POVERTÀ IN AUMENTO: PRIMA I PADOVANI!

Di qualche giorno fa la tragica notizia della scomparsa di Vittorio Mazzuccato, ex vivaista padovano morto in miseria nella sua villa ipotecata di via Facciolati, senza luce, acqua e gas. Di oggi invece la notizia di un’anziana di Ponte di Brenta costretta a rubare al supermercato per paura di non arrivare a fine mese con la sua pensione di 425 euro. Olio, burro, formaggio… in tutto 14,55 euro. Un amaro bottino che le è costato una denuncia per furto che speriamo venga revocata. Nella sola provincia di Padova sono quasi 15mila le persone con un Isee inferiore ai 6mila euro l’anno. Nonostante la timida ripresa economica, la povertà è in aumento. E i nuovi poveri non sono solo i “profughi”. Sono anche madri e padri di famiglia, anziani padovani che si appostano di sera, a volte di notte, nel retro di un supermercato o di un ristorante alla disperata ricerca di cibo nei cassonetti. Storie quotidiane di persone che per orgoglio o vergogna scelgono di non farsi aiutare e cercano di sopravvivere come possono. Storie che quando le ascolti sono come un colpo al cuore. L’amministrazione comunale, anziché tagliare i fondi per gli anziani e aumentare quelli per gli immigrati, metta al centro delle politiche sociali i padovani e dia priorità assoluta alle loro necessità! Nessuno deve essere lasciato solo. È un imperativo morale per qualunque società civile ed evoluta.

LA COERENZA DEI DUE “CIVICI”

Fino a pochi mesi fa Lorenzoni diceva: “MAI un parcheggio alla Prandina”, spalleggiato da note associazioni ambientaliste padovane, fonte di voti. Nel programma elettorale di Giordani, invece, non si faceva nemmeno menzione di un eventuale parcheggio nell’area dell’ex caserma. L’unico ad aver da sempre espresso la volontà e la necessità di realizzare un parcheggio su quel sito è stato Massimo Bitonci che aveva già avviato l’iter con il demanio. Non solo un grande parcheggio al servizio del centro ma anche nuovi spazi verdi e lo spostamento della carreggiata di via Orsini per lasciare spazio al Parco delle Mura. Proposte di BUONSENSO che siamo felici di constatare abbiano persuaso (o siano sul punto di persuadere) anche i due “civici”. Forse saranno un po’ meno felici i loro elettori a cui era stato promesso tutt’altro, proprio come per l’ospedale. Ancora una volta la nostra concretezza e lungimiranza contro le loro chiacchiere. #megliotardichemai #wlacoerenza

UN PENSIERO PER UN NATALE MIGLIORE

Natale all’insegna della solidarietà per il Movimento del Buonsenso. Nasce il progetto “Spesa solidale” finalizzato a raccogliere e quindi a distribuire generi alimentari ai tanti (troppi) concittadini padovani colpiti dalla crisi. La nostra Associazione nasce con l’obiettivo di migliorare Padova e la sua vivibilità, unendo uomini e donne di buona volontà nella realizzazione di piccole iniziative che contribuiscono a cambiare la vita di molte persone. A volte basta davvero poco: un gesto, un sorriso, la messa a disposizione di una parte del proprio tempo a far sentire le persone meno sole e aiutarle ad affrontare la propria vita con un pizzico di serenità in più. Per questo abbiamo deciso di investire il residuo cassa dell’anno sociale 2015 e raccogliere le donazioni spontanee dei nostri soci per questa raccolta solidale in favore di alcune famiglie padovane segnalate da Don Mauro della parrocchia del Duomo. Grazie di cuore a tutti coloro che hanno contribuito a questa splendida iniziativa!

12421356_10206536950440867_1652282391_n.jpg

NOI NON DIMENTICHIAMO.

12342579_852973214815643_739798173811019677_n

“Affinché al vento non segua il silenzio” è questo il titolo della manifestazione pacifica di protesta che si è tenuta qualche giorno fa a Dolo per ribadire la mancanza di risposte e di chiarezza da parte delle istituzioni, l’assenza ad oggi di contributi per la ristrutturazione e la richiesta di aiuto e sostegno per le persone colpite dal tornado dello scorso 8 luglio. Il corteo, a cui hanno partecipato oltre 250 persone, è stato aperto da un trattore che trasportava nel rimorchio alcuni tronchi di alberi caduti dopo il tornado. Dietro c’erano i cittadini che hanno issato un cartello con scritto “Il tornado ha devastato. Il Governo ha dimenticato”. NOI NON DIMENTICHIAMO. E vi invitiamo a parteciapre alla lotteria di beneficenza PadovaSmile a favore delle numerose famiglie della Riviera del Brenta colpite da questa terribile calamità naturale. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Art Club Padova con il patrocinio del Comune di Padova e la collaborazione del nostro Movimento. Per ulteriori informazioni, punti vendita dei biglietti e regolamento visita il sito: www.padovasmile.com. Un grazie in anticipo per il vostro prezioso contributo.

LOTTERIA DI BENEFICENZA PADOVASMILE

Partecipa anche tu alla lotteria di beneficenza PADOVASMILE a favore delle numerose famiglie della Riviera del Brenta colpite dal tornado dello scorso luglio. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Art Club Padova con il patrocinio del Comune di Padova e la collaborazione del nostro Movimento. Per ulteriori informazioni, punti vendita dei biglietti e regolamento visita il sito: www.padovasmile.com

12308673_909105982470994_7752065210769057787_n.jpg

RIAPERTA LA STAZIONE DELLE BICICLETTE A BORGOMAGNO

Amici ciclisti, come promesso dall’Assessore Grigoletto, lunedì ha riaperto la stazione delle biciclette a Borgomagno. Un servizio del Comune di Padova, con la collaborazione della cooperativa ReFuture e dell’associazione La Mente Comune, che offre riparazioni, vendite e noleggio di biciclette rigenerate a prezzi vantaggiosi. Non solo: è possibile trovare lucchetti, accessori e pezzi di ricambio usati anche storici o vintage. Un’alternativa low cost e legale allo smercio di biciclette rubate nonché un contributo alla sostenibilità ambientale e sociale.

Elisabetta Beggio 
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista ‪‎Bitonci Sindaco‬

POVERTÀ IN AUMENTO: PERICOLOSO ALLARME SOCIALE

11013245_776117919167840_8402417954984957648_nIn Italia sono oltre 10 milioni le persone in stato di povertà, tra queste 6 milioni in povertà assoluta. Padova, per quanto sia migliore di molte altre città italiane, non fa eccezione. E i nuovi poveri non sono solo i profughi. Sono anche madri e padri di famiglia, anziani padovani che si appostano di sera, a volte di notte, nel retro di un supermercato o di un ristorante alla disperata ricerca di cibo nei cassonetti. Avanzi da recuperare per dare da mangiare ai propri cari. Il fenomeno è in crescita, a confermarlo gli operatori di Acegas Aps Amga che quotidianamente si imbattono in queste persone. Un fenomeno di cui non ci accorgiamo, ma che avviene nei luoghi che frequentiamo abitualmente come il Maxifrutta in via Ansuino da Forlì all’Arcella o al Pam di galleria San Carlo o all’Eurospar di via Altichiero o al Lidl di via Sorio, di fronte all’aeroporto. Storie di persone che per orgoglio o vergogna scelgono di non farsi aiutare e cercano di sopravvivere come possono. Storie che quando le ascolti sono come un colpo al cuore. L’amministrazione, molto sensibile alla questione, continuerà a fare il possibile per aiutare chi è in difficoltà. Nessuno deve essere lasciato solo. È un imperativo morale per qualunque società civile ed evoluta.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

SEGNALIAMO LA NUOVA FAMILY CARD PER FAMIGLIE NUMEROSE

11162079_745853615527604_5475262128160605205_nLa Family Card‬ è ora istituzionalizzata. A comunicarlo è l’Assessore al Sociale ‪‎Alessandra Brunetti‬. Si tratta di uno strumento che permetterà a molte famiglie padovane in difficoltà di godere di agevolazioni in campo alimentare, merceologico, sportivo e culturale. Sarà nominale, valida fino al 31 dicembre e potrà essere richiesta presso l’ufficio Famiglia (Settore Servizi Sociali) in via del Carmine, 13. Le famiglie che ne potranno beneficiare dovranno essere composte o da un solo genitore e almeno 2 figli di età inferiore a 21 anni, oppure da due genitori e almeno 3 figli di età inferiore a 21 anni, con un valore Isee non superiore a 40mila euro. Per ulteriori informazioni e modulistica visita il sito www.padovanet.it. Questa amministrazione ancora una volta si dimostra vicina ai padovani in difficoltà e non solo, poiché a richiedere la tessera potranno essere anche famiglie extracomunitarie purché munite di regolare permesso di soggiorno.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑