tessere di un puzzle che non si comporrà mai. Massimo Bitonci, solo contro tutti, ha conquistato il 40% al primo turno e ben 44.488 voti al ballottaggio. Purtroppo questi numeri non sono bastati perché tanti, tantissimi padovani, con esattezza il 43%, non si sono recati alle urne, forse sottovalutando il pericolo all’orizzonte. Proviamo sdegno per Giordani, una marionetta nelle mani di Zanonato e del PD, portato alla vittoria grazie a menzogne, disinformazione, promesse irrealizzabili (come l’ospedale nuovo su vecchio), giornali compiacenti e bassa affluenza. In questi mesi abbiamo lottato duramente al fianco di Elisabetta Beggio, nostra Presidente. Abbiamo dedicato tempo, fatica e sudore per una causa nobile in cui continuiamo a credere fermamente. I nostri ideali, i nostri valori, la nostra visione di Padova non cambiano. Noi non ci arrendiamo! Continueremo a lottare con l’entusiasmo e la determinazione che ci hanno sempre contraddistinti, saremo la spina nel fianco di questa insensata amministrazione, torneremo ad essere Movimento di opposizione (dura opposizione!) come nel 2012 contro Zanonato. Unitevi a noi in questa battaglia di libertà, entrate nella squadra del Buonsenso!

DOMENICA 25 GIUGNO VOTIAMO MASSIMO BITONCI

Questa sera termina un’intensa campagna elettorale, una lunga avventura iniziata col maglione di lana e conclusa in maniche corte. Aperitivi, conferenze, manifestazioni, banchetti, intere giornate di volantinaggio nei quartieri tra strette di mano, sorrisi e un confronto costruttivo con i cittadini. Ora tocca a Voi scegliere se continuare nella strada del cambiamento o riconsegnare la città a chi l’ha distrutta negli ultimi vent’anni. DOMENICA 25 GIUGNO ANDIAMO A VOTARE IN MASSA E VOTIAMO MASSIMO BITONCI! #bitoncisindaco

NO IUS SOLI, NÉ ORA NÉ MAI.

Lo ius soli ha distrutto l’identità nazionale di molti Stati europei, primo fra tutti la Francia, con le conseguenze che tutti noi conosciamo. La cittadinanza va meritata, conquistata, non può essere regalata o peggio svenduta per meri fini elettorali. Non si può diventare italiani per legge. Essere italiani significa appartenere a un popolo con cultura, storia, usi, costumi e tradizioni comuni. La sinistra ha una visione distorta dell’integrazione secondo la quale non sono gli immigrati a doversi adeguare alle leggi e alle usanze italiane, ma gli italiani a dover tollerare le usanze degli stranieri. In un momento storico caratterizzato da un’immigrazione fuori controllo, approvare una legge di questo tipo significa condannare a morte il nostro Paese. La storia è piena di esempi di antichi popoli e culture scomparsi a causa dell’invasione incontrollata di altri e ciò deve esserci di insegnamento. Un conto è accogliere chi fugge dalla guerra (5%), un altro spalancare le porte a tutta l’Africa e riconoscergli diritti prima ancora che doveri. Per queste ragioni il Movimento del Buonsenso dice NO allo ius soli e, qualora fosse approvato dalla maggioranza abusiva che occupa il Parlamento italiano, sosterrà qualunque raccolta firme per chiedere un referendum abrogativo.

VERSO IL BALLOTTAGGIO

Cari amici che seguite la pagina, come avrete potuto notare, il Movimento del Buonsenso NON ha partecipato attivamente a questa tornata elettorale come lista civica ma ha sostenuto esternamente Elisabetta Beggio, sua Presidente, candidata per continuità nella lista Bitonci Sindaco. Abbiamo deciso di presentare il nostro simbolo alle elezioni amministrative, nella coalizione di Massimo Bitonci, per riappropriarci della nostra identità, dei nostri valori e della nostra storia, dopo che il candidato della sinistra Sergio Giordani ha lanciato lo slogan “il buonsenso finalmente”, generando parecchia confusione tra i nostri sostenitori. Nonostante nessuno dei nostri candidati abbia corso, la lista ha preso comunque un centinaio di voti. Ringraziamo coloro che ci hanno dato fiducia. In due anni e mezzo di buona amministrazione, Massimo Bitonci ha aumentato il suo consenso del 10%, pur avendo tutti contro. Anche Elisabetta Beggio ha conseguito un ottimo risultato personale e se al ballottaggio del prossimo 25 giugno vincerà il centrodestra, sarà rieletta in Consiglio Comunale per concludere il percorso intrapreso per il cambiamento della città. Crediamoci, insieme possiamo farcela! Non permettiamo alla sinistra di distruggere quanto di buono fatto finora.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑