LA CAMERA APPROVA IL DDL SULLA LEGITTIMA DIFESA

Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’approvazione della Camera al disegno di legge sulla legittima difesa con 373 voti favorevoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e parte del M5S), 104 contrari (PD, Liberi e Uguali) e 2 astenuti. Atteso entro marzo il via libera definitivo. Ecco le principali novità.

NOI STIAMO CON FRANCO!

INACCETTABILE che la famiglia di un ladro, morto durante una rapina, pretenda un risarcimento da chi si è GIUSTAMENTE difeso in casa propria. Noi stiamo con Franco e chiediamo al Governo di accelerare i tempi di approvazione della legge sulla legittima difesa affinché casi come questo non si ripetano più.

GRAZIE A TUTTI!

Grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato alla conferenza “Il Diritto violato”, ai cinque relatori che hanno animato il dibattito, alle associazioni e ai volontari del Movimento che si sono occupati dell’organizzazione con impegno ed entusiasmo. Nel corso della serata abbiamo approfondito la riforma sulla legittima difesa e il fenomeno della violenza contro le donne. Abbiamo inoltre assegnato il “Premio Donna di Buonsenso dell’anno” al Ministro Giulia Bongiorno per il suo impegno civile e politico nelle tematiche oggetto della conferenza.

RISERVA IL TUO POSTO!

Non rischiare di rimanere in piedi! Riserva il tuo posto per la conferenza Il Diritto violato” che si terrà venerdì 16 novembre alle ore 20:45 presso la ex Fornace Carotta (Via Siracusa, 61 – Padova), compilando il form sottostante. Entro 24 ore ti ricontatteremo per confermare la prenotazione. I posti non sono numerati.

CONTRATTO DI GOVERNO M5S-LEGA: LE PROPOSTE DI BUONSENSO CHE CONDIVIDIAMO

Sul contratto di governo M5S-Lega siamo sempre stati e continuiamo ad essere molto scettici, tuttavia non possiamo che concordare e sostenere alcuni punti snocciolati in questi giorni: dalla legittima difesa al superamento della legge Fornero, passando per il vincolo di mandato, la lotta al gioco d’azzardo, il registro degli Imam, il controllo e la chiusura immediata di tutte le associazioni islamiche radicali e delle moschee abusive presenti sul suolo nazionale. Bene anche l’eliminazione delle accise anacronistiche sui carburanti come quelle per la guerra d’Etiopia (combattuta oltre 80 anni fa!) o per la crisi di Suez del 1956 che porterebbe ad un riduzione del prezzo della benzina di oltre 20 centesimi. Forse ancora poco ma pur sempre un inizio! Restano invece ancora fumose le politiche migratorie del futuro governo e il destino della Flat Tax, due temi per noi imprescindibili e sui quali auspichiamo si trovi presto un accordo. Infine un monito ai due leader: scongiurare l’aumento dell’IVA al 25% e cambiare la legge elettorale siano una priorità! Tornare alle urne con l’attuale sistema sarebbe un insulto alla Democrazia e al popolo italiano.

SULLA LEGITTIMA DIFESA I NEO PARLAMENTARI FACCIANO PRESTO!

Se tre balordi irrompono di notte in casa nostra, non possiamo conoscere le loro intenzioni né se siano armati e, nel dubbio, dobbiamo difenderci. In qualunque modo e con qualunque mezzo scegliamo di farlo, quella difesa è sempre legittima. Punto. Le motivazioni di questa sentenza sono surreali e non tengono minimamente in considerazione lo stato di paura e agitazione di chi si è sentito improvvisamente violato in casa propria, di notte, e ha cercato di difendere la famiglia. In nessun Paese civile ed evoluto può essere riconosciuta al ladro la possibilità di richiedere un risarcimento danni alla sua vittima. È una beffa intollerabile! Neo Parlamentari fate presto, cambiate questa legge assurda! #dallapartedichisidifende #legittimadifesa

DALLA LEGITTIMA DIFESA ALL’ABOLIZIONE DEI VITALIZI: BEN 88 DDL CHE NON VEDRANNO MAI LA LUCE

Biotestamento e ius soli sono le priorità della sinistra a fine mandato. E tutte le altre proposte di legge ferme in Parlamento? Si va dalla prevenzione del jihadismo alla legittima difesa, dalle telecamere anti-abusi negli asili e nelle case di cura all’abolizione dei vitalizi. Ben 88 ddl, più o meno importanti, che non vedranno mai la luce. Mesi e mesi di lavoro dei parlamentari e del personale, centinaia di riunioni, migliaia di audizioni, lunghe trattative tra partiti, che svaniranno nel nulla. Se saranno considerate ancora priorità per il Paese, dovranno ricominciare l’iter da zero nella prossima legislatura. Un po’ come è accaduto per il nuovo ospedale di Padova: 2 anni di intenso lavoro buttati dal sindaco Giordani ed ora…tutto fermo! VERGOGNA!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑