LA DEMOCRAZIA DELLE SARDINE

“Matteo Salvini e tutto il Centrodestra non hanno alcun diritto di ascolto. Le persone non devono ascoltare i loro comizi e infatti noi glielo impediamo! Dicono cose senza senso solo per diffondere odio e intolleranza. Noi siamo per l’accoglienza, per l’unione, per l’apertura agli altri. Noi dobbiamo essere ascoltati, non loro”. Parole illiberali, per non dire liberticide, pronunciate alcuni giorni fa dal leader delle sardine Mattia Santori nel corso della trasmissione “Otto e Mezzo” su LA7 e riscontrabili anche nel manifesto del movimento. Un nuovo modello di censura che anziché tappare la bocca di chi parla, mira a tappare le orecchie di chi vorrebbe ascoltare. Un modus operandi fortemente antidemocratico, basato sulla presunzione di avere la verità in tasca. Non una libera forma di opposizione ma una vera e propria imposizione ideologica. La dittatura del pensiero unico. Chi sono dunque i veri fascisti dei giorni nostri?

M5S-PD: IL GOVERNO DEI PERDENTI

Le recenti tornate elettorali (Europee, Regionali, Comunali) e tutti i sondaggi confermano che l’attuale Parlamento non è più rappresentativo del Popolo italiano. Di fronte alla crisi del governo giallo-verde l’unica scelta di Buonsenso possibile è l’immediato ritorno alla urne e non certamente l’ennesima ammucchiata per salvare la poltrona. La prospettiva di essere governati per 4 anni da coloro che sono già stati sonoramente bocciati dagli elettori, oltre al ribrezzo, dovrebbe provocare un sussulto di dignità e di coraggio in tutti noi e spingerci ad una protesta storica in difesa della libertà e della democrazia. Nel nostro piccolo, ci siamo, ma è l’Italia intera a dover rialzare la testa, tornando a sentire forte quel valore di Patria che va oltre ogni colore politico. #elezionisubito

ALLA FACCIA DELLA DEMOCRAZIA!

Per Bersani la priorità, qualora andasse al governo, è lo ius soli e sarebbe disposto ad approvarlo anche se fosse contrario l’80% degli italiani. Alla faccia della democrazia! Noi continueremo ad opporci fermamente a questa legge che ha già distrutto l’identità nazionale di molti Stati europei, in primis la Francia, con le conseguenze che tutti conosciamo. Caro Bersani, la cittadinanza va meritata, conquistata, non può essere regalata o peggio svenduta per meri fini elettorali. #vergogna

SULL’ISLAM AVEVA RAGIONE ORIANA FALLACI

Sull’Islam aveva ragione Oriana Fallaci e i recenti fatti di cronaca lo confermano ancora una volta: qualche giorno fa Sana Cheema, una 25enne di origini pakistane ma cresciuta a Brescia, è stata sgozzata nel suo Paese d’origine dal padre e dal fratello soltanto perché voleva sposare un italiano. Sempre in Pakistan, un’altra ragazza, Asima, 24 anni, cristiana, è stata bruciata viva dal suo fidanzato musulmano perché si era rifiutata di convertirsi all’islam per sposarlo. Due casi emblematici di una “cultura” che considera le donne come esseri antropologicamente inferiori, di proprietà prima del padre e poi del marito, dei meri “pacchi di stoffa senza volto, né corpo, né voce”. Uno dei tanti aspetti che rende l’islam incompatibile con le nostre leggi e i nostri valori di libertà e democrazia. Da queste “culture” non abbiamo nulla da imparare, anzi, dobbiamo difenderci! Un preghiera per Sana e Asima e per tutte le vittime innocenti del fondamentalismo islamico.

NASCE IL PREMIO “UOMO DI BUONSENSO DELL’ANNO”

Ieri sera nel corso della conferenza “La verità sull’Islam: Maometto racconta se stesso” abbiamo consegnato a Magdi Cristiano Allam il premio “UOMO DI BUONSENSO DELL’ANNO” per l’impegno ed il coraggio nel denunciare la verità sull’Islam e nel difendere le nostre radici giudaico-cristiane e i valori di libertà e democrazia, fondamento stesso della nostra civiltà. Un riconoscimento davvero sentito e meritato.

CONFERENZA “LA VERITÁ SULL’ISLAM: MAOMETTO RACCONTA SE STESSO”

Venerdì 24 novembre alle ore 20:45 vi aspettiamo alla Fornace Carotta (Via Siracusa, 61 – Padova) per la conferenza “La verità sull’Islam: Maometto racconta se stesso”, organizzata dal Movimento del Buonsenso.

Ospiti della serata: ROBERTO MARCATO (Assessore regionale Lega Nord), MARINA BUFFONI (Dirigente nazionale Fratelli d’Italia – AN) ed eccezionalmente MAGDI CRISTIANO ALLAM (giornalista, scrittore, politico) che con l’occasione presenterà il suo ultimo libro dal titolo “Maometto e il suo Allah”, uno straordinario approfondimento sul mondo islamico che offrirà lo spunto per trattare temi di strettissima attualità: dall’immigrazione incontrollata al terrorismo islamico, dallo ius soli alla difesa delle nostre radici giudaico-cristiane. A moderare il dibattito: ELISABETTA BEGGIO (Presidente Movimento del Buonsenso).

La serata si preannuncia dinamica ed interessante con la proiezione di immagini, video, grafici e articoli di giornale.

L’ingresso sarà libero e gratuito, ma considerata la grande partecipazione alle precedenti conferenze “Oriana Fallaci, il coraggio della verità” e “Grazie Oriana” VI CONSIGLIAMO DI RISERVARE IL VOSTRO POSTO in pochi semplici click sul nostro sito o inviando una mail a movimentodelbuonsenso@gmail.com oppure telefonando o scrivendo un messaggio su WhatsApp al numero +39 327 3744895.

IL VOLTO DELLA “DEMOCRAZIA”

Quanto avvenuto ieri sera a palazzo Moroni è VERGOGNOSO. Il “civico” e “pluralista” Lorenzoni con una mail ha invitato una cinquantina di esponenti di coalizione civica ad occupare preventivamente i posti disponibili in sala consiliare, lasciando fuori circa 70 sostenitori di Massimo Bitonci. Un fatto ancor più grave se consideriamo che uno dei primi provvedimenti della nuova giunta è stato la “riapertura” della casa dei padovani (solo propaganda visto che non è mai stata chiusa ma semplicemente veniva richiesto un documento di riconoscimento per ragioni di sicurezza). Come se non bastasse il professore ha anche insultato la minoranza, votata da 44.488 concittadini, definendola “minorata”. Quale modo migliore per dividere ulteriormente la città? Il sindaco? Non pervenuto. Anzi, imbarazzante! Non risponde alle domande e appare spaesato, confuso, in balia degli eventi. Quanto ancora durerà questa indecente armata Brancaleone?

IL BUONSENSO HA DETTO NO!

Referendum costituzionale: 40,89% SÌ – 59,11% NO con un’affluenza storica alle urne, pari al 68,4% a livello nazionale, al 76,7% in Veneto e al 77,8% a Padova. Il buonsenso ha vinto. La Democrazia ha vinto. Il popolo ha vinto. Bocciata una pessima riforma e mandato a casa un governo altrettanto pessimo che per di più non è stato scelto dagli italiani. #renxit #ilbuonsensohadettoNO

IL BUONSENSO DICE NO!

Abbiamo concluso la nostra campagna informativa sul prossimo referendum costituzionale, spiegando chiaramente le ragioni del NO. Non è possibile approvare una riforma che non abolisce veramente il bicameralismo paritario, che non taglia sensibilmente i costi della politica, che non semplifica il procedimento legislativo, che riduce invece la partecipazione popolare, che accentra i poteri relativamente a sanità, immigrazione, energia, esportazioni, limitando fortemente le autonomie locali. Inoltre, cosa gravissima, non prevede il vincolo di mandato cosicché i parlamentari potranno continuare a passare indisturbati da un partito ad un altro a seconda dalla convenienza. Il 4 dicembre non ci sarà il quorum, il referendum sarà valido a prescindere dal numero di votanti, per cui è chiaro che chi non andrà a votare sosterrà indirettamente il sì. Renzi ne ha fatto una questione politica ma soprattutto personale. Vi invitiamo a votare NO prima di tutto perché è una riforma pasticciata e pericolosa, ma anche per mandare a casa questo manipolo di incompetenti. Vi rinnoviamo, inoltre, l’invito per il flash mob di domani, un’iniziativa simbolica ma di forte impatto per manifestare il nostro dissenso. Difendiamo la Democrazia oggi, per restare liberi domani. #ilbuonsensodiceNO

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑