KEBAB FINO ALLE 23:00 IN ZONA STAZIONE

Ancora un’ordinanza buttata nel cestino. Come se l’ex Sindaco Bitonci si fosse divertito a far chiudere anticipatamente alcuni locali. Giordani intende concedere la chiusura alle 23:00 ai kebab in zona stazione. Secondo lui una serranda aperta è sinonimo di sicurezza. Certo, come non essere d’accordo, bisogna vedere però da chi è frequentato il locale e ben conosciamo il motivo dell’ordinanza di Bitonci: disturbo della quiete pubblica, spaccio, degrado. Non ci siamo proprio, la visione che ha il sindaco della città non collima con la nostra e i residenti che avevano finalmente ritrovato un po’ di tranquillità sono già sul piede di guerra. Male, molto male! Voi che ne pensate?

L’APERITIVO DEL BUONSENSO

Abbiamo pensato a voi. A voi con noi. Il nostro desiderio è quello di conoscervi uno per uno, di ascoltarvi, di stringervi la mano. Ecco che nasce L’APERITIVO DEL BUONSENSO, un evento conviviale per iscriversi alla nostra Associazione e condividere idee e proposte per migliorare Padova. Sarà inoltre l’occasione per ribadire con forza il nostro supporto a Massimo Bitonci e prendere le distanze dal candidato della sinistra, assolutamente privo di idee, che ci ha copiato nel nome ma non nella sostanza. È arrivato il momento di uscire da Facebook e di trovarci nella vita di tutti i giorni. Vi aspettiamo quindi MERCOLEDÌ 29 MARZO DALLE 18:30 ALLE 20:00 AL CAFFÈ MARGHERITA IN PIAZZA DELLA FRUTTA (saletta interna). Brindiamo insieme al Buonsenso, il nostro!

DALLA PARTE DI CHI SI DIFENDE, SEMPRE!

Oggi sono stata ospite della trasmissione “Rosso e Nero” su Telenuovo. Nel corso della puntata si è discusso di legittima difesa in seguito al tentativo di rapina nella villa di Adriano Celentano e alle discusse dichiarazioni di Francesco Facchinetti sull’argomento. Da sempre ritengo che l’inviolabilità della nostra casa, del nostro negozio, della nostra azienda, insomma della proprietà privata, sia un principio irrinunciabile e da difendere con fermezza. Per questo, sostengo e sosterrò sempre qualunque iniziativa finalizzata a modificare la legge vigente sulla legittima difesa e ad abolire l’assurdo reato di “eccesso colposo di legittima difesa”. Non sto invocando la corsa alle armi o alla giustizia “fai da te”, ma i cittadini onesti devono essere tutelati e messi nella condizione di poter difendere se stessi, i propri beni, la propria famiglia da malintenzionati che potenzialmente potrebbero essere armati e colpire per primi. I casi di Graziano Stacchio, Ermes Mattielli, Francesco Sicignano e molti altri non possono e non devono essere dimenticati. In nessun Paese che si consideri civile ed evoluto può essere riconosciuta al ladro la possibilità di richiedere un risarcimento danni alla sua vittima. È una beffa intollerabile! Voi che ne pensate?

MENO SPRECHI, MENO TASSE

Nel 2014 Padova era tra le città più tassate d’Italia. Oggi, dopo due anni e mezzo di buona amministrazione, è ai primi posti tra le meno tassate, a conferma che la promessa “meno sprechi, meno tasse”, fatta da Massimo Bitonci durante la scorsa campagna elettorale, è stata mantenuta. Ben 11 milioni fatti risparmiare ai padovani e nel 2018 nuove sforbiciate a Irpef, Tasi, Tari e forse anche Imu.

CARO GIORDANI, IL BUONSENSO È CON BITONCI!

Questa mattina, girando per Padova, mi sono imbattuta in un enorme manifesto del candidato sindaco Giordani e sono rimasta allibita dallo slogan: “il buonsenso, finalmente”. Nelle ore successive in molti mi hanno contattata per segnalarmi questa curiosa scelta che francamente trovo davvero inappropriata e senza senso, non tanto per l’utilizzo della parola “buonsenso”, di cui certamente non pretendo di avere l’esclusiva, quanto piuttosto per il fatto che ad utilizzarla sia proprio lui, il candidato di una grande ammucchiata che va dall’estrema sinistra, passando per il PD, fino ai fuori usciti dell’Amministrazione Bitonci e, per non farsi mancare nulla, anche da qualche relitto dell’ex giunta Destro. Un guazzabuglio di simboli e personaggi a caccia di poltrone che fa rabbrividire. Il buonsenso è con Bitonci, caro Giordani. Il buonsenso è dalla parte di chi in questi due anni e mezzo ha dimostrato con impegno, onestà e concretezza di saper ben governare la città. Ecco perché il Movimento del Buonsenso – Padova di cui sono Presidente e portavoce prende formalmente le distanze da quei manifesti e ribadisce il proprio sostegno al candidato Sindaco Massimo Bitonci.

Elisabetta Beggio

QUESTIONI DI BILANCIO

Al contrario del bilancio nazionale (gestione Letta-Renzi-Gentiloni-Padoan), che ogni anno chiude con un ulteriore aumento del debito pubblico (oltre 300 miliardi di euro solo tra il 2011 e il 2016), il Bilancio Consuntivo 2016 del Comune di Padova (gestione Bitonci) chiude con un avanzo di 6 milioni di euro. Altro che i 30 milioni di buco tanto sbandierati nelle scorse settimane dal PD e pubblicizzati dal solito quotidiano locale che ormai ha perso totalmente il contatto con la realtà. Noi abbiamo abbassato le tasse locali lasciando i conti in ordine, il Governo invece ha aumentato la pressione fiscale continuando a generare deficit. Qual è il modello che funziona?

DIMISSIONI MARIN E NUOVA ALLEANZA CON FORZA ITALIA

All’indomani della congiura di palazzo che ha portato alla caduta dell’Amministrazione Bitonci, Simone Furlan (chi?) si è dimesso dalla carica di Commissario cittadino di Forza Italia. Sono seguite, lo scorso 24 gennaio, le espulsioni dei Consiglieri comunali dissidenti Bianzale e Pasqualetto. Oggi, infine, la notizia delle dimissioni del Commissario regionale di FI, Marco Marin, il regista occulto di tutta l’operazione. Non una “cacciata” come avremmo auspicato, ma una “promozione” al coordinamento nazionale, tuttavia sufficiente a liberarci di lui a Padova e in Veneto. Ora finalmente ci sono i presupposti per ricucire l’alleanza con la parte sana e leale di Forza Italia, rappresentata da amici e colleghi come Eleonora Mosco, Matteo Cavatton, Enrico Turrin e Nicola Lodi. Per non rischiare di riconsegnare Palazzo Moroni alla sinistra, che ha mal governato la città per decenni, riunire il centrodestra in vista delle prossime elezioni, non solo è necessario, ma è inevitabile. Lavoriamo insieme, con passione e determinazione, per portare a termine il cambiamento, avviato nel 2014, di cui Padova ha bisogno. Non permettiamo ai traditori, che hanno già fatto fin troppi danni, di influenzare ancora il nostro futuro. #unitisivince #bitoncisindaco

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Già Consigliere Comunale – Lista Bitonci Sindaco

PENTA LASCIA. ANCORA UN RINVIO PER LA FIRMA SULL’OSPEDALE

Il Commissario Penta si è dimesso. Motivi personali, dice. A pensar male però spesso ci si azzecca, quindi è probabile che abbia subito delle pressioni. Era disposto a firmare le carte per l’ospedale, stava portando avanti le opere pubbliche delineate dall’amministrazione fatta cadere lo scorso novembre. 4 milioni per le asfaltature, 2,5 milioni per l’illuminazione, e poi il parco Tito Livio (piazzale Boschetti) e il parco delle Mura. Evidentemente qualcuno non ha gradito la sua gestione, troppo responsabile e poco incline al compromesso. Attendeva il conferimento dei poteri straordinari per dare il via al nuovo Polo della Salute a Padova est ma a quanto pare ad occuparsene sarà qualcun altro. Qualcuno sicuramente più inquadrato, al quale sarà ben spiegato cosa fare e cosa non fare. La Scuola della medicina pare davvero essere il nodo della contesa: ogni volta che si è prossimi a siglare l’accordo, a chi governa la città viene fatto lo sgambetto. Strano no? Votare in piena coscienza e con informazioni attendibili mi sembra imperativo. Qualcuno vuole spolpare la città, per contro, c’è chi chi si è speso e si spende per il bene dei padovani. #bitonciiltuosindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑