PROSSIMA TAPPA: CENTRO STORICO

🗓✍ I nostri instancabili volontari, in compagnia della Consigliera Comunale Eleonora Mosco, vi aspettano domani, giovedì 31 maggio, dalle 09:30 alle 12:30, in piazza dei Frutti per raccogliere le vostre lamentele e i vostri suggerimenti per migliorare il quartiere centro. La 9^ tappa di un ciclo di incontri che sta ottenendo un ottimo riscontro sia in termini di partecipazione che di segnalazioni ricevute. Non perdete questa opportunità per dire la vostra sulla zona in cui vivete, lavorate o studiate! #dallavostraparte #quartierialcentro

I TINTORETTO RITROVATI

briseide_rimprovera_achille.jpg

Vittorio Sgarbi, dopo aver inaugurato, sabato scorso, la mostra “Il San Lorenzo di Donatello” al Palazzo della Ragione, ieri ha presentato la nuova esposizione, ai Musei Civici agli Eremitani, “I Tintoretto ritrovati”, che apre oggi e chiude il prossimo 25 settembre. Otto tele, che il noto critico d’arte ha attribuito ad un giovanissimo Tintoretto e che erano state finora esposte a Palazzo Moroni come opere di un imitatore del grande maestro veneziano. I dipinti rappresentano soggetti mitologici, di fonte ovidiana: Giudizio di Paride, I cercopi mutati in scimmie, Briseide rimprovera Achille, Deucalione e Pirra, Apollo e Marsia, Venere e Adone, Giove e Semele, Compianto su Adone morto. La mostra, che fa parte del ciclo “Padova 2016. Le mostre di Vittorio Sgarbi” realizzata dal Comune di Padova con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, comprende un itinerario di approfondimento sull’iconografia mitologica ovidiana. Un appuntamento imperdibile per cittadini e turisti! ‪#‎padovadascoprire‬

PADOVA, CAPITALE DEL TURISMO IN ITALIA

turismo.jpg

È Padova, con un dato del +118%, a guidare la classifica delle prime 10 città d’arte italiane in cui si è registrata la maggior crescita di turisti negli ultimi 20 anni. Lo afferma una ricerca sul turismo nelle città d’arte, dal 1995 al 2015, presentata martedì a Roma dal Centro Studi Turistici di Firenze. Dopo Padova, nelle 10 migliori performance figura Venezia (+110%), seguita da Roma (+106%), Napoli (+100%), Torino (+77%), un altro capoluogo veneto, Verona (+65%), quindi Bologna (+53%), Pisa (+49%), Firenze (+43%) e Siena (+27%). Un primato, quello padovano, che ci riempie di soddisfazione, ma che non deve essere interpretato come un punto di arrivo bensì come un incoraggiamento a fare ancora di più. Trasformiamo i numerosi arrivi in presenze. Presenze che rappresentano un volano importante per far ripartire l’economia cittadina. Il turismo, infatti, soprattutto in tempo di crisi, è una risorsa straordinaria in grado di portare ricadute positive non solo per le strutture ricettive ma per tutti gli esercizi commerciali presenti in città. Più turisti, più lavoro, più assunzioni, più denaro che circola, più benessere per tutti. Ma come trattenere più a lungo i turisti a Padova? Come trasformare una visita frettolosa in qualcosa di più? Occorre innanzitutto pensare ad un modello innovativo e sinergico, in grado di coinvolgere e coordinare tutti gli attori presenti sul territorio. Incrementare gli investimenti e creare un nuovo brand per veicolare l’immagine della città nel Mondo. Oltre ai grandi poli attrattori, come la Cappella degli Scrovegni, l’Orto botanico, la Basilica del Santo, il Palazzo della Ragione, il Caffè Pedrocchi, dobbiamo svelare e valorizzare la Padova meno conosciuta, inedita. Organizzare grandi mostre, come quelle che da anni vengono realizzate a Cà dei Carraresi a Treviso o alla Basilica Palladiana di Vicenza. Rilanciare la Fiera, da anni in sofferenza, con nuove importanti manifestazioni a carattere nazionale ed internazionale. Piccoli e grandi eventi che se programmati e soprattutto comunicati in modo efficace, possono fare la differenza. Spazio anche per cartellonistica e innovazione: applicazioni digitali per coinvolgere i giovani e percorsi culturali, enogastronomici e cicloturistici riconoscibili e coerenti. Non solo: occorre vigilare sulle aperture di nuove strutture ricettive e sconfiggere le degenerazione della cosiddetta sharing economy nel turismo, come ad esempio il caso di Airbnb. L’obiettivo deve essere “emozionare”. La pubblicità più funzionale e d’impatto per la città, infatti, è il passa parola dei turisti, che ritornati nei rispettivi Paesi di residenza raccontano l’esperienza vissuta. L’Amministrazione Comunale si sta muovendo proprio in questa direzione: dalla ristrutturazione dei padiglioni della Fiera, agli investimenti per il Parco delle Mura, dalla mostra sui dinosauri, a quelle dedicate a Donatello, Tintoretto e al Seicento veneto, passando per “Babele”, la nuova rassegna culturale diretta dal critico d’arte Vittorio Sgarbi; ma anche la riduzione, seppur ancora insufficiente, della tassa di soggiorno, la Discover Padova Card e la candidatura al riconoscimento di patrimonio dell’Unesco dei cicli pittorici del Trecento (da Giotto a Giusto de’ Menabuoi) e molto altro. Alcuni obiettivi sono già stati raggiunti, altri sono certa lo saranno negli anni a venire. Crediamoci!

Simonetta Fincato
Consigliere delegato al Turismo, Movimento del Buonsenso – Padova

PADOVA RIPARTE DAL TURISMO

12042854_817446171701681_6781696824864684500_n

C’è grande soddisfazione a Palazzo Moroni per i dati diffusi dalla Camera di commercio sui principali indicatori del turismo, riferiti al primo semestre del 2015. Più di 500mila stranieri hanno visitato Padova e provincia nei primi sei mesi dell’anno, il 6,7% in più rispetto allo stesso periodo del 2014. Per numero di arrivi la nostra città si piazza al terzo posto in Veneto, dopo Venezia e Verona, e al diciannovesimo posto a livello nazionale. Sono 187 milioni i soldi spesi dai turisti sul nostro territorio, in crescita del 19%. Le 6.276 imprese turistiche di Padova hanno registrato complessivamente un leggero aumento: il settore della ristorazione (+0,9%), il settore alberghiero (+2,4%) mentre si va in negativo (-1,7%) per agenzie di viaggio e tour operator. Le ricadute sull’economia cittadina sono importanti e sia il Sindaco, Massimo Bitonci, che l’Assessore alla Cultura, Matteo Cavatton, ne sono consapevoli. Prevista l’organizzazione di una grande mostra, simile a quelle che da anni vengono realizzate a Cà dei Carraresi a Treviso e alla Basilica Palladiana di Vicenza, capace di portare in città centinaia di migliaia di persone. Sede ideale, Palazzo della Ragione. Non solo: proprio oggi il Primo cittadino ha annunciato il taglio della tassa di soggiorno per il 2016 e la creazione di un nuovo brand turistico per veicolare l’immagine della città. Spazio anche per cartellonistica e innovazione: applicazioni digitali per coinvolgere i giovani e percorsi turistici riconoscibili e coerenti. Come Consigliera Comunale e Presidente del Movimento del Buonsenso – Padova non posso che esprimere la mia soddisfazione e il mio plauso per il risultato finora ottenuto e gli ambiziosi obiettivi futuri.

Elisabetta Beggio

PADOVA: CITTÀ D’ARTE E CAPITALE DEL TURISMO PER TRE GIORNI

Dal 18 al 20 settembre, per il secondo anno consecutivo, Padova ospiterà il World Tourism Expo, il salone mondiale del turismo delle città e dei siti patrimonio dell’Unesco. L’edizione di quest’anno sarà idealmente dedicata all’eroe di Palmira, Khaled Asaad, archeologo 82enne, per oltre 50 anni responsabile delle antichità del sito, decapitato lo scorso 18 agosto dai militanti dell’Is. La sede della manifestazione sarà Palazzo della Ragione, trasformato per l’occasione in un grande spazio espositivo, aperto al pubblico e con ingresso libero. Tra le novità, il potenziamento dell’area Workshop dedicata agli operatori del settore e un nuovo sito web interattivo con le esperienze del pubblico. Previsti inoltre appositi press tour per la stampa specializzata che sarà invitata a conoscere non solo gli espositori del Salone, ma soprattutto le ricchezze del territorio padovano. Saranno organizzati dei percorsi ad hoc che portino giornalisti e blogger a scoprire l’arte, la tradizione enogastronomica, le bellezze naturalistiche e la storia della città e dei luoghi intorno ad essa. Non solo: nell’ambito della manifestazione, si svolgeranno convegni, tavole rotonde e approfondimenti paralleli a cui prenderanno parte esperti, operatori e studiosi del settore. Durante questi incontri saranno affrontate importanti tematiche quali la valorizzazione e la commercializzazione del Patrimonio Mondiale in un ottica di turismo sostenibile. Per ulteriori informazioni e programma completo, clicca qui.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑