ALLA FACCIA DELLA DEMOCRAZIA!

Per Bersani la priorità, qualora andasse al governo, è lo ius soli e sarebbe disposto ad approvarlo anche se fosse contrario l’80% degli italiani. Alla faccia della democrazia! Noi continueremo ad opporci fermamente a questa legge che ha già distrutto l’identità nazionale di molti Stati europei, in primis la Francia, con le conseguenze che tutti conosciamo. Caro Bersani, la cittadinanza va meritata, conquistata, non può essere regalata o peggio svenduta per meri fini elettorali. #vergogna

Annunci

IMMIGRAZIONE, LA STORIA INSEGNA

Secondo gli storici le principali cause della caduta dell’Impero Romano d’Occidente furono la scarsa natalità, l’immigrazione incontrollata, la crisi dei commerci, l’aumento delle tasse e la decadenza del mos maiorum (valori, costumi, tradizioni). In particolare, la sempre più massiccia presenza di stranieri non integrati fu decisiva. Un contesto socio-economico che, con i dovuti distinguo, ricorda molto quello attuale. Oggi, ci troviamo di fronte ad una scelta: accogliere tutti indiscriminatamente in nome di un multiculturalismo buonista e poco lungimirante oppure difendere i nostri confini e la nostra identità, governando i flussi migratori. E se è vero che “historia magistra vitae”, abbiamo già visto molti secoli fa dove porta la prima via.

NASCE IL PREMIO “UOMO DI BUONSENSO DELL’ANNO”

Ieri sera nel corso della conferenza “La verità sull’Islam: Maometto racconta se stesso” abbiamo consegnato a Magdi Cristiano Allam il premio “UOMO DI BUONSENSO DELL’ANNO” per l’impegno ed il coraggio nel denunciare la verità sull’Islam e nel difendere le nostre radici giudaico-cristiane e i valori di libertà e democrazia, fondamento stesso della nostra civiltà. Un riconoscimento davvero sentito e meritato.

GRAZIE A TUTTI!

Nonostante gli inconvenienti tecnici che non ci hanno permesso di proiettare i video e le immagini che avevamo preparato per voi, la serata è stata comunque un grande successo. Grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato, al fantastico trio di relatori che ha animato il dibattito e ai volontari del Movimento che si sono occupati dell’organizzazione con impegno ed entusiasmo. Grazie anche a Marco Lincetto per gli splendidi scatti. Nel corso della conferenza abbiamo parlato di Islam, di terrorismo, di immigrazione, di ius soli, di difesa della nostra identità, della nostra cultura e delle nostre tradizioni. L’Europa, se mai è esistita, sta progressivamente diventando l’Eurabia profetizzata da Oriana Fallaci nei suoi libri ma la vostra numerosa presenza ha dimostrato che non siamo ancora piegati. Con coraggio e buonsenso ce la faremo!

BARCELLONA, SANGUE INNOCENTE SULLE RAMBLAS

Torna il terrore in Spagna e stavolta colpisce uno dei luoghi simbolo di Barcellona, le Ramblas. 13 morti e decine di feriti. Un’intera città paralizzata per ore. Di fronte all’ennesimo vile attentato del terrorismo islamico dobbiamo consolidare la consapevolezza che siamo in guerra e che alla guerra bisogna combattere, come direbbe Oriana Fallaci. Una preghiera per le vittime è d’obbligo in queste circostanze ma non basta. Dobbiamo reagire, contrattaccare, stanare questi mostri e annientarli ovunque si trovino. Non dobbiamo essere noi ad avere paura, a temerli, ma loro. Difendiamo con fierezza le nostre radici giudaico-cristiane, la nostra identità, la nostra storia, i valori di libertà e democrazia che abbiamo conquistato nei secoli. Negli ultimi anni ci siamo appellati inutilmente a questo governo abusivo, cieco, autoreferenziale, guidato da una banda di incapaci, privo di autorevolezza in Europa. Non lo faremo più. La prossima primavera abbiamo la possibilità di mandarli a casa e cambiare finalmente rotta su temi caldi quali immigrazione e terrorismo. E non solo. Dopo la sconfitta di Padova, non perdiamo anche questa occasione. Il voto di ognuno di noi è prezioso e determinante. Non dimentichiamolo mai.

La nostra posizione e le nostre proposte contro il terrorismo islamico non cambiano.

IL VERO BUONSENSO CONTRO I VOSTRI SLOGAN!

Ribadiamo il nostro sostegno a Massimo Bitonci e prendiamo fermamente le distanze dalla propaganda elettorale del candidato della sinistra che, privo di idee, ci ha copiato nel nome ma non nella sostanza. Una scelta davvero scorretta! Come poteva “il sindaco padovano”, come si definisce, non conoscere una realtà come la nostra, seguita da oltre 4.500 cittadini su Facebook e che da ben cinque anni opera sul territorio realizzando numerose iniziative ed eventi? Con questo collage, vogliamo rinfrescargli la memoria: dalla raccolta di oltre 6.000 firme per chiedere l’abolizione del coprifuoco durante l’Amministrazione Zanonato, al recente tour “Quartieri al centro” per raccogliere idee, proposte e segnalazioni da sottoporre all’Amministrazione Bitonci al fine di migliorare la città, passando per il sit-in “Pradina libera” per chiedere al Prefetto, con centinaia di cartoline compilate dai cittadini, lo sgombero della famigerata tendopoli. Non solo: abbiamo mappato i parchi cittadini, indicando con un bollino rosso o verde quelli frequentabili dalle famiglie e quelli invece da riqualificare; abbiamo portato l’arte, la musica, la letteratura e il teatro nella piazze e nei locali del centro con il progetto “Agorà”; abbiamo condotto con determinazione una dura battaglia contro i furti di biciclette in città, realizzando e distribuendo un pratico manuale antifurto; abbiamo informato e sensibilizzato l’opinione pubblica sui temi caldi dell’immigrazione incontrollata e del terrorismo islamico, realizzando conferenze molto partecipate con ospiti dal mondo della cultura, del giornalismo e della politica; abbiamo realizzato un flash mob in piazza dei Signori per gridare il nostro “no” alla riforma costituzionale Renzi-Boschi, esibendo dei cartelli con le nostre ragioni. E poi decine di incontri e riunioni da cui abbiamo ricavato molti spunti preziosi. Ecco #ilverobuonsenso!

MERCOLEDÌ 22 MARZO, DALLE 18:30 ALLE 20:00, VI ASPETTIAMO AL CAFFÈ MARGHERITA (PIAZZA DELLA FRUTTA) PER CONOSCERCI E BRINDARE INSIEME AL VERO BUONSENSO! Per saperne di più, scopri l’evento ufficiale cliccando qui!

AL VESCOVO RISPONDO: È IL TEMPO DEL CORAGGIO, NON DELLA PAURA

image

Dispiace davvero molto che il nostro Vescovo si sia rivolto alla cittadinanza, ai suoi fedeli, mostrando paura. La paura potrà anche essere un sentimento nobile ma in questo caso è un chiaro segno di debolezza. Parla di fare un passo indietro in virtù della pace. Non voglio entrare nel merito delle diverse religioni e di come esse si contrappongono, mi limito solo a porre l’accento su ciò che nei secoli è divenuto simbolo di cristianità e tradizione. Il presepe, infatti, è di per sé un simbolo di pace, un richiamo alla fratellanza, un messaggio di speranza. Oscurarlo sarebbe da codardi, significherebbe cedere il passo a chi vuole imporci altro. Qui non si tratta di porgere l’altra guancia ma di tenere fede a ciò che siamo, alla nostra identità, anche attraverso l’allestimento di un presepe, all’intonazione dei nostri amati canti natalizi, all’addobbo dell’albero. Come il crocifisso, che animatamente difendiamo, anche questi elementi della nostra cultura sono la rappresentazione del nostro credo. Può un bambino crescere senza conoscere la magia del presepe? Senza aver mai cantato “Tu scendi dalle stelle”? Il vescovo avrebbe fatto bene ad infondere forza e coraggio, a trasmettere fermezza rispetto alla nostra Festa più grande e significativa, anziché svendere il concetto di pace. Che pace potrebbe mai essere quella imposta da una minoranza che grida, pretende e impone, in nome di Allah?

Elisabetta Beggio 
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑