LA DROGA A PADOVA

L’inviato di “Striscia la notizia”, Vittorio Brumotti, è tornato a Padova per documentare lo spaccio di droga, connesso alla mafia nigeriana, che persiste e prolifera soprattutto in zona stazione / Borgomagno. Negare il problema o ridurlo a mera “percezione” è un atteggiamento inutile e dannoso per la città. Quali soluzioni? Più controlli sul territorio, più risorse alle Forze dell’Ordine e soprattutto certezza della pena ed espulsioni celeri dei delinquenti stranieri. Nessuna tregua per chi porta paura e morte nelle nostre strade! GUARDA IL VIDEO SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

Annunci

UNIAMOCI CONTRO IL DEGRADO IN VIA SORIO

Siamo al fianco dei commercianti di via Sorio nel denunciare questa situazione vergognosa a pochi passi dal centro storico. Un’escalation di degrado e criminalità che ci è stata segnalata anche da molti residenti nel corso del nostro ciclo di incontri nei quartieri. Non solo siamo disponibili, ma chiediamo di poter collaborare nella ricerca di soluzioni concrete per ridare sicurezza, decoro e vitalità alla zona. Uniamo le forze e facciamo sentire la nostra voce!

CONCLUSA LA SECONDA EDIZIONE DEL TOUR “QUARTIERI AL CENTRO”

20 tappe, 10 quartieri, centinaia di problematiche e proposte raccolte. Con l’incontro pubblico di ieri sera si è conclusa anche la seconda edizione del tour #quartierialcentro! Nei prossimi giorni inoltreremo le segnalazioni ricevute agli Assessorati competenti e venerdì le consegneremo personalmente al Sindaco nella speranza che possano trovare soluzione. Sono inoltre già in cantiere diverse mozioni ed interrogazioni. GRAZIE a tutti coloro che hanno collaborato all’iniziativa, ai volontari del Movimento del Buonsenso, ai Consiglieri Comunali Alain Luciani, Eleonora Mosco, Enrico Turrin ed Elena Cappellini e a tutti i concittadini che con grande senso civico hanno denunciato cosa non va nel proprio quartiere e suggerito idee utili a migliorarlo. INSIEME, RIMETTIAMO ORDINE A PADOVA!

GRANDE PARTECIPAZIONE A SACRO CUORE

📍✍🏻 Grande affluenza questa mattina al nostro banchetto in via Astichello a SACRO CUORE! Tante le segnalazioni raccolte dal nostro referente di quartiere Mario Di Grazia, piccoli e grandi problemi che porteremo all’attenzione dell’amministrazione comunale, suggerendo anche le possibili soluzioni. I cittadini, soprattutto i più anziani, percepiscono le Istituzioni lontane, si sentono di fatto abbandonati e hanno un gran bisogno di essere ascoltati ed aiutati. Noi siamo e saremo al loro fianco! Prossimo appuntamento sabato mattina, dalle 10:00 alle 12:30, in piazza Garibaldi. #sempretralagente #quartierialcentro

ALCUNE PROPOSTE PER RILANCIARE LA NATALITÀ IN ITALIA

In Italia nascono sempre meno bambini, la popolazione invecchia e aumenta il numero degli stranieri. Invertire questo trend negativo deve essere una priorità per il nuovo governo. Cosa può fare la politica? Ad esempio istituire asili nido gratuiti e aperti fino a sera per tutto l’anno, azzerare l’IVA sui prodotti per la prima infanzia come i pannolini e il latte in polvere, incentivare le imprese che aprono asili nido aziendali e assumono neomamme, sostenere economicamente i genitori con assegni familiari per i primi anni di vita del bambino. Insomma, soluzioni concrete, efficaci, non l’ennesimo bonus-spot di 80 euro targato Renzi. In Italia si trovano i soldi per tutto e per tutti, ad iniziare dal primo immigrato clandestino che sbarca domani mattina, ma non per aiutare le giovani coppie a costruire una famiglia. Questo sistema va cambiato! Il rilancio dell’Italia parte anche da qui!

EMERGENZA RIFIUTI

Ecco come si presentavano oggi i cassonetti di Corso Milano. Una situazione vergognosa che purtroppo accomuna molte vie cittadine come via Franzela a Sacro Cuore, via Pastro al Pescarotto, via Fowst al Borgomagno e via Pindemonte alla Guizza, dove da oltre un anno i residenti attendono che la giunta deliberi in merito alla realizzazione di un’isola ecologica. Situazioni di degrado inaccettabili che dovrebbero quanto meno far riflettere chi amministra la città sulla necessità di migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti. L’azienda, in sinergia con il Comune, deve trovare una soluzione definitiva al problema, magari facendo qualche giro di raccolta in più o aggiungendo qualche cassonetto laddove risultano chiaramente insufficienti. Purtroppo l’inciviltà e la maleducazione di certe persone è difficile da combattere ma certamente si possono studiare soluzioni migliorative.

10 PROPOSTE CONTRO IL TERRORISMO ISLAMICO

Questa mattina (23/12/2016) sono stata ospite della trasmissione “Rosso e Nero” su Telenuovo. Nel corso della puntata si è discusso di terrorismo e immigrazione in seguito alla recente strage di Berlino e all’uccisione, avvenuta la scorsa notte a Milano, dell’attentatore islamico. Le posizioni della sinistra in merito si sono rivelate, ancora una volta, confuse e inconcludenti. Le solite chiacchiere da salotto, il solito buonismo privo di concretezza e di lungimiranza. Al contrario, ho cercato di essere più chiara e concreta possibile, suggerendo alcune soluzioni di buonsenso per tentare di arginare la minaccia jihadista:

1. Emanare leggi speciali contro l’integralismo islamico.
2. Effettuare controlli capillari in tutte le realtà islamiche presenti sul territorio italiano ed europeo.
3. Realizzare un censimento dei luoghi di culto islamico (moschee regolari ed abusive, centri culturali islamici) e il relativo registro pubblico.
4. Creare un albo degli Imam con sottoscrizione di un protocollo di trasparenza.
5. Imporre l‘uso della lingua italiana nelle moschee.
6. Vietare l’uso del velo integrale islamico (burqa e niqab) nei luoghi pubblici e/o aperti al pubblico con una legge ad hoc o inserendo una specifica alla legge 152/75.
7. Rivedere / sospendere in via emergenziale il tratto di Schengen, difendendo le frontiere esterne e monitorando quelle interne all’Unione Europea.
8. Bloccare i continui e incontrollati flussi migratori (solo il 5% ha diritto allo stato di rifugiato) che alimentano caos, insicurezza ed illegalità, commissariando le coste e i confini interni dei Paesi del Nord Africa dai quali partono i barconi.
9. Intervenire, anche militarmente, in Libia e Siria per schiacciare l’Isis e i suoi vertici e liberare la popolazione civile, sostenendo soluzioni politiche in grado di riportare l’ordine in quei territori.
10. Investire nei Paesi d’origine dei migranti, creando nuove opportunità di lavoro, affinché non siano costretti a migrare in cerca di fortuna.

Questi i punti che ho trattato in trasmissione ma l’elenco potrebbe continuare ancora: da maggiori risorse alla Forze dell’Ordine alla difesa delle nostre radici giudaico-cristiane, fondamento stesso della nostra civiltà. Quando si sveglieranno i nostri governanti? Quando inizieranno a concretizzare qualcuna di queste proposte? Quando capiranno che ci è stata dichiarata guerra, che siamo in guerra e che alla guerra bisogna combattere, difendersi? Voi che ne pensate?

CONCLUSA LA TERZA TAPPA DEL TOUR “QUARTIERI AL CENTRO”

14858610_10208848867717354_1128487074_o.jpg

Si è conclusa anche la terza tappa del tour QUARTIERI AL CENTRO. Grande partecipazione degli abitanti di MORTISE che nel corso della mattinata sono venuti a trovarci e a raccontarci cosa non va e come vorrebbero il quartiere. Piccoli e grandi problemi che sottoporremo all’Amministrazione comunale affinché vengano risolti quanto prima: dalla cura del verde pubblico, alla manutenzione delle case popolari, fino al delicato tema della sicurezza e dello spaccio. Prossima tappa sabato 12 novembre, dalle 10:00 alle 13:00, in piazza Cuoco. Residenti e commercianti della Guizza e dintorni, vi aspettiamo! #quartierialcentro

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑