L’INUTILITÀ DELLE CONSULTE

Col passare dei mesi le consulte di quartiere si sono rivelate quello che molti temevano: “contenitori vuoti” in cui trasparenza e partecipazione non esistono. Strumenti inutili e faziosi, i cui membri non vengono eletti democraticamente dai cittadini o scelti sulla base di precisi parametri di merito, ma nominati a proprio piacimento dalle segreterie di partito a seguito dell’iscrizione ad un albo farsa. La longa manus della sinistra per legittimare decisioni già prese e progetti calati dall’alto, illudendo residenti, commercianti e associazioni di contare qualcosa. Noi non ci stiamo! E voi cosa ne pensate?

Annunci

LA COERENZA DEI DUE “CIVICI”

Fino a pochi mesi fa Lorenzoni diceva: “MAI un parcheggio alla Prandina”, spalleggiato da note associazioni ambientaliste padovane, fonte di voti. Nel programma elettorale di Giordani, invece, non si faceva nemmeno menzione di un eventuale parcheggio nell’area dell’ex caserma. L’unico ad aver da sempre espresso la volontà e la necessità di realizzare un parcheggio su quel sito è stato Massimo Bitonci che aveva già avviato l’iter con il demanio. Non solo un grande parcheggio al servizio del centro ma anche nuovi spazi verdi e lo spostamento della carreggiata di via Orsini per lasciare spazio al Parco delle Mura. Proposte di BUONSENSO che siamo felici di constatare abbiano persuaso (o siano sul punto di persuadere) anche i due “civici”. Forse saranno un po’ meno felici i loro elettori a cui era stato promesso tutt’altro, proprio come per l’ospedale. Ancora una volta la nostra concretezza e lungimiranza contro le loro chiacchiere. #megliotardichemai #wlacoerenza

IL VERO BUONSENSO È CON BITONCI!

Nel 2014, con spirito civico, ho deciso di candidarmi nella lista “Bitonci Sindaco” che più di qualunque altra rispondeva alle istanze del Movimento del Buonsenso e alla mia visione della città. Abbiamo vinto e per due anni e mezzo siamo stati alla guida di Padova, raggiungendo importanti obiettivi e realizzando oltre la metà del programma elettorale.

Penso ai nuovi criteri di assegnazione delle case popolari, che hanno finalmente reso giustizia alle decine di concittadini da decenni in attesa di un alloggio e puntualmente scavalcati dagli ultimi arrivati. Penso alla patente a punti per i bar e ai tanti eventi che hanno ridato vita alle Piazze. Alla rotonda a fagiolo alla Stanga che ha reso finalmente più fluido il traffico a Padova est. Penso a piazza Rabin, all’accordo per il restauro e il riutilizzo dell’ex Foro Boario, dopo anni di abbandono e degrado. Penso anche ai lavori di ristrutturazione dei padiglioni della fiera e all’avvio di quelli per il centro congressi. Penso al futuro parco Tito Livio che sorgerà al posto dell’attuale piazzale Boschetti, al restauro e alla rivalorizzazione della cinta muraria, allo sgombero del campo rom di via Bassette, del condominio del degrado di via Confalonieri e della Prandina, futuro parcheggio al servizio del centro. Penso alla lotta serrata contro lo spaccio di droga, l’accattonaggio molesto, il gioco d’azzardo, la prostituzione di strada, l’alcolismo giovanile, i furti di biciclette. Penso anche alla riduzione delle tasse locali, alla possibilità di convertire le multe in lavori socialmente utili, agli importanti risultati ottenuti in termini di presenze turistiche e all’introduzione del servizio di pronto intervento Whatsapp. Tutto questo e molto altro: l’inaugurazione di scuole, palestre, parchi pubblici, ovunque ci sono cantieri e i progetti in itinere sono parecchi.

Per approfondire ulteriormente scarica il Bilancio Sociale dell’Amministrazione Bitonci in formato pdf CLICCANDO QUI!

Il buonsenso, quello vero, è con Bitonci. Il buonsenso è dalla parte di chi, con impegno, onestà e concretezza, ha dimostrato di saper ben governare. Il cambiamento è decisamente iniziato, nonostante le difficoltà che di volta in volta si sono incontrate. Massimo Bitonci ha ridato speranza ai padovani con fatti concreti e non con slogan vergognosamente copiati. Ecco perché il Movimento del Buonsenso e la sottoscritta erano, sono e saranno al fianco di Massimo Bitonci, il nostro Sindaco! Confido nel vostro sostegno e vi rinnovo l’invito a partecipare all’APERITIVO DEL BUONSENSO che si terrà mercoledì 22 marzo dalle 18:30 alle 20:00 al Caffè Margherita in piazza della Frutta. Solo uniti si può raggiungere vittoriosi la meta finale!

Elisabetta Beggio

MENO SPRECHI, MENO TASSE

Nel 2014 Padova era tra le città più tassate d’Italia. Oggi, dopo due anni e mezzo di buona amministrazione, è ai primi posti tra le meno tassate, a conferma che la promessa “meno sprechi, meno tasse”, fatta da Massimo Bitonci durante la scorsa campagna elettorale, è stata mantenuta. Ben 11 milioni fatti risparmiare ai padovani e nel 2018 nuove sforbiciate a Irpef, Tasi, Tari e forse anche Imu.

LE BUGIE DEL PREFETTO: NUOVI ARRIVI ALLA PRANDINA

 

Prandina degrado

Altri 100 presunti profughi sono arrivati all’ex caserma Prandina negli ultimi 15 giorni. Adesso gli ospiti sono complessivamente 180 e, visti i continui sbarchi, nei prossimi giorni potrebbero anche aumentare. Una domanda, dunque, sorge spontanea: quanto valgono le promesse del Prefetto? Lo scorso anno ha preso in giro la cittadinanza rinviando lo sgombero per ben 3 volte per poi rendere il campo stanziale. Quest’anno, invece, ha garantito che la struttura non avrebbe accolto più di 100 migranti. Tutte balle! Davvero pensa che i padovani siano così stupidi? Risse tra etnie diverse, mercatini abusivi, schiamazzi notturni, sporcizia, donne importunate per strada e probabile attività prostitutiva all’interno del campo stesso. Sono solo alcune delle spiacevoli situazioni che si sono susseguite in questi mesi. Per non parlare dei “fantasmi” ossia delle decine di persone che si sono allontanate volontariamente. Chi sono? Dove sono andate? Qual è il loro stato di salute? Di cosa vivono? Quali sono le loro intenzioni? I commercianti e i residenti di Corso Milano e zone limitrofe non ne possono più. E nemmeno noi. Per l’ex caserma sono previsti altri progetti. La città non si arrende. ‪#‎PrandinaLibera‬

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑