UNA CHIUSURA INGIUSTA

Esprimiamo la nostra vicinanza a Emanuela e Giuliano per l’ingiusta e vergognosa chiusura della loro attività. Se l’amministrazione comunale avesse voluto una soluzione si sarebbe trovata ma alla fine ha prevalso il mix letale di burocrazia e ottusità.

Annunci

PISTE CICLABILI NEL DEGRADO

Sul Gazzettino di oggi, la nostra denuncia sullo stato di incuria e insicurezza delle piste ciclabili cittadine tra percorsi che finiscono nel nulla, tratti dissestati dalle radici degli alberi, sosta selvaggia di auto, erba alta, alberi e siepi non potate, foglie e rifiuti non raccolti. L’Amministrazione intervenga.

ROM A CHIESANUOVA (PARTE 2)

Sul Gazzettino di oggi, la nostra replica in merito alla questione dei rom a Chiesanuova. Il Comune nel tentativo di risolvere il problema ne ha creato un altro! Nel frattempo i nomadi si sono solo spostati di qualche centinaio di metri continuando a stanziare nel quartiere e a utilizzare il parco. Ecco le nostre proposte.

QUANDO LA SOLUZIONE È QUASI PEGGIORE DEL PROBLEMA…

Siamo lieti che il Comune, in risposta alla nostra denuncia sul Gazzettino della settimana scorsa, sia intervenuto prontamente per contrastare l’invasione di rom a Chiesanuova, tuttavia, nel tentativo di risolvere il problema ne ha generato un altro, privando i residenti e i commercianti della zona del parcheggio a causa del posizionamento di “panettoni” di cemento. Non era forse meglio predisporre dei pali a “L” rovesciata, creando una sorta di “portale anti-camper”, ma che permettesse comunque alle auto di parcheggiare? Una struttura metallica similare a quella posizionata all’ingresso del limitrofo parcheggio dell’ex anagrafe di Chiesanuova o a quella realizzata dall’amministrazione Bitonci nel parcheggio del cimitero di Camin? Voi che ne pensate? Nel frattempo i rom si sono spostati di qualche centinaio di metri ma continuano a stanziare nel quartiere. Serve il #pugnodiferro!

INVASIONE DI ROM A CHIESANUOVA

Sul Gazzettino di oggi, la nostra denuncia sul ritorno dei rom a Chiesanuova. A nome dei tanti residenti preoccupati per la situazione chiediamo al Sindaco e alla Giunta di prendere provvedimenti urgenti al fine di ripristinare ordine, legalità e decoro nel quartiere. Il verde pubblico appartiene ai padovani e a tutti coloro che lo rispettano e ne hanno cura. Tolleranza zero per chi bivacca e lorda gli spazi comuni. A fine mese torneremo per un sopralluogo e pretendiamo di non trovare più questa indecenza!

DALLA PARTE DEI RESIDENTI DI SAN LAZZARO

Sul Gazzettino di oggi il nostro NO alla chiusura del passaggio a livello tra via Friburgo e via Venezia senza prima aver individuato una valida soluzione alternativa, come ad esempio un sovrappasso ciclo-pedonale accanto al cavalcavia Venezia, per evitare l’isolamento del rione San Lazzaro. La giravolta per il cavalcavia Maroncelli che era stata prospettata dal Comune è assolutamente inadeguata. L’amministrazione faccia chiarezza.

RIONE PALESTRO, IL MOVIMENTO DEL BUONSENSO CHIEDE RIPRISTINO DELLA LEGALITÀ

La nostra denuncia sulla vergognosa situazione del grande complesso condominiale tra via Palestro, via Tirana e via Brigata Padova dove persistono le OCCUPAZIONI ABUSIVE DEI CENTRI SOCIALI nel totale disinteresse dell’ente proprietario (Inps) e dell’amministrazione comunale. I due collettivi regolarizzino la propria posizione, pagando un equo affitto e ottenendo tutti i permessi per lo svolgimento delle loro attività, oppure siano sgomberati! Comune, Inps e Forze dell’Ordine intervengano coralmente affinché venga ripristinato uno stato di legalità e diritto. #tolleranzazero

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑