2 GIUGNO, FESTA DELLA REPUBBLICA ITALIANA

“La Patria non è un’opinione. O una bandiera e basta. La Patria è un vincolo fatto di molti vincoli che stanno nella nostra carne e nella nostra anima, nella nostra memoria genetica. È un legame che non si può estirpare come un pelo inopportuno.” Oriana Fallac

W L’ITALIA! 🇮🇹

MORETTI SENZA VERGOGNA

Davvero indecente la proposta di coprire i simboli religiosi nei cimiteri per non urtare la sensibilità di chi professa altre religioni o è ateo. Un progetto che offende e mortifica la nostra identità culturale, fondata sulla tradizione classica e giudaico-cristiana. Il rispetto per le altre culture non può e non deve in alcun modo corrispondere alla negazione della nostra altrimenti rischia di trasformarsi in sottomissione. Essere laici non significa essere anticristiani! La presenza di un crocifisso non offende nessuno, né tanto meno viola la libertà di culto. Si tratta semplicemente di un’importante testimonianza della nostra storia millenaria.

IL DECRETO SICUREZZA È LEGGE

Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’approvazione di ieri alla Camera del dl sicurezza con 396 sì (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e gran parte del M5S) e 99 no (PD e sinistra). Ora il decreto è ufficialmente legge. Ecco le principali novità.

MEMORIA CORTA

Il Presidente francese Macron e il suo partito definiscono l’Italia cinica, irresponsabile e persino “vomitevole” per la gestione del caso Aquarius. Forse prima di farci la morale dovrebbero fare ammenda per le centinaia di uomini, donne, bambini e anziani costretti per mesi a vivere accampati sulle scogliere di Ventimiglia dopo che la Francia ha blindato i confini. #memoriacorta

CHI RAPPRESENTA COTTARELLI? CERTAMENTE NON IL POPOLO ITALIANO!

Cari amici e care amiche che seguite la pagina, ci chiediamo e vi chiediamo: chi rappresenterà Cottarelli al G7 della prossima settimana, al Consiglio europeo di fine giugno e al summit Nato dell’11 e 12 luglio oltre a se stesso, a Mattarella e al PD? Con quale credibilità e autorevolezza, un premier sfiduciato prima ancora del giuramento, parteciperà a questi tre importanti e delicati vertici internazionali? Di certo non parlerà a nome del popolo italiano che NON lo ha eletto, NON lo ha scelto, NON lo ha voluto. #democraziasospesa #alziamolatesta #primagliitaliani

ALCUNE PROPOSTE PER RILANCIARE LA NATALITÀ IN ITALIA

In Italia nascono sempre meno bambini, la popolazione invecchia e aumenta il numero degli stranieri. Invertire questo trend negativo deve essere una priorità per il nuovo governo. Cosa può fare la politica? Ad esempio istituire asili nido gratuiti e aperti fino a sera per tutto l’anno, azzerare l’IVA sui prodotti per la prima infanzia come i pannolini e il latte in polvere, incentivare le imprese che aprono asili nido aziendali e assumono neomamme, sostenere economicamente i genitori con assegni familiari per i primi anni di vita del bambino. Insomma, soluzioni concrete, efficaci, non l’ennesimo bonus-spot di 80 euro targato Renzi. In Italia si trovano i soldi per tutto e per tutti, ad iniziare dal primo immigrato clandestino che sbarca domani mattina, ma non per aiutare le giovani coppie a costruire una famiglia. Questo sistema va cambiato! Il rilancio dell’Italia parte anche da qui!

INACCETTABILE MORIRE ANDANDO AL LAVORO

Esprimiamo il nostro cordoglio alle famiglie delle vittime e la nostra vicinanza ai feriti del terribile incidente ferroviario avvenuto questa mattina a Pioltello. Non si conoscono ancora le cause ufficiali della tragedia, ma dalla dinamica sembra essersi trattato di un cedimento strutturale della rete. Nel 2018 morire andando al lavoro è inaccettabile. La manutenzione delle linee, non solo quelle dell’alta velocità, dovrebbe essere una priorità in qualunque paese civile ed evoluto.

UNITI SI VINCE!

Il centrodestra si presenterà unito alle prossime elezioni con molti volti nuovi e un programma comune che va dall’abolizione della famigerata legge Fornero alla flat tax, dalla lotta all’immigrazione incontrollata alla difesa del Made in Italy, dal sostegno alla natalità all’adeguamento delle pensioni minime a 1.000 euro al mese, passando per un’importante revisione del sistema istituzionale in senso federale e presidenzialista. Proposte di BUONSENSO che condividiamo pienamente e che rientrano in un progetto molto più ampio ed articolato per rilanciare il Paese e liberarlo dall’oppressione fiscale, burocratica, giudiziaria e dagli ingiusti vincoli imposti dall’Unione Europea. #elezionipolitiche #4marzo #unitisivince

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑