SENZA VERGOGNA!

Ennesima ingiustizia ai danni di un onesto lavoratore che sarà costretto a chiudere la propria attività dopo 50 anni per le scelte miopi e scellerate di una giunta di incapaci. Chi beneficerà di tutto ciò? Sembrerebbe una delle numerose associazioni “amiche” che negli ultimi mesi hanno proliferato come funghi all’Arcella, beneficiando di ingenti contributi pubblici per iniziative quantomeno discutibili.

BENE LA PROPOSTA “FUTURISTICA” DI LORENZONI MA ALL’ANSA BORGOMAGNO SERVONO PROVVEDIMENTI URGENTI

Ben venga il progetto futuristico di Lorenzoni per la rigenerazione urbana dell’Ansa Borgomagno ma i residenti non possono aspettare decenni prima di vedere qualche risultato. Occorre intervenire anche nel breve termine con provvedimenti ed iniziative di contrasto alla criminalità e al degrado così come previsto dalla MOZIONE che abbiamo redatto e depositato oltre un anno fa a Palazzo Moroni, grazie alla collaborazione del Consigliere Comunale Alain Luciani e del comitato dei residenti del rione. Riqualificare quell’area prima che si trasformi in una seconda via Anelli deve essere una PRIORITÀ per l’amministrazione. Non sono più ammessi ritardi, omissioni o sottovalutazioni. Siamo pronti alla mobilitazione.

ANAGRAFE SÌ, SHERWOOD NO! FIRMA ANCHE TU!

Sul Gazzettino di oggi la notizia della nostra raccolta firme per migliorare la qualità della vita nel quartiere 6B (Sacro Cuore, Altichiero, Montà, Sant’Ignazio e Ponterotto) e l’elenco completo di tutte le attività commerciali dove è possibile recarsi a firmare entro venerdì.

Per saperne di più clicca qui!

MOZIONE PER CONTRASTARE I FURTI DI BICICLETTE

Sul Gazzettino di oggi la notizia della nostra mozione per contrastare i furti di biciclette e favorire il ciclismo urbano. 5 proposte concrete per colpire il racket che, sommate al progetto sperimentale per la rivitalizzazione dei Giardini dell’Arena avviato la settimana scorsa, potrebbero nel medio-lungo termine produrre risultati importanti nella lotta a questa intollerabile piaga cittadina. Confidiamo quindi che il Consiglio Comunale di domani voti unanimemente a favore della mozione che sarà presentata dalla Consigliera Elena Cappellini.

VIA BERNINA È UNA CASBAH

In questi anni abbiamo lottato e continueremo a lottare al fianco dei residenti dell’Ansa Borgomagno per ripristinare ordine, legalità e sicurezza in questa problematica zona della città. Durante l’incontro a palazzo Moroni dello scorso 22 giugno abbiamo affrontato la questione con il sindaco Sergio Giordani e gli abbiamo consegnato personalmente la nostra mozione per riqualificare il rione, dieci proposte concrete e di Buonsenso che da mesi attendono di essere discusse in Consiglio Comunale. La cosiddetta “area Funghi” di via Bernina, che si è trasformata gradualmente in un ricettacolo di balordi e spacciatori, va bonificata con urgenza. Auspichiamo un maxi blitz delle Forze dell’ordine come quello di Mestre dello scorso mese in cui sono stati impiegati oltre 500 agenti, anche dei Reparti Speciali, e che ha permesso di arrestare decine di delinquenti e di chiudere molte attività illegali. #dallapartedeiresidenti #pugnodiferro

PISTE CICLABILI NEL DEGRADO

Sul Gazzettino di oggi, la nostra denuncia sullo stato di incuria e insicurezza delle piste ciclabili cittadine tra percorsi che finiscono nel nulla, tratti dissestati dalle radici degli alberi, sosta selvaggia di auto, erba alta, alberi e siepi non potate, foglie e rifiuti non raccolti. L’Amministrazione intervenga.

ROM A CHIESANUOVA (PARTE 2)

Sul Gazzettino di oggi, la nostra replica in merito alla questione dei rom a Chiesanuova. Il Comune nel tentativo di risolvere il problema ne ha creato un altro! Nel frattempo i nomadi si sono solo spostati di qualche centinaio di metri continuando a stanziare nel quartiere e a utilizzare il parco. Ecco le nostre proposte.

INVASIONE DI ROM A CHIESANUOVA

Sul Gazzettino di oggi, la nostra denuncia sul ritorno dei rom a Chiesanuova. A nome dei tanti residenti preoccupati per la situazione chiediamo al Sindaco e alla Giunta di prendere provvedimenti urgenti al fine di ripristinare ordine, legalità e decoro nel quartiere. Il verde pubblico appartiene ai padovani e a tutti coloro che lo rispettano e ne hanno cura. Tolleranza zero per chi bivacca e lorda gli spazi comuni. A fine mese torneremo per un sopralluogo e pretendiamo di non trovare più questa indecenza!

DALLA PARTE DEI RESIDENTI DI SAN LAZZARO

Sul Gazzettino di oggi il nostro NO alla chiusura del passaggio a livello tra via Friburgo e via Venezia senza prima aver individuato una valida soluzione alternativa, come ad esempio un sovrappasso ciclo-pedonale accanto al cavalcavia Venezia, per evitare l’isolamento del rione San Lazzaro. La giravolta per il cavalcavia Maroncelli che era stata prospettata dal Comune è assolutamente inadeguata. L’amministrazione faccia chiarezza.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑