ORIANA FALLACI, LA SHOAH E L’ANTISEMITISMO

A distanza di qualche anno vogliamo riproporre questo breve video che abbiamo realizzato per voi. Le struggenti parole di Oriana Fallaci sulla Shoah e sull’antisemitismo. Per non dimenticare. #giornatadellamemoria

Annunci

GIORNO DEL RICORDO

Ossa spezzate,
atroci agonie,
l’uomo ha superato Caino.
Come bestie torturate,
legati ai polsi con vile fil di ferro,
gettati ancor vivi nell’oscurità.
Massacro senza limiti,
sterminio,
carneficina,
eccidio,
genocidio,
inumani vendette,
stragi e rappresaglie
coperte da anni e anni di silenzio
per politiche infami.

Fabio Magris, Poesia sulle foibe

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

Il Movimento del Buonsenso per la giornata dell’8 marzo, vuole ricordare le donne vittime di violenza: femminicidio, violenza domestica, stalking. Secondo uno studio Eures, negli ultimi 10 anni i casi di violenza sulle donne denunciati in Italia sono 1740 circa, di cui il 13% in Veneto, non si tengono in considerazione i crimini non denunciati (circa il 90%), un dato che rimane ancora inquietante per la nostra società.

“La rivoluzione più grande è, in un paese, quella che cambia le donne e il loro sistema di vita. Non si può fare la rivoluzione senza le donne. Forse le donne sono fisicamente più deboli, ma moralmente hanno una forza cento volte più grande.” (Oriana Fallaci, Il sesso inutile)

LA STRAGE TOCCHERÀ DAVVERO ANCHE A NOI?

150217_Oriana_Fallaci.00_534321114.jpeg

“La strage toccherà davvero anche a noi, la prossima volta toccherà davvero a noi? Oh, sì. Non ne ho il minimo dubbio. Non l’ho mai avuto. E aggiungo: non ci hanno ancora attaccato in quanto avevano bisogno della landing-zone, della testa di ponte, del comodo avamposto che si chiama Italia. Comodo geograficamente perché è il più vicino al Medio Oriente e all’Africa cioè ai Paesi che forniscono il grosso della truppa. Comodo strategicamente perché a quella truppa offriamo buonismo e collaborazionismo, coglioneria e viltà. Ma presto si scateneranno. Molti italiani non ci credono ancora. Si comportano come i bambini per cui la parola Morte non ha alcun significato. O come gli scriteriati cui la morte sembra una disgrazia che riguarda gli altri e basta. Nel caso peggiore, una disgrazia che li colpirà per ultimi. Peggio: credono che per scansarla basti fare i furbi cioè leccarle i piedi.”

(Oriana Fallaci intervista sé stessa – L’Apocalisse, 2004)

ORIANA FALLACI: ISLAM, CORANO, MEIN KAMPF, JIHAD

Fallaci“L’islam è il Corano. Nient’altro che il Corano. E il Corano è il “Mein Kampf” di una religione che ha sempre mirato a eliminare gli altri. Una religione che si identifica con la politica, col governare. Che non concede una scheggia d’unghia al libero pensiero, alla libera scelta. Che vuole sostituire la democrazia con la madre di tutti i totalitarismi: la teocrazia. Il nemico, che trattiamo da amico, non mia zia Carolina, ci chiama «cani infedeli» cioè esseri inferiori, dice che i cani infedeli puzzano come le scimmie e i cammelli e i maiali. È il Corano, non mia zia Carolina, che umilia le donne e predica la Guerra Santa, la Jihad. Leggetelo bene, quel «Mein Kampf» e, qualunque sia la versione, ne ricaverete le stesse conclusioni: tutto il male che i figli di Allah compiono contro di noi e contro sé stessi viene da quel libro. È scritto in quel libro. E se dire questo significa vilipendere l’Islam, Signor Giudice del mio Prossimo Processo, si accomodi pure. Mi condanni pure ad anni di prigione. In prigione continuerò a dire ciò che dico ora. E continuerò a ripetere: Sveglia, Occidente, sveglia! Ci hanno dichiarato la guerra, siamo in guerra! E alla guerra bisogna combattere.”

Vi starete chiedendo: un saggio scritto ieri? L’analisi dei fatti di attualità delle ultime ore? No, sono le parole di Oriana Fallaci di oltre dieci anni fa. Parole profetiche, scritte con rabbia, orgoglio e passione. Parole oggi più attuali che mai. Riflettiamo.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑