DA “PRIMA I PADOVANI” A “PRIMA GLI STRANIERI”

Nel corso del Consiglio Comunale di ieri sera la maggioranza ha cancellato con un colpo di spugna il criterio di anzianità di residenza per l’assegnazione delle case popolari introdotto nel 2015 dall’amministrazione Bitonci. Ora i padovani in attesa di un alloggio saranno nuovamente scavalcati dagli ultimi arrivati, per lo più stranieri. VERGOGNA!

Annunci

L’AMMINISTRAZIONE AIUTI ANCHE I PADOVANI, NON SOLO I “PROFUGHI”

Sempre più spesso in città si assiste a scene che nessuno vorrebbe vedere. Persone anziane ma anche padri e madri di famiglia che si appostano di sera, a volte di notte, nel retro di un supermercato o di un ristorante alla disperata ricerca di cibo nei cassonetti. Un fenomeno in crescita di cui spesso non ci accorgiamo nemmeno, ma che avviene nei luoghi che frequentiamo abitualmente. Storie di persone che per orgoglio o vergogna scelgono di non farsi aiutare e cercano di sopravvivere come possono. Auspichiamo che l’amministrazione, molto sensibile quando si parla di “profughi”, faccia il possibile per aiutare anche i concittadini padovani in difficoltà. Nessuno deve essere lasciato solo. È un imperativo morale per qualunque società civile ed evoluta.

FINALMENTE PRIMA I PADOVANI!

incentivi-acquisto-prima-casa-2015-LAZIO-1.png

La rivoluzione del Sindaco Massimo Bitonci per l’assegnazione delle case popolari ha concretizzato lo slogan elettorale “PRIMA I PADOVANI”. Dopo l’introduzione del criterio di anzianità di residenza, la percentuale delle assegnazioni è nettamente cambiata a favore degli italiani. Da marzo 2016 ad oggi, sono state assegnate in totale 58 case, di cui solo 5 a cittadini stranieri. In altre parole il 92% dei nuovi inquilini è italiano, solo l’8% straniero. Un risultato che segna una svolta importante per il nostro Comune, soprattutto considerando che fino a qualche anno fa la situazione era diametralmente opposta, con oltre il 60% delle assegnazioni a stranieri. Finalmente un po’ di buonsenso nella destinazione degli alloggi popolari! Finalmente i nostri concittadini, che per anni sono stati scavalcati in graduatoria dagli ultimi arrivati, hanno avuto giustizia. Avanti così!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑