SEI FAVOREVOLE O CONTRARIO ALLE NUOVE LINEE DEL TRAM?

Si infiamma il dibattito sulle nuove linee del tram annunciate in questi giorni dall’amministrazione Giordani-Lorenzoni. Grande preoccupazione e disappunto è stato manifestato da parte di alcuni commercianti di via Facciolati e via Crescini e più in generale dei residenti del quartiere Forcellini. L’opposizione non ci sta ed è pronta a raccogliere le firme per un referendum cittadino. E tu che ne pensi? Sei FAVOREVOLE o CONTRARIO al progetto delle due nuove linee del tram? Vota il nostro SONDAGGIO!

Annunci

QUESTIONARIO MOVIMENTO DEL BUONSENSO

Cari amici che seguite la nostra pagina Facebook / sito web, vi proponiamo questo breve QUESTIONARIO per conoscervi meglio e raccogliere suggerimenti utili a migliorare la città e le attività della nostra Associazione. Ringraziandovi in anticipo per la vostra preziosa collaborazione, vi invitiamo a rispondere online entro mercoledì 22 febbraio cliccando qui.

N.B. Il presente questionario è completamente anonimo, può essere compilato una sola volta e richiede in media non più di 5 minuti. I risultati saranno comunicati entro la fine della prossima settimana.

SOSPENDERE SCHENGEN? ECCO I RISULTATI DEL NOSTRO SONDAGGIO

1943411.jpg

Continua il dibattito europeo sul Trattato di Schengen. Da un lato paesi come Austria, Francia e Svezia che vorrebbero sospenderlo, per lo meno temporaneamente, dall’altro l’Italia renziana che invece si ostina a difendere la libera circolazione. La scorsa settimana abbiamo lanciato un sondaggioper conoscere l’opinione dei padovani sul tema. Il riscontro è stato positivo. L’82% è favorevole alla sospensione e ritiene che i confini (sia interni che esterni) vadano controllati e difesi. Soltanto il 18% è contrario e vede nella sospensione del Trattato la fine dell’Europa. Nessuno ha cliccato sulla voce “Non so”, segnale che i cittadini hanno le idee piuttosto chiare sulla questione.

#SONDAGGIO: SEI FAVOREVOLE O CONTRARIO ALLA SOSPENSIONE DEL TRATTATO DI SCHENGEN?

Alcuni giorni fa l’Austria ha annunciato di voler sospendere il Trattato di Schengen e chiudere le frontiere ai profughi e ai migranti in arrivo da Slovacchia, Repubblica Ceca e Italia. Questo significa che migliaia di immigrati provenienti dalla cosiddetta “rotta balcanica” e diretti nel nord Europa saranno dirottati in Italia attraverso il nostro confine orientale, ossia quello con la Slovenia. Qui presumibilmente resteranno bloccati dal momento che anche la Francia ha ripristinato i controlli sul proprio confine con l’Italia. A ciò si sommano gli arrivi via mare dal nord Africa che dalla prossima primavera si prevede ricominceranno a pieno ritmo. Di fronte a questo scenario Renzi continua (ormai quasi solo in Europa) a difendere Schengen e le politiche immigratorie fallimentari degli ultimi mesi. Noi non ci stiamo! Proteggere i confini esterni e controllare quelli interni è un imperativo categorico, per non dire morale. L’Italia non può trasformarsi nel campo profughi d’Europa! Il nostro tessuto sociale, già duramente compromesso dalla crisi economica degli ultimi anni, non è in grado di assorbire flussi così consistenti e incontrollati. Tu cosa ne pensi? SEI FAVOREVOLE O CONTRARIO ALLA SOSPENSIONE DEL TRATTATO DI SCHENGEN? 

SONDAGGIO SUL RACKET DELLE BICICLETTE A PADOVA: ECCO IL RISULTATO

Un attimo di distrazione e la bici non c’è più. Quante volte vi è capitato o vi è stato raccontato da amici e familiari? In Italia la media è altissima: circa 3mila casi al giorno e a Padova il fenomeno è particolarmente diffuso. Le due ruote a pedali sono sempre più gettonate dai malviventi, che le preferiscono addirittura alle auto. Nei prossimi mesi realizzeremo delle iniziative mirate per combattere, in sinergia con l’amministrazione comunale, questa piaga cittadina. Nel frattempo abbiamo raccolto un po’ di dati con un sondaggio. Il riscontro è stato positivo. Il primo quesito indagava sulla mobilità cittadina: bicicletta e automobile sono risultati i due mezzi più utilizzati per spostarsi all’interno della città. A seguire c’è chi preferisce camminare, viaggiare con i mezzi pubblici o in moto e/o scooter (Fig. 1). 

Quesito1

Il secondo indagava invece il numero di furti subiti negli ultimi cinque anni: oltre la metà dei rispondenti (52%) ha dichiarato di essere stato derubato almeno una volta. Il 25% addirittura più di una, in media tra le 2 e le 3. Solo il 23%, dato poco confortante, ha affermato di non aver mai subito furti (Fig. 2).

Quesito2

Il terzo quesito indagava l’efficacia di cinque soluzioni per contrastare il furto di biciclette attraverso un giudizio da 1 a 10. “Parcheggi custoditi” con una media di 8,7 è risultata la soluzione più efficace, seguita da “rastrelliere di qualità” (8,1), “videosorveglianza” (7,6), “sito web comunale con foto delle biciclette ritrovate, sequestrate o rimosse” (7,3) e “marchiatura biciclette” (7) (Fig. 3). 

Quesito3

L’ultimo quesito infine dava la possibilità di scrivere ulteriori proposte o suggerimenti da sottoporre all’Amministrazione Comunale attraverso la Consigliera Elisabetta Beggio. Tra queste l’istituzione di un registro comunale per le biciclette come aggiunta / potenziamento al servizio di marchiatura già esistente; continui blitz dei vigili urbani nei luoghi in cui notoriamente vengono vendute bici rubate, con sequestro e sanzioni pesanti anche per i compratori; distribuzione di parcheggi automatici, pratici e sicuri come quello attivo durante ExpoBici; maggior presenza di telecamere nelle zone a rischio; diffusione capillare del servizio Bike Sharing nei quartieri; vendite più frequenti da parte del Comune delle biciclette sequestrate e non reclamate a prezzi “stracciati” per limitare il commercio di bici rubate; costruzione di parcheggi dedicati (anche multipiano) in zona stazione e ai capolinea del tram prendendo esempio da città nordeuropee come Amsterdam. Non possiamo inoltre non riportare alcune segnalazioni in merito alla videosorveglianza del San Gaetano ritenuta “totalmente inutile” al fine di contrastare i furti di biciclette ed individuare i ladri. Necessarie delle verifiche. Ringraziamo tutti i cittadini che hanno dedicato il proprio tempo al nostro sondaggio, insieme vinceremo questa battaglia di civiltà!

QUESTION TIME

Furti biciclette

Un attimo di distrazione e la bici non c’è più. Quante volte vi è capitato o vi è stato raccontato da amici e familiari? In Italia la media è altissima: circa 3mila casi al giorno e a Padova il fenomeno è particolarmente diffuso. Le due ruote a pedali sono sempre più gettonate dai malviventi, che le preferiscono addirittura alle auto. Nei prossimi mesi il Movimento del Buonsenso realizzerà delle iniziative mirate per combattere in sinergia con l’amministrazione comunale questa piaga cittadina. È tempo di alzare la testa e riprenderci la nostra città! Tolleranza zero verso questi criminali!

Aiutaci a raccogliere un po’ di dati rispondendo al seguente questionario che richiede pochi minuti. Il tuo feedback è importante: https://it.surveymonkey.com/s/PLGNMKS

SONDAGGIO SULLA PROSTITUZIONE: ECCO IL RISULTATO

Risultati sondaggio prostituzione Padova

La scorsa settimana abbiamo lanciato un sondaggio per conoscere l’opinione dei padovani sul tema. Il riscontro è stato positivo. L’81% ritiene che la soluzione migliore sia REGOLAMENTARLA, abrogando la legge Merlin, riaprendo le case chiuse, effettuando controlli igienico-sanitari periodici, facendo pagare le tasse alle prostitute e mantenendo i reati di sfruttamento e induzione alla prostituzione. Il 7% ritiene sia necessario COMBATTERLA, rendendo la prostituzione reato penale e punendo clienti e prostitute in modo severo. Il 3% dei votanti propone di LIMITARLA creando una zona a luci rosse in cui le prostitute possano esercitare la “professione” lontane da occhi indiscreti. Il 2% ha risposto “NULLA” asserendo che va bene così com’è. Infine il 6% ha cliccato sulla voce “NON SO” e il restante 1%, selezionando la casella “ALTRO”, ha lasciato un proprio commento. C’è chi ha criticato il nostro sondaggio perché non ha posto maggiormente l’accento sul lato umano e chi invece ha specificato la necessità di combattere il fenomeno senza però colpire le prostitute che già vivono una situazione di disagio e violenza.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

QUESTION TIME

sondaggio prostituzione

Continua il dibattito sulla prostituzione a Padova. Sono trascorsi quasi sessant’anni dall’introduzione della legge Merlin con cui veniva stabilita la chiusura delle case di tolleranza e ancora non è stato risolto il problema della prostituzione sulle strade. Si stima che in Italia le prostitute siano tra le 70 e le 120mila, in maggioranza straniere, con un numero di clienti che oscilla intorno ai 9 milioni, per un giro d’affari annuo di oltre 5 miliardi di euro. Si tratta per lo più di ragazze, introdotte molto spesso clandestinamente nel nostro Paese con l’illusione di un lavoro, che si ritrovano poi ad essere sottoposte a uno status di vera e propria schiavitù sessuale. A queste si affianca una minoranza che si prostituisce per libera scelta. Un fenomeno complesso, dunque, che molto spesso si intreccia con la criminalità organizzata e con la tratta di esseri umani. Occorrono soluzioni non più rinviabili, finalizzate soprattutto alla tutela della sicurezza pubblica, della salute pubblica e alla salvaguardia della moralità pubblica e del decoro urbano. Quali? Vai al seguente link e vota il nostro sondaggio: https://it.surveymonkey.com/s/D7WZH8H

SONDAGGIO SUL FUTURO PARCO BOSCHETTI: ECCO IL RISULTATO

Risultati sondaggiorid

La scorsa settimana abbiamo lanciato un sondaggio per conoscere l’opinione dei padovani in merito alla nostra proposta di ricavare lo spazio utile per realizzare un’aula studio in uno degli edifici liberty del futuro Parco Boschetti. Il riscontro è stato positivo. L’85% ha espresso parere FAVOREVOLE, ritenendo che la costante presenza degli studenti costituirebbe un ottimo deterrente al degrado e riqualificherebbe ulteriormente la zona. Il 7% si è detto CONTRARIO ritenendo più che sufficienti le aule studio attuali e/o il contesto inadeguato. Infine il 5% ha risposto “NON SO” e il 3%, selezionando la voce “ALTRO”, ha lasciato un proprio commento. C’è chi si è detto favorevole, ma con maggior vigilanza, chi invece ha proposto di abbattere i due edifici (eventualità non possibile in quanto vincolati dalla Soprintendenza) e costruire al loro posto un parcheggio o ampliare il parco. Altri ancora hanno criticato la nostra proposta considerandola inutile o insufficiente a riqualificare l’area, tuttavia occorre sottolineare che la nostra soluzione si inserisce in un progetto più ampio e articolato che comprende la possibilità di realizzare sale riunioni, mostre, ristoranti, bar, ecc…Uno spazio concepito come luogo di incontro, socializzazione e crescita culturale, nonché turistica.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista
Bitonci Sindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑