OCCUPAZIONE ABUSIVA VIA CARDINAL CALLEGARI: RIPRISTINARE SUBITO LA LEGALITÀ

Il Movimento del Buonsenso è da sempre favorevole al recupero e al riutilizzo di immobili sfitti e abbandonati all’incuria, soprattutto se per fini di utilità sociale, ma SEMPRE nel rispetto delle leggi. Chiudere un occhio su queste situazioni come è stato fatto finora in varie parti della città, ad esempio nei condomini dell’INPS in zona Palestro, significa legittimare gli occupanti e far passare il messaggio sbagliato che chiunque può appropriarsi abusivamente di edifici di proprietà pubblica o privata senza pagarne le conseguenze. Il problema deve essere affrontato coralmente da ente proprietario, Comune e Forze dell’Ordine affinché venga ripristinato uno stato di legalità e diritto. Se Potere al Popolo e Spazio Sociale Catai non raggiungono un accordo con la proprietà e non regolarizzano la propria posizione, pagando un equo affitto o acquistando i locali e ottenendo tutti i permessi necessari per lo svolgimento delle loro attività, siano sgomberati! La legge è uguale per tutti.

Annunci

VIA ANELLI: A MAGGIO PARTE LA RIQUALIFICAZIONE

anelli1.png

Via Anelli, complesso Serenissima. Dopo quasi dieci anni di immobilismo a causa del braccio di ferro tra Amministrazione Comunale e proprietari privati degli alloggi, finalmente è stata trovata una soluzione definitiva. Se entro maggio il Comune non avrà ottenuto almeno il 75% dei mini appartamenti (percentuale minima prevista dalla legge per poter imporre un piano di ristrutturazione), mediante permuta, si procederà all’esproprio per pubblica utilità. L’obiettivo dell’Amministrazione è chiaro: radere al suolo l’intera area ed edificare un campus per studenti in accordo con Ater, Esu e Università. Questa volta però, gli alloggi non saranno ceduti a privati ma resteranno saldamente pubblici. Una soluzione in grado di riportare dignità e decoro in una zona tra le più degradate della città che tuttavia si trova in una posizione strategica in quanto vicina agli istituti universitari e al futuro ospedale. Auspico una pacificazione e una rapida risoluzione che garantisca gli interessi di entrambe le parti, dopotutto lo scambio tra case comunali (di pari o superiore metratura in altre zone della città) e alloggi fatiscenti mi sembra più che vantaggiosa. L’Amministrazione ha già fatto diverse proposte e ha lasciato il tempo debito per le valutazioni. È arrivato il momento di agire.

Elisabetta Beggio

UN FUTURO POSSIBILE PER VIA ANELLI: CAMPUS UNIVERSITARIO

via-Anelli.jpg2Bitonci‬ lancia il suo ‪ultimatum‬: il 30 giugno inizieranno gli espropri in via Anelli. La volontà dell’Amministrazione è quella di costruirvi un campus per studenti. Sono trascorsi ormai otto anni dallo sgombero e dalla chiusura del Residence Serenissima, operazione portata a termine dall’allora Sindaco ‪Zanonato‬, assurto agli onori della cronaca per aver fatto erigere il muro antispaccio. Ad oggi, l’ex quartiere ghetto della ‪‎Stanga‬ è terra di nessuno. Ricordiamo bene le notizie del tempo che raccontavano la situazione abitativa delle sei palazzine ospitanti trecento mini appartamenti: drogati, prostitute, magnaccia, clandestini e balordi di ogni sorta erano diventati i “padroni” del Residence. Dopo la chiusura, inevitabilmente ‪‎spaccio‬ e ‪prostituzione‬ si sono trasferiti altrove, per lo più nel quartiere ‪Arcella‬. La cattedrale nel deserto, con porte e finestre murate, aspetta di conoscere il suo destino. Cento alloggi sono già stati acquistati da ‪Comune‬ e ‪‎Ater‬; i rimanenti sono per lo più di proprietà di privati. Ecco che il Sindaco, dopo una serie di trattative, ieri ha lanciato il suo aut aut: se non accetteranno la permuta collettiva con appartamenti del comune o il permesso di sviluppare la stessa metratura altrove, l’unica via possibile sarà l’esproprio. Bitonci è deciso: radere al suolo l’intera area ed edificare una sorta di Casa per lo studente in collaborazione con ‪‎Università‬ e Ater. Questo pugno di ferro e la presa di posizione del primo cittadino si sono rese necessarie per via dell’urgenza di intervento. Oramai non si può più aspettare poiché quella zona va radicalmente riqualificata. Penso alle poche famiglie di padovani che ancora vi abitano e immagino il disagio che devono provare nel vivere nell’abbandono e nel ‪‎degrado‬ più totale. Bene quindi, avanti con questa determinazione e con questa volontà di riportare dignità e decoro in ogni quartiere della città.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista ‪BitonciSindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑