MEMORIA CORTA

Davvero fuori luogo le parole di Alice Weidel, leader dell’estrema destra tedesca che in un tweet scrive: “La folle manovra degli italiani a spese della Germania: perché dobbiamo pagare noi per i ricchi italiani?”. E ancora: “Orrendo nuovo indebitamento: sono pazzi questi romani! L’Italia si affida alla solidarietà europea o sul fatto che la Bce annulli i suoi debiti obbligazionari. In questo modo la Germania sarà ancora una volta l’ufficiale pagatore”. Al di là del nostro giudizio sul Def, vorremmo ricordare alla signora la storica Conferenza di Londra del 1953 in cui l’Europa ha cancellato buona parte degli ingenti debiti di guerra della Germania. Senza questo regalo sarebbe diventata la più grande potenza europea?

➡️ Per approfondire vi consigliamo di leggere questo interessante articolo de Il Sole 24 Ore cliccando qui!

Annunci

VIA LIBERA DEL SENATO ALLA RIFORMA DELLA LEGITTIMA DIFESA

Esprimiamo la nostra soddisfazione per il via libera del Senato al riforma della #legittimadifesa con 195 voti favorevoli (Lega, Movimento 5 Stelle, Forza Italia e Fratelli d’Italia), 52 contrari (PD, Liberi e Uguali) e un astenuto. Ora il provvedimento passa all’esame della Camera. Ecco le principali novità.

RIQUALIFICAZIONE SUBITO O SARÀ MOBILITAZIONE!

Oltre un anno fa abbiamo scritto e depositato, grazie al supporto del Consigliere Luciani, una mozione per riqualificare il Borgomagno, mozione che è stata inserita nell’ordine del giorno degli ultimi due Consigli Comunali e puntualmente RINVIATA. Al di là delle nostre proposte, che possono essere condivise o meno, ciò che ci lascia esterrefatti è il TOTALE DISINTERESSE dell’amministrazione per una questione che dovrebbe avere la massima PRIORITÀ. Sembra quasi ci sia la volontà politica di censurare, insabbiare, nascondere i problemi anziché risolverli. Noi però non ci stiamo più. I cittadini non ci stanno più. Chiediamo al Sindaco e alla Giunta di mettere al centro dell’agenda politica e del dibattito in aula la riqualificazione del rione prima che diventi una seconda via Anelli o sarà MOBILITAZIONE!

FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI!

Il Movimento del Buonsenso su richiesta di residenti e commercianti lancia 3 PETIZIONI per migliorare la qualità della vita nella zona nord-ovest di Padova ed in particolare nei rioni Sacro Cuore, Ponterotto, Altichiero, Montà e Sant’Ignazio.

✍🏻 Con la prima petizione chiede all’Amministrazione Comunale la RIAPERTURA DELL’UFFICIO ANAGRAFE IN VIA ASTICHELLO, QUARTIERE 6 – SACRO CUORE. La chiusura, decretata nell’autunno 2013 dalla Giunta Zanonato-Rossi “per motivi di riorganizzazione”, doveva essere temporanea ma poi gradualmente è diventata definitiva, arrecando non pochi disagi ai residenti, soprattutto ai più anziani, impossibilitati a spostarsi negli uffici alternativi o ad utilizzare i servizi online. Dalle autenticazioni alle certificazioni, dalle carte d’identità ai cambi di residenza: il ripristino del suddetto ufficio andrebbe a colmare un vuoto amministrativo che da oltre quattro anni interessa la zona nord-ovest della città che conta oltre 20mila abitanti.

✍🏻 Con la seconda petizione chiede all’Amministrazione Comunale la DELOCALIZZAZIONE DEL FESTIVAL SHERWOOD, manifestazione musicale che da anni si tiene al parcheggio nord dello stadio Euganeo, a cavallo tra i mesi di giugno e luglio, a causa dei gravi disagi legati al traffico, alla sosta selvaggia e al disturbo della quiete pubblica per l’elevato volume della musica, più volte denunciati da residenti e commercianti della zona. Il nostro obiettivo non è quello di impedire lo svolgimento di una rassegna che attira ogni anno migliaia di giovani e rappresenta una grande opportunità artistica e culturale per l’intera città bensì tutelare il diritto imprescindibile al riposo di chi vive, studia o lavora in particolare nei rioni Sacro Cuore, Ponterotto, Altichero, Montà e San Bellino. Auspichiamo pertanto che il Sindaco e la Giunta trovino, in accordo con gli organizzatori della kermesse, una soluzione in grado di soddisfare tutte le parti in causa, magari con il trasferimento in zona industriale o altra area più idonea.

✍🏻 Infine, con la terza petizione chiede all’Amministrazione Comunale di prendere provvedimenti urgenti al fine di MIGLIORARE IL SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI nel quartiere 6 ed in particolare nel complesso Valsugana (ex Gescal) in via Franzela a Sacro Cuore, dove persiste un’inadeguata e precaria gestione da parte di Acegas Aps Hera. La situazione, denunciata più volte dai residenti, sta gradualmente degenerando e le aree dedicate alla raccolta dei rifiuti si stanno trasformando in vere e proprie discariche a cielo aperto con la comparsa di ratti che si aggirano tra i cassonetti strapieni e i rifiuti, talvolta ingombranti, abbandonati per strada. Il problema è iniziato con l’introduzione del “porta a porta”, evidentemente mal gestita soprattutto nei grandi complessi condominiali come quello sopracitato che conta ben 11 stabili per un totale di 276 appartamenti. Confidiamo quindi che l’Assessore competente, in sinergia con l’Azienda, trovi una soluzione efficace e definitiva all’annosa criticità, valutando la possibilità di predisporre delle isole ecologiche interrate laddove gli attuali contenitori risultano chiaramente insufficienti o quanto meno intensificando i giri di raccolta e di pulizia dei cassonetti.

È possibile firmare a propria discrezione una, due o tutte tre le petizioni fino al 16 novembre 2018 in una delle seguenti attività commerciali:

SACRO CUORE: 

  • Panificio Rizzo (via Astichello, 8)
  • Bar Colonna (via Sacro Cuore, 21)
  • Crilù Cafè (via Sacro Cuore, 27)
  • Reshape store (via Sacro Cuore, 28a)
  • Panificio “Il mastro fornaio” (via Sacro Cuore 28b)

ALTICHIERO: 

  • Ristorante “La Casa” (via Altichiero, 27)
  • Cartoleria Zella (via Altichiero, 29)
  • Bar e tabacchi da Elvis (via Altichiero, 30) 

MONTÁ: 

  • Pasticceria Dolci Tentazioni (via Montà, 85)
  • Emy Cafè (via Montà, 184)

Le firme raccolte saranno poi protocollate e portate all’attenzione del Sindaco e della Giunta. Potranno inoltre fungere da supporto ad eventuali mozioni da discutere in Consiglio Comunale.

SALVIAMO IL MAAAP!

Ci uniamo all’appello dei volontari dell’associazione “La Crose Onlus” e dei Consiglieri Comunali Eleonora Mosco e Ubaldo Lonardi: il MAAAP (Museo Archeologico Ambientale delle Acque del Padovano), ospitato nella splendida chiesetta di Sant’Eufemia ad Altichiero, sia riscoperto e valorizzato! #salviamoilmaaap

NO AL BLOCCO (ANCHE) DELLE AUTO DIESEL EURO 4!

Mettere al bando anche i veicoli Diesel Euro 4, ossia mezzi con meno di 10 anni di vita, è una scelta ASSURDA che punisce migliaia di famiglie e lavoratori costretti dall’oggi al domani a cambiare macchina / furgone con incentivi RIDICOLI. L’ennesima conferma che per questa amministrazione i bisogni dei padovani vengono dopo le convinzioni ideologiche e la volontà di fare cassa con le multe. Combattere l’inquinamento è sacrosanto ma non è questo il modo giusto né tantomeno risolutivo.

NOI NON CI STIAMO!

Inaccettabile che l’amministrazione comunale, in nome di un pluralismo inesistente, abbia concesso una sala pubblica ad un gruppo di facinorosi che lo scorso anno ha messo a ferro e fuoco il centro storico e ferito 5 agenti. Fatto ancor più grave considerando che la suddetta sala è stata utilizzata per contestare pubblicamente i provvedimenti a loro carico disposti dal Questore. Vergognoso inoltre che una parte della maggioranza (Coalizione Civica) abbia sostenuto le loro assurde rivendicazioni, facendo scempio delle Istituzioni che dovrebbe rappresentare. Noi non ci stiamo! Palazzo Moroni è la casa dei padovani, non la casa della violenza e dell’illegalità! Chiediamo al Questore ed al Prefetto di reagire con forza e di procedere penalmente nei confronti di questi prepotenti che hanno violato il divieto di accesso a Padova, ignorando sfacciatamente il foglio di via. È ora di dire basta! #tolleranzazero

PRESO L’AUTORE DELLE SPACCATE A PADOVA

È stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile l’autore delle 37 spaccate degli ultimi mesi ai danni dei negozi di Padova. Si tratta di un tunisino di 40 anni, Ammor Ben Lazhar Torch, pluripregiudicato ed irregolare. La cattura è avvenuta nella notte in zona Palestro nei pressi dell’abitazione della sorella. Ora la Polizia è a caccia di un possibile complice. Il nostro plauso al Questore e ai suoi uomini per aver finalmente messo fine a questo incubo. Espulsione e galera nel Paese d’origine, non c’è spazio in Italia per questi delinquenti!

CHI SBAGLIA DEVE PAGARE!

Auguri di pronta guarigione ai due agenti feriti e un plauso per la professionalità e il sangue freddo con cui hanno arrestato il giovane spacciatore tunisino. Ogni sforzo delle nostre Forze dell’Ordine però sarà sempre inutile finché non sarà garantita la CERTEZZA DELLA PENA. Auspichiamo pertanto che il governo, che ha già dimostrato grande sensibilità e concretezza sul tema della sicurezza con il #decretosalvini, agisca quanto prima in questa direzione e metta fine all’indulto quotidiano a cui assistiamo impotenti. Chi sbaglia deve pagare! #tolleranzazero

Ps. Per i due richiedenti asilo denunciati per spaccio e subito rimessi in libertà (articolo in basso a destra) solo due parole: RIMPATRIO IMMEDIATO!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑