NO CLANDESTINI ALLA ROMAGNOLI!

Ci risiamo. A due mesi dalla caduta dell’Amministrazione Bitonci, echeggia nuovamente l’allarme clandestini. Dopo i vergognosi fatti di Cona e il sovraffollamento di Bagnoli, il Ministero dell’Interno punta la sua attenzione su Abano e sulla caserma Romagnoli di Padova (quartiere 6, Chiesanuova). Nel giro di pochi mesi, le strutture potrebbero arrivare ad ospitare fino a 900 persone. La nostra Amministrazione si era impegnata per riqualificare la zona dell’ex caserma con una variante urbanistica che prevedeva, grazie all’intervento di privati, la costruzione di abitazioni e negozi (con un calo di cubatura di oltre il 40%) e l’allestimento di un parco cittadino (per approfondire clicca sul seguente link: https://goo.gl/cTUQI0). Ora pare che per quell’area si paventino altri progetti a cui noi diciamo NO! E continueremo a dire NO finché non avremo la certezza che si tratti di veri profughi e non di clandestini! Non è pensabile insediare nei centri abitati personaggi di cui non sappiamo nulla e tra cui potrebbero nascondersi potenziali terroristi. I recenti fatti di Berlino e l’espulsione del marocchino a Padova di qualche giorno fa confermano la minaccia crescente dell’estremismo islamico. Non possiamo più accogliere indiscriminatamente chiunque sbarchi nel nostro Paese. Noi non ci stiamo, faremo barricate e presidi se necessario, ci batteremo affinché la nostra città non sia più preda del degrado, dello scempio e del business legato alla clandestinità. 

IL BUONSENSO HA DETTO NO!

Referendum costituzionale: 40,89% SÌ – 59,11% NO con un’affluenza storica alle urne, pari al 68,4% a livello nazionale, al 76,7% in Veneto e al 77,8% a Padova. Il buonsenso ha vinto. La Democrazia ha vinto. Il popolo ha vinto. Bocciata una pessima riforma e mandato a casa un governo altrettanto pessimo che per di più non è stato scelto dagli italiani. #renxit #ilbuonsensohadettoNO

GRAZIE A TUTTI!

Ringrazio tutti coloro che stamattina sono venuti sulla scalinata della Gran Guardia per sostenere il NO alla riforma costituzionale. Persone decise e di buonsenso che hanno speso qualche minuto del proprio tempo per un’iniziativa volta a sensibilizzare l’opinione pubblica. Un Governo illegittimo non può toccare la Carta Costituzionale. Le nostre ragioni sono chiare e incontrovertibili, e le abbiamo gridate senza paura. Un grazie particolare agli amici Davide Favero, già capogruppo Lega Nord in Consiglio Comunale, Vera Sodero, già Assessore al Sociale, Fabrizio Boron, Consigliere Regionale Lega Nord. #ilbuonsensodiceNO

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Già Consigliere Comunale – Lista Bitonci Sindaco

IL BUONSENSO DICE NO!

Abbiamo concluso la nostra campagna informativa sul prossimo referendum costituzionale, spiegando chiaramente le ragioni del NO. Non è possibile approvare una riforma che non abolisce veramente il bicameralismo paritario, che non taglia sensibilmente i costi della politica, che non semplifica il procedimento legislativo, che riduce invece la partecipazione popolare, che accentra i poteri relativamente a sanità, immigrazione, energia, esportazioni, limitando fortemente le autonomie locali. Inoltre, cosa gravissima, non prevede il vincolo di mandato cosicché i parlamentari potranno continuare a passare indisturbati da un partito ad un altro a seconda dalla convenienza. Il 4 dicembre non ci sarà il quorum, il referendum sarà valido a prescindere dal numero di votanti, per cui è chiaro che chi non andrà a votare sosterrà indirettamente il sì. Renzi ne ha fatto una questione politica ma soprattutto personale. Vi invitiamo a votare NO prima di tutto perché è una riforma pasticciata e pericolosa, ma anche per mandare a casa questo manipolo di incompetenti. Vi rinnoviamo, inoltre, l’invito per il flash mob di domani, un’iniziativa simbolica ma di forte impatto per manifestare il nostro dissenso. Difendiamo la Democrazia oggi, per restare liberi domani. #ilbuonsensodiceNO

PIÙ CHE UN INDIRIZZO, UNA SPERANZA!

SABATO 26 NOVEMBRE ALLE ORE 12:00 appuntamento in PIAZZA DEI SIGNORI (scalinata della Gran Guardia) per gridare un fortissimo NO alla Riforma Costituzionale! L’esito referendario non è affatto scontato, per questo dobbiamo essere tantissimi! Mandiamo insieme un avviso di “sfratto” a questo governo che non è stato scelto dagli italiani!

Per saperne di più, scopri l’evento ufficiale: Il buonsenso dice NO!

REFERENDUM COSTITUZIONALE: IL BUONSENSO DICE NO!

Usciamo da Facebook per un’ora e raduniamoci in piazza dei Signori per gridare il nostro NO alla Riforma Costituzionale!

SABATO 26 NOVEMBRE ALLE ORE 12:00 vi aspettiamo numerosi sulla scalinata della Gran Guardia per un FLASH MOB aperto a tutti i padovani di buonsenso che la pensano come noi.

Nel corso dell’evento esibiremo dei cartelli con le nostre ragioni e grideremo insieme un grande NO! Un gesto simbolico ma di forte impatto per contribuire a mandare a casa questo Governo che non è stato scelto dagli italiani!

Aiutaci, dedica qualche minuto del tuo tempo per il futuro del Paese. Facciamo sentire la nostra voce! #ilbuonsensodiceno #padovadiceNO

Per saperne di più visita l’evento Facebook ufficiale: clicca qui! 
+++ CONDIVIDI, PASSA PAROLA! +++

NO ALLA TURCHIA IN EUROPA!

1450434979turchia-sull-arresto-dei-giornalisti-erdogan-non-accetta-lezioni-l-europa-pensi-agli-affari-suoi.jpg

Quanto sta avvenendo in queste ore in Turchia, nell’indifferenza dell’Europa e degli USA, è gravissimo. La furia di Erdogan non risparmia nessuno. Migliaia gli arresti. Militari, giornalisti, magistrati, insegnanti, dipendenti pubblici. Qualunque oppositore. Una repressione durissima che riporta la Repubblica turca, laica e moderata di Ataturk, al Sultanato ottomano dei secoli passati. Ciò nonostante, per ignoti motivi, sullo scenario internazionale si continua a dargli credito e a sostenerlo. Ma come si può affermare che in Turchia abbia vinto la democrazia e l’amore del popolo per il proprio presidente, quando è sotto agli occhi di tutti quanto sta accadendo? Le foto dei golpisti nudi, legati, imbavagliati, ammassati l’uno sopra l’altro che hanno invaso i social e i quotidiani negli ultimi giorni rivelano il vero volto di Erdogan. L’oscuro volto di un dittatore che sta uccidendo giorno dopo giorno la libertà in tutte le sue forme. Dove sono i buonisti che si ergono a difensori dei diritti umani e dei valori democratici? La sua deriva autoritaria, la possibile reintroduzione della pena di morte e la strisciante islamizzazione del Paese rendono l’ingresso della Turchia in Europa pressoché impossibile. Del resto, la prospettiva di imbarcare 80 milioni di musulmani nel difficile contesto storico che stiamo vivendo equivarrebbe al suicidio assistito della civiltà occidentale. Per questo il Movimento del Buonsenso – Padova ribadisce a gran voce il proprio no alla Turchia in Europa!

Alberto Casagrande
Vice Presidente

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑