ENNESIMA AGGRESSIONE A BORDO DEI MEZZI PUBBLICI: QUALI SOLUZIONI?

Mentre sindaco e vice si trastullano con i progetti delle nuove linee del tram o si affrettano a chiedere le dimissioni di autisti esasperati, un altro controllore viene selvaggiamente aggredito. Un caso tutt’altro che isolato. Continuiamo a chiedere più sicurezza a bordo dei mezzi pubblici sia per i dipendenti che per i passeggeri. Occorre mettere in atto una strategia seria ed efficace per contrastare i cosiddettiportoghesi” anche con l’ausilio di sistemi tecnologici già sperimentati con successo in altre città italiane ed europee, ad esempio i tornelli. Non solo, occorre anche aumentare, soprattutto nelle ore serali, la presenza di Forze dell’Ordine e di vigilantes armati a bordo. Voi che ne pensate? Quali sono le vostre esperienze e proposte?

Annunci

SENZA VERGOGNA!

Ogni giorno leggiamo sui giornali o assistiamo personalmente a episodi di spaccio, aggressioni, spaccate, furti, rapine. Interi rioni sono costretti ad arrangiarsi, ad assumere vigilantes privati o ad organizzare ronde per poter vivere più serenamente. E nonostante l’evidenza, il sindaco continua ad affermare senza vergogna che si tratti solo di percezione di insicurezza” dovuta a fattori psicologici. Parole che certificano la sua inadeguatezza e il fallimento dell’amministrazione sul fronte sicurezza. I padovani, che ogni anno versano al Comune milioni di euro di tasse, non vanno lasciati soli ma sostenuti e tutelati. Giordani rilegga il suo programma elettorale su questo tema e passi finalmente dalle parole ai fatti oppure rimetta la delega alla sicurezza e la affidi ad un esperto.

NOTTE DI ORRORE A COLONIA

1451991362-polizia-tedesca

Come donna prima e come rappresentante delle Istituzioni e portavoce di questo Movimento poi, sono profondamente indignata e arrabbiata per quanto accaduto la notte di Capodanno a Colonia‬. Subito dopo la mezzanotte, circa 90 donne sono state circondate, molestate, palpeggiate, derubate da un orda di 1000 uomini ubriachi, tra i 15 e i 35 anni, di origini arabe e nordafricane. Una di loro sarebbe stata addirittura stuprata. Mi auguro che i colpevoli vengano al più presto individuati e puniti. Non solo: qualora si scoprisse che tra loro ci sono dei rifugiati, auspico che la Germania, che ha un ruolo di leader in Europa, si faccia promotrice di un radicale cambiamento delle politiche migratorie. Fatti del genere devono allertare le coscienze e far sì che si utilizzi ogni strumento affinché non accadano mai più. Un pensiero alle vittime, per le quali immagino l’enorme spavento.

Elisabetta Beggio 
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑