BUON VIAGGIO PICCOLO CHARLIE 💙

NUOVO RECORD PER PADOVA: LA BADANTE PIÙ CARA D’ITALIA

Mentre faticosamente il Parlamento approva l’abolizione dei vitalizi, a palazzo Moroni si pensa bene, con una delibera di Giunta, di aumentare da 2.670 a 6.653 euro lo stipendio di Massimo Bettin, ex segretario provinciale del PD, ora portavoce del sindaco “civico” Sergio Giordani. Alla faccia della riduzione dell’indennità di carica annunciata in pompa magna lo scorso 19 luglio! Dopo neanche una settimana di lavoro, busta paga quasi triplicata e addirittura più alta di quella del sindaco stesso pari a 6.212 euro! Con questa abbiamo proprio toccato il fondo! #senzavergogna

IL VOLTO DELLA “DEMOCRAZIA”

Quanto avvenuto ieri sera a palazzo Moroni è VERGOGNOSO. Il “civico” e “pluralista” Lorenzoni con una mail ha invitato una cinquantina di esponenti di coalizione civica ad occupare preventivamente i posti disponibili in sala consiliare, lasciando fuori circa 70 sostenitori di Massimo Bitonci. Un fatto ancor più grave se consideriamo che uno dei primi provvedimenti della nuova giunta è stato la “riapertura” della casa dei padovani (solo propaganda visto che non è mai stata chiusa ma semplicemente veniva richiesto un documento di riconoscimento per ragioni di sicurezza). Come se non bastasse il professore ha anche insultato la minoranza, votata da 44.488 concittadini, definendola “minorata”. Quale modo migliore per dividere ulteriormente la città? Il sindaco? Non pervenuto. Anzi, imbarazzante! Non risponde alle domande e appare spaesato, confuso, in balia degli eventi. Quanto ancora durerà questa indecente armata Brancaleone?

VERSO L’ABOLIZIONE DEI VITALIZI O SOLO PROPAGANDA?

Dopo una giornata di bagarre, ostruzionismo e recriminazioni tra PD e M5S, è stata approvata ieri sera dalla Camera con 348 voti favorevoli, 17 contrari e 28 astenuti la proposta di legge Richetti che ricalcola con medodo contributivo i vitalizi di oltre 2600 ex parlamentari e consiglieri regionali. I vitalizi, infatti, sono stati già aboliti nel 2012, ma solo per i neo eletti: i parlamentari che hanno concluso il proprio mandato prima di quella data hanno continuato a percepire gli assegni pre-riforma, come se nulla fosse. Ora il provvedimento ha bisogno del via libera, per nulla scontato, del Senato per diventare legge. Finalmente, dopo anni di immobilismo, pare sia stato fatto un importante passo avanti nell’abolizione dei privilegi della “casta” ma sarà davvero così? Noi lo auspichiamo fortemente ma temiamo sia solo un grande bluff del PD per ripulirsi la faccia in vista delle elezioni politiche della prossima primavera. Un imbroglio basato sulla consapevolezza che la Consulta boccerà o modificherà totalmente l’impianto della legge per ragioni di incostituzionalità. Insomma, si profila l’ennesima fregatura ma restiamo fiduciosi. Voi che ne pensate? #stopvitalizi #bastaprivilegi

BETTIN (PD) PORTAVOCE DEL “CIVICO” GIORDANI

Il segretario provinciale del PD portavoce del “civico” Giordani? Incredibile! Con una sola mossa hanno sbugiardato un’intera campagna elettorale! Ora non dovrà più scrivergli i discorsi da leggere, li farà lui direttamente! A questo punto ci chiediamo che cosa ci stia ancora a fare Giordani a Palazzo Moroni! La marionetta?

GUERRIGLIA DEI CENTRI SOCIALI IN PIAZZA

Esprimiamo la nostra solidarietà ai poliziotti che questa sera sono rimasti feriti nella guerriglia pro ius soli scatenata dai centri sociali. Una pagina nera della storia di Padova, un brusco ritorno al passato. Ma noi cittadini perbene e di buonsenso non ci lasceremo sopraffare dalla violenza, sapremo alzare la testa e difendere la nostra amata città da questi facinorosi. #vergogna #difendiamopadova #noiussoli

TORRESINO E SPECOLA TRA RIFIUTI ED ERBA ALTA

Allarme rifiuti ed erba alta in riviera Tiso da Camposampiero a pochi passi dalla Specola, nel cuore della città. Un enorme disagio per i residenti della zona e un pessimo biglietto da visita per i numerosi turisti che percorrono quella via per recarsi dalle piazze allo storico osservatorio astronomico. Il problema tuttavia riguarda indistintamente tutti i quartieri già da diversi mesi. Esempio eclatante il piccolo parco all’angolo tra via Fabre e via Chiesanuova a ridosso del ponte delle Brentelle, reso di fatto inaccessibile dall’erba alta più di un metro. Il Commissario forse dormiva ma ora c’è un’amministrazione comunale e uno specifico assessore che dovrebbe prontamente intervenire! Che aspetta? La fine della stagione? Sveglia!

PRESO! E ORA?

Arrestato il rapinatore seriale che tra fine giugno ed inizio luglio ha rapinato una decina di anziane nella nostra città. Strano caso si tratta di un CLANDESTINO di 23 anni di origini tunisine con precedenti penali per fatti analoghi e spaccio di droga. Un plauso alle Forze dell’Ordine per l’ottimo lavoro svolto. Ora spetta alla giustizia e ancor più alla politica intervenire affinché certi fatti non si ripetano più. La clandestinità è un reato. Punto. Chi non ha i requisiti in regola per soggiornare nel nostro Paese non può girare liberamente per le nostre strade, piazze, giardini ma va immediatamente espulso, rimpatriato. Basta con questa assurda accoglienza indiscriminata che porta dentro gentaglia della peggior specie, magari evasa dalle galere dei Paesi di provenienza. Altri “fantasmi” che si sommano agli oltre 10mila già presenti in Veneto. Lo ribadiamo, BASTA! E avvisiamo il sindaco (scritto volutamente in minuscolo) di pensarci bene prima di spalmare tra i residenti nuovi arrivi, nuove “risorse” perché la città non dorme.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑