CHIEDIAMO PIÙ SICUREZZA A BORDO DEI TRASPORTI PUBBLICI

Magrebino senza biglietto tenta di strangolare controllore a bordo del tram. Non siamo in qualche pericoloso sobborgo di Caracas ma a Padova, davanti ai giardini dell’Arena romana. Un caso isolato? No. Pochi giorni fa sono stati aggrediti sia un autista di autobus in Corso del Popolo che un altro controllore a bordo del tram a Pontevigodarzere. Calci e pugni, una violenza cieca e immotivata ai danni di chi svolge onestamente il proprio lavoro per garantire il funzionamento del servizio. Una situazione che sta diventando insostenibile. Non è possibile avere paura di chiedere il biglietto a questi personaggi o magari non farlo per evitare problemi, alimentando così l’evasione. Il sindaco Giordani, che ricordiamo ha la delega alla sicurezza, anziché pensare alla Fiera delle Parole o all’accoglienza diffusa, prenda provvedimenti urgenti per garantire l’incolumità del personale di BusItalia e dei numerosi concittadini, pendolari e turisti che ogni giorno si spostano con i mezzi pubblici. Occorre mettere in atto una strategia efficace per contrastare i “portoghesi” e aumentare, soprattutto nelle ore serali, la presenza di Forze dell’Ordine e di vigilantes-controllori armati a bordo. Pugno di ferro e tolleranza non zero, sotto zero per questi delinquenti!

ROMAGNOLI: SEMPRE IN ALLERTA

Per ora alla Romagnoli sembra sia tutto sotto controllo ma teniamo gli occhi aperti. Vi invitiamo a segnalarci qualsiasi movimento sospetto, siamo pronti a mobilitarci tempestivamente per impedire una Prandina bis! #NOclandestiniallaRomagnoli

SULLE ONG AVEVAMO RAGIONE NOI!

Il sequestro della nave Iuventa, di proprietà della ong tedesca Jugend Rettet, a Lampedusa e l’avvio delle indagini per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina a carico dell’equipaggio, confermano quanto noi ribadiamo da sempre ossia il legame tra queste organizzazioni e i trafficanti libici. Se le accuse saranno confermate, auspichiamo pene severissime e controlli a tappeto. Questa gente deve andare in galera! Fuori dai nostri porti! Via dal Mediterraneo! Serve un radicale cambio di rotta: più manette, meno sbarchi!

MISSIONE IN LIBIA: ENNESIMO SPOT?

Via libera della Camera alla missione di supporto alla Guardia Costiera libica per il contrasto dell’immigrazione clandestina. Dopo anni di lassismo e migliaia di sbarchi e morti nel Mediterraneo, improvvisamente la sinistra prende coscienza dell’emergenza in corso, guarda caso proprio dopo il flop delle recenti elezioni amministrative e con l’avvicinarsi delle politiche. Un intervento che ha tutta l’aria di essere l’ennesimo spot di una maggioranza alla deriva e ormai prossima allo sfratto. Ci ricrederemo solo di fronte ai FATTI. Ad oggi l’unica certezza sono gli oltre 95.000 migranti, per la stragrande maggioranza CLANDESTINI, giunti nel nostro Paese da inizio anno e sparpagliati insensatamente in tutte le Regioni. Voi che ne pensate?

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑