L’ENNESIMA CONFERMA

Già dai titoli e dai grafici (fonte: Il Gazzettino del 15/01/2019), emergono verità che ribadiamo da tempo: in primo luogo che solo il 4% dei richiedenti asilo della provincia di Padova ha ottenuto lo status di “rifugiato”, ergo, sono VERI profughi, mentre i restanti sono per lo più CLANDESTINI. In secondo, che i tribunali italiani sono intasati dai ricorsi di questi ultimi che possono durare anche diversi anni in cui oltre a vitto e alloggio ricevono anche assistenza legale gratuita, il tutto a spese dello Stato, ossia di tutti noi che lavoriamo e paghiamo regolarmente le tasse. In terzo, che grazie alla svolta impressa del Ministro dell’Interno Salvini, finalmente l’immigrazione non è più un business redditizio per le cooperative che hanno lucrato in questi anni, dato che il rimborso è sceso da 35 a 18 euro al giorno per migrante, praticamente la metà. Vediamo ora quante delle suddette cooperative, per carità cristiana e non per guadagno, parteciperanno al nuovo bando per l’accoglienza diffusa che è al vaglio della Prefettura. Infine, che fortunatamente non arrivano solo irregolari e delinquenti ma anche donne come Sousan Kazan che rappresentano un esempio positivo di integrazione fondato sul RISPETTO.

Annunci

LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI

Ai Sindaci, tra cui quello di Padova Sergio Giordani, che si rifiutano di applicare il #decretosicurezza firmato dal Capo dello Stato, vogliamo ricordare che la legge è uguale per tutti e che loro per primi, in quanto rappresentanti delle Istituzioni, dovrebbero dare il buon esempio. Sì, perché condiviso o meno il #decretosalvini è legge e come tale va rispettata, anche dai “paladini” dell’immigrazione incontrollata. Basta prese di posizione ideologiche contra legem e contro la volontà e gli interessi del popolo italiano. #dimissioni

IL NOSTRO BUONSENSO CONTRO IL LORO BUONISMO!

Agli esponenti di Coalizione Civica e ai vari radical chic che in questi giorni stanno manifestando contro l’operato del Ministro Salvini nella totale indifferenza per i tanti, troppi, concittadini in difficoltà, rispondiamo che il Buonsenso sta #coipadovani, coi veneti, con gli italiani. Piena solidarietà per i VERI profughi, circa il 7% del totale, ma porti e porte chiuse per tutti gli altri!

👉🏻 Se anche tu come noi sei stanco dell’ipocrisia e del buonismo di questi signori e vuoi ribadire il tuo NO all’accoglienza indiscriminata e al traffico di esseri umani, CONDIVIDI questo post sul tuo profilo!

L’INDULTO QUOTIDIANO

Auguri di pronta guarigione agli agenti feriti e un plauso per la professionalità e il sangue freddo con cui hanno arrestato lo spacciatore clandestino. Il Movimento del Buonsenso esprime ancora una volta un sentito ringraziamento per il lavoro quotidiano delle Forze dell’Ordine nonostante stipendi, organici e mezzi inadeguati. Ogni sforzo però sarà sempre inutile finché non sarà garantita la certezza della pena. Auspichiamo pertanto che il nuovo governo, molto sensibile sul tema della sicurezza, agisca quanto prima in questa direzione e metta fine all’indulto quotidiano a cui assistiamo impotenti. Chi sbaglia deve pagare!

GOVERNI A CONFRONTO

Ha messo in cantiere più provvedimenti il governo Conte in 27 giorni che i governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni in 7 anni!
– Chiusura dei porti nel Mediterraneo.
– Via le pensioni d’oro e i vitalizi.
– Censimento dei nomadi presenti in Italia.
– Blocco aumento dell’IVA.
– Sanzioni per le imprese che delocalizzano dopo aver ricevuto aiuti dallo Stato.
– Stop totale alle pubblicità di giochi e scommesse.
– Negozi chiusi di domenica e nelle festività.
Decisamente un ottimo inizio! AVANTI COSÌ! 👍🏻

MEMORIA CORTA

Il Presidente francese Macron e il suo partito definiscono l’Italia cinica, irresponsabile e persino “vomitevole” per la gestione del caso Aquarius. Forse prima di farci la morale dovrebbero fare ammenda per le centinaia di uomini, donne, bambini e anziani costretti per mesi a vivere accampati sulle scogliere di Ventimiglia dopo che la Francia ha blindato i confini. #memoriacorta

IMMIGRAZIONE, IL NOSTRO PLAUSO AL MINISTRO SALVINI

Il nostro plauso al neo ministro dell’Interno Matteo Salvini per la risolutezza con cui sta affrontando l’emergenza migranti. Avanti così! Francia, Spagna, Austria, Germania, TUTTI gli Stati europei difendono i propri confini e curano i propri interessi. Ora, finalmente, ha iniziato a farlo anche l’Italia, alla faccia di chi ci considerava il campo “profughi” d’Europa. Porti chiusi alle ong! Stop al traffico di esseri umani! Stop all’accoglienza indiscriminata! Stop al business dell’immigrazione clandestina! A forza di respingimenti speriamo si fermino gradualmente anche le partenze. Servono nuove regole, nuovi trattati. L’Europa non può più voltarsi dall’altra parte. Razzismo? Populismo? NO, Buonsenso! #alziamolatesta

CONTRATTO DI GOVERNO M5S-LEGA: LE PROPOSTE DI BUONSENSO CHE CONDIVIDIAMO

Sul contratto di governo M5S-Lega siamo sempre stati e continuiamo ad essere molto scettici, tuttavia non possiamo che concordare e sostenere alcuni punti snocciolati in questi giorni: dalla legittima difesa al superamento della legge Fornero, passando per il vincolo di mandato, la lotta al gioco d’azzardo, il registro degli Imam, il controllo e la chiusura immediata di tutte le associazioni islamiche radicali e delle moschee abusive presenti sul suolo nazionale. Bene anche l’eliminazione delle accise anacronistiche sui carburanti come quelle per la guerra d’Etiopia (combattuta oltre 80 anni fa!) o per la crisi di Suez del 1956 che porterebbe ad un riduzione del prezzo della benzina di oltre 20 centesimi. Forse ancora poco ma pur sempre un inizio! Restano invece ancora fumose le politiche migratorie del futuro governo e il destino della Flat Tax, due temi per noi imprescindibili e sui quali auspichiamo si trovi presto un accordo. Infine un monito ai due leader: scongiurare l’aumento dell’IVA al 25% e cambiare la legge elettorale siano una priorità! Tornare alle urne con l’attuale sistema sarebbe un insulto alla Democrazia e al popolo italiano.

5° TAPPA – ARCELLA

📍✍🏻 Straordinaria partecipazione questa mattina al nostro banchetto in piazzale Azzurri d’Italia. Tantissimi i residenti dell’Arcella ma anche di San Bellino, Pontevigodarzere e Torre che grande senso civico sono venuti a denunciare cosa non va nel loro quartiere. Le principali problematiche emerse riguardano la sicurezza, la scarsa cura del verde pubblico e la viabilità. Non pochi inoltre si sono lamentati del blocco del traffico della scorsa domenica. Insomma, una realtà ben diversa da quella idilliaca che viene raccontata dal sindaco e dalla giunta. Ringraziamo la Consigliera Comunale Eleonora Mosco e la Presidente dell’associazione “Nuova Arcella” Sara Compagnin per aver preso parte a questa iniziativa che ha come unico obiettivo migliorare Padova e la sua vivibilità. #sempretralagente #quartierialcentro

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑