SERVIZIO STRAORDINARIO DI MARCHIATURA BICICLETTE

11988276_809883625791269_7967267625869376284_nPer contrastare i furti di biciclette in città, il Comune di Padova, in collaborazione con l’associazione “Amici della bicicletta”, promuove nel mese di settembre il servizio gratuito di marchiatura delle due ruote anche nei quartieri cittadini. Ecco dove e quando:

Quartiere 6, via dei Colli, lunedì 14, dalle 9 alle 12.

Quartiere 2, piazza Azzurri d’Italia, martedì 15, dalle 9 alle 12.

Quartiere 4, piazzale Cuoco, mercoledì 16, dalle 9 alle 12.

Quartiere 5, piazza Napoli, giovedì 17, dalle 9 alle 12.

Quartiere 3, via Bajardi, venerdì 18, dalle 9 alle 12.

Quartiere 1, piazza dei Signori – sala Nassiryia, sabato 19, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.

La marchiatura verrà svolta anche in viale Codalunga 1 bis, nei locali destinati al servizio, sabato 26, dalle 10 alle 12 e nell’area interna dell’Azienda Ospedaliera – ingresso via Giustiniani – mercoledì 30, dalle 9 alle 12.

Per ulteriori informazioni e modulistica: clicca qui.

Annunci

SONDAGGIO SUL RACKET DELLE BICICLETTE A PADOVA: ECCO IL RISULTATO

Un attimo di distrazione e la bici non c’è più. Quante volte vi è capitato o vi è stato raccontato da amici e familiari? In Italia la media è altissima: circa 3mila casi al giorno e a Padova il fenomeno è particolarmente diffuso. Le due ruote a pedali sono sempre più gettonate dai malviventi, che le preferiscono addirittura alle auto. Nei prossimi mesi realizzeremo delle iniziative mirate per combattere, in sinergia con l’amministrazione comunale, questa piaga cittadina. Nel frattempo abbiamo raccolto un po’ di dati con un sondaggio. Il riscontro è stato positivo. Il primo quesito indagava sulla mobilità cittadina: bicicletta e automobile sono risultati i due mezzi più utilizzati per spostarsi all’interno della città. A seguire c’è chi preferisce camminare, viaggiare con i mezzi pubblici o in moto e/o scooter (Fig. 1). 

Quesito1

Il secondo indagava invece il numero di furti subiti negli ultimi cinque anni: oltre la metà dei rispondenti (52%) ha dichiarato di essere stato derubato almeno una volta. Il 25% addirittura più di una, in media tra le 2 e le 3. Solo il 23%, dato poco confortante, ha affermato di non aver mai subito furti (Fig. 2).

Quesito2

Il terzo quesito indagava l’efficacia di cinque soluzioni per contrastare il furto di biciclette attraverso un giudizio da 1 a 10. “Parcheggi custoditi” con una media di 8,7 è risultata la soluzione più efficace, seguita da “rastrelliere di qualità” (8,1), “videosorveglianza” (7,6), “sito web comunale con foto delle biciclette ritrovate, sequestrate o rimosse” (7,3) e “marchiatura biciclette” (7) (Fig. 3). 

Quesito3

L’ultimo quesito infine dava la possibilità di scrivere ulteriori proposte o suggerimenti da sottoporre all’Amministrazione Comunale attraverso la Consigliera Elisabetta Beggio. Tra queste l’istituzione di un registro comunale per le biciclette come aggiunta / potenziamento al servizio di marchiatura già esistente; continui blitz dei vigili urbani nei luoghi in cui notoriamente vengono vendute bici rubate, con sequestro e sanzioni pesanti anche per i compratori; distribuzione di parcheggi automatici, pratici e sicuri come quello attivo durante ExpoBici; maggior presenza di telecamere nelle zone a rischio; diffusione capillare del servizio Bike Sharing nei quartieri; vendite più frequenti da parte del Comune delle biciclette sequestrate e non reclamate a prezzi “stracciati” per limitare il commercio di bici rubate; costruzione di parcheggi dedicati (anche multipiano) in zona stazione e ai capolinea del tram prendendo esempio da città nordeuropee come Amsterdam. Non possiamo inoltre non riportare alcune segnalazioni in merito alla videosorveglianza del San Gaetano ritenuta “totalmente inutile” al fine di contrastare i furti di biciclette ed individuare i ladri. Necessarie delle verifiche. Ringraziamo tutti i cittadini che hanno dedicato il proprio tempo al nostro sondaggio, insieme vinceremo questa battaglia di civiltà!

LA NOSTRA DICHIARAZIONE DI GUERRA AL RACKET DELLE BICICLETTE

racket bici PadovaDomani dalle 09.00 alle 19.00, in Prato della Valle, si terrà la “Festa della Bicicletta – Energia per la vita”, un’iniziativa che coinvolge cittadini, associazioni e sportivi, volta a valorizzare il mezzo a due ruote e l’importanza della mobilità sostenibile. Gli elementi distintivi della manifestazione sono il richiamo all’Expo 2015, il riferimento ad Expo Bici e il lancio della Sfida europea in bicicletta 2015. In programma numerose iniziative ed eventi per la promozione della ciclabilità, tra cui: una mostra-mercato di biciclette e accessori, biciclettate per famiglie e bambini, visite guidate in bicicletta, la presenza di gruppi caratteristici quali i Ciclopi, le Cargobike e le bici d’epoca, servizio di marcatura, intrattenimento musicale, esposizione e vendita di cibo di strada e tanto divertimento. La manifestazione è organizzata dai Settori: Mobilità e Traffico, Commercio e Attività Economiche, Servizi Sportivi e Ambiente del Comune di Padova. Per moltiplicare il numero di ciclisti tuttavia è indispensabile in primo luogo combattere i ladri di biciclette: il timore di essere derubati, infatti, insieme a quello di essere investiti, rappresenta una delle principali cause che ostacolano la crescita del ciclismo urbano. A ciò si somma un diffuso sentimento di rassegnazione di fronte al racket che spinge molti a non sporgere denuncia e magari ad alimentare il circolo vizioso acquistando nuove biciclette a buon prezzo dagli stessi ricettatori. Purtroppo conosco molto bene il problema, in questi anni ho subito più di 10 furti in centro storico di cui 3 addirittura nel cortile condominiale. Circa due anni fa ho dovuto persino rubare la mia bici rubata, dopo averla ritrovata poche ore dopo legata con un altro lucchetto nei pressi di piazza Eremitani. I vigili senza una denuncia non potevano intervenire e così, per evitare che fosse nuovamente spostata, ho deciso di intervenire da sola con l’aiuto di alcuni passanti. Un vicenda grottesca e sconfortante. Alcune mie conoscenti da tempo hanno rinunciato e circolano a piedi per non dare più soddisfazione ai ladri di farsi derubare. Che fare? Quali soluzioni? Occorre individuare efficaci strategie di contrasto ai furti di biciclette e sensibilizzare gli avventori ad un utilizzo più sicuro del mezzo. Maggiori controlli, più telecamere, diffusione del servizio di marchiatura, nuove rastrelliere di qualità e parcheggi custoditi. Queste alcune proposte. Nei prossimi mesi il Movimento del Buonsenso intende realizzare iniziative mirate e combattere in sinergia con l’Amministrazione Comunale questa piaga cittadina. Nel 2012 abbiamo organizzato un passeggiata ai Giardini dell’Arena contro il degrado, quest’anno faremo una vera e propria incursione! Presto anche un’interrogazione all’Assessore alla Sicurezza, Maurizio Saia, sul tema. È tempo di alzare la testa e riprenderci la nostra città! Tolleranza zero verso questi criminali!

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑