NOVITÀ PER L’ANSA BORGOMAGNO

Novità per l’Ansa Borgomagno! Finalmente, a forza di insistere, il sindaco ha deciso di ripristinare l’ordinanza che vieta la vendita e il consumo di cibi e bevande, da mezzanotte alle 6, ai circoli africani di via Bernina. Un provvedimento, per ora sperimentale, che rientra tra le 11 proposte contenute nella nostra “mozione per la riqualificazione del Borgomagno”, depositata oltre un anno e mezzo fa dal consigliere Luciani e ancora in attesa di essere discussa e votata in Consiglio Comunale. Auspichiamo che questo possa essere l’inizio, seppur tardivo, del rilancio dell’area. Vigileremo!

Annunci

RIQUALIFICAZIONE SUBITO O SARÀ MOBILITAZIONE!

Oltre un anno fa abbiamo scritto e depositato, grazie al supporto del Consigliere Luciani, una mozione per riqualificare il Borgomagno, mozione che è stata inserita nell’ordine del giorno degli ultimi due Consigli Comunali e puntualmente RINVIATA. Al di là delle nostre proposte, che possono essere condivise o meno, ciò che ci lascia esterrefatti è il TOTALE DISINTERESSE dell’amministrazione per una questione che dovrebbe avere la massima PRIORITÀ. Sembra quasi ci sia la volontà politica di censurare, insabbiare, nascondere i problemi anziché risolverli. Noi però non ci stiamo più. I cittadini non ci stanno più. Chiediamo al Sindaco e alla Giunta di mettere al centro dell’agenda politica e del dibattito in aula la riqualificazione del rione prima che diventi una seconda via Anelli o sarà MOBILITAZIONE!

GRAZIE A TUTTI MA SOPRATTUTTO… GRAZIE ORIANA!

Si è conclusa questa sera la mostra omaggio ad Oriana Fallaci che abbiamo allestito in questi giorni ai Giardini dell’Arena. Ringraziamo i tantissimi padovani e turisti di tutte le età che sono venuti a visitarla. Ringraziamo anche i Consiglieri Comunali Cappellini, Mosco, Sodero e Luciani che hanno appoggiato l’iniziativa e tutti volontari che hanno dedicato tempo ed energie per la sua buona riuscita. Un successo che dimostra ancora una volta la stima e l’affetto per una donna ed una professionista che, nonostante le controversie, ha segnato indiscutibilmente la storia del giornalismo e della letteratura del Novecento e ha profetizzato quanto sta accadendo oggi in Europa.

RIQUALIFICHIAMO LA “CASETTA MORANDI” ALL’ARCELLA

La creazione di un “bici grill”, sul modello del Trentino e del nord Europa, proposta dal “Gruppo vivere bene San Bellino”, potrebbe essere un’ottima soluzione per riqualificare e valorizzare la “casetta Morandi” all’Arcella, che verrebbe così trasformata da edificio fatiscente a punto di utilità sociale e sana aggregazione per la comunità. Voi che ne pensate?

SUBITO LA RIQUALIFICAZIONE!

Siamo al fianco dei residenti nel denunciare una situazione divenuta nel tempo così grave da non ammettere più ritardi, omissioni e sottovalutazioni. Riqualificare l’Ansa Borgomagno prima che si trasformi in una seconda via Anelli deve essere una PRIORITÀ per l’amministrazione. #riqualificazionesubito

DA CASERMA A CAMPUS UNIVERSITARIO

Davvero imbarazzante il tentativo del tragicomico duo Giordani-Lorenzoni di prendersi i meriti della storica trasformazione della caserma Piave in campus universitario. Un’operazione, documenti alla mano, richiesta e conclusa dall’amministrazione Bitonci tra il 2015 e il 2016 ad eccezione di alcuni adempimenti meramente burocratici a cura del commissario prefettizio. Viene davvero da chiedersi che cosa stiano facendo i membri della nuova giunta oltre a beneficiare dei progetti, degli accordi e delle opere pubbliche già interamente ideate, deliberate e finanziate da chi li ha preceduti, come ad esempio le rotonde di viale Codalunga e molte altre. Viene inoltre da domandarsi: che fine faranno le altre caserme dismesse in città? Sarà finalmente realizzato il tanto agognato parcheggio alla Prandina? Al posto della Romagnoli sorgerà la nuova piazza del quartiere Chiesanuova con abitazioni, uffici, negozi e un grande parco pubblico? Noi avevamo e abbiamo le idee chiare sul futuro della città, la sinistra invece arranca, litiga e non conclude nulla.

LETTERA-APPELLO A GIORDANI

Un po’ in ritardo ma anche il Mattino ha pubblicato la nostra lettera-appello al sindaco Giordani sulla drammatica situazione dell’ansa Borgomagno. Intervenire al più presto con un SERIO progetto di riqualificazione, condiviso con i residenti, deve essere una PRIORITÀ per l’amministrazione. Noi non ci arrendiamo!

INVITIAMO GIORDANI ALL’AFRO CLUB DI VIA BERNINA TRA SANGUE E PAURA

La situazione è al collasso. Proviamo a metterci nei panni dei residenti dell’ansa Borgomagno. Quasi ogni giorno assurgono agli onori della cronaca situazioni non più tollerabili. Oggi sui quotidiani si legge dell’ennesima rissa all’interno dell’afro club in via Bernina. Quando la polizia è intervenuta ha trovato il locale, l’African Image, praticamente distrutto, due nigeriani e un gambiano svenuti in un lago di sangue, tra cocci di bottiglie rotte. Portati all’ospedale hanno rimediato 15, 30 e 40 giorni di prognosi e una condanna per rissa. Gli abitanti della zona sono esasperati e si sentono abbandonati dall’amministrazione che, come si sa, è capeggiata da un sindaco che dorme a Padova sia di notte che di giorno. Si impegna per i pranzi solidali, inclusivi, che abbracciano il “diverso” ma si dimentica i suoi concittadini che hanno il sacrosanto diritto di abitare i propri quartieri in serenità e sicurezza. Quella dell’apertura della sede decentrata della polizia municipale all’Arcella per due giorni a settimana farebbe sorridere se non fosse una scelta grottesca. I padovani urlano, pretendono e reclamano pulizia, ordine e decoro. A quando un colpo di spugna rispetto a questi locali insani che sono ricettacoli per malavitosi e facinorosi? Noi diciamo basta! Chiediamo il definitivo sequestro del locale e un serio piano di riqualificazione dell’intera area, dove ricordiamo sorgono anche altre attività ai limiti della legalità o addirittura illegali come la moschea abusiva camuffata da circolo culturale islamico.

ECCO COME CAMBIERÀ IL QUARTIERE CHIESANUOVA

romagnoli.jpg

Dopo anni di abbandono e degrado, prende il via il progetto di riqualificazione dell’ex Caserma Romagnoli a Chiesanuova. Lo scorso 5 ottobre il Consiglio Comunale ha approvato un’importante variante urbanistica per il cambio di destinazione d’uso dell’area. Ieri, il Sindaco Massimo Bitonci ha incontrato, oltre ad alcuni rappresentanti del Demanio, proprietario della caserma, anche l’Amministratore Delegato di Invimit (Investimenti Immobiliari Italiani), società di gestione del risparmio del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Grazie al loro investimento, la Romagnoli verrà rasa al suolo e l’area sarà ridisegnata attraverso un concorso di idee. Saranno dimezzate le cubature esistenti e saranno restituite, ad uso pubblico, grande parte delle metrature, a beneficio dei residenti della zona. Sorgerà dunque la nuova piazza del quartiere con negozi (già previste due medie strutture di vendita), uffici (tra cui quello di un distaccamento dei vigili) e abitazioni private. Non solo: sono previste sostanziali modifiche alla viabilità, l’allargamento della strada attorno alla piazza stessa e l’ampliamento degli impianti sportivi attigui. Insomma, più verde e meno cemento per un quartiere vivo e a misura di cittadino. Ora, puntiamo anche alla riqualificazione delle altre caserme dismesse, tra cui la Piave per l’Università e il Conservatorio, e la Prandina sulla cui area si prevede la realizzazione di un grande parcheggio al servizio del centro, con annessa nuova caserma dei Vigili del fuoco, i quali, ad oggi, pagano l’affitto per stare in via San Fidenzio.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑