L’INDULTO QUOTIDIANO

Auguri di pronta guarigione agli agenti feriti e un plauso per la professionalità e il sangue freddo con cui hanno arrestato lo spacciatore clandestino. Il Movimento del Buonsenso esprime ancora una volta un sentito ringraziamento per il lavoro quotidiano delle Forze dell’Ordine nonostante stipendi, organici e mezzi inadeguati. Ogni sforzo però sarà sempre inutile finché non sarà garantita la certezza della pena. Auspichiamo pertanto che il nuovo governo, molto sensibile sul tema della sicurezza, agisca quanto prima in questa direzione e metta fine all’indulto quotidiano a cui assistiamo impotenti. Chi sbaglia deve pagare!

LE CONSEGUENZE DELL’ACCOGLIENZA INDISCRIMINATA

Ecco le conseguenze dell’accoglienza indiscriminata che negli ultimi anni ha portato nel nostro Paese migliaia di criminali stranieri. Arrestato per la terza volta in pochi mesi, Charles Osezua, 27enne nigeriano, è di nuovo a piede libero. E dopo il divieto di dimora in Veneto di cui si è bellamente fregato, ora il giudice gli ha inflitto pure il divieto di ritorno a Padova. Ma davvero si illude che lo rispetterà? E anche se lo rispettasse, davvero pensa che non andrà a spacciare in un’altra città? Come dire: in Veneto e a Padova no ma a Milano sì? Per noi esiste una sola soluzione possibile: RIMPATRIO IMMEDIATO E GALERA NELLO STATO DI PROVENIENZA! Senza se e senza ma. Delinquere dopo essere stati accolti e mantenuti a spese della collettività dovrebbe costituire un’aggravante. E sul fronte immigrazione, ribadiamo ciò che sosteniamo da sempre: CONTROLLARE I CONFINI E BLOCCARE GLI SBARCHI non è un atto razzista ma un dovere politico e morale.

RAID VANDALICO AL BORGOMAGNO

Atti di vandalismo la scorsa notte in via Menini e via Tunisi nell’ansa Borgomagno. Divelti specchietti retrovisori e rotti fanali e finestrini di quasi una ventina di auto parcheggiate. Questa purtroppo è soltanto la punta dell’iceberg di una situazione di degrado e criminalità che si è aggravata notevolmente negli ultimi anni e che abbiamo già documentato e denunciato molte volte: dai luoghi di culto abusivi ai locali africani dove lo spaccio e le risse sono all’ordine del giorno, fino alla recente scoperta di un ostello per clandestini. Il vice sindaco Lorenzoni ha dichiarato pubblicamente nel corso di una puntata della trasmissione “Rosso&Nero” su Telenuovo di non avere idee su come riqualificare la zona. Ebbene, il nostro Movimento, dopo numerosi sopralluoghi e incontri con i residenti, ha redatto, in collaborazione con il Consigliere Comunale Alain Luciani, una mozione che prevede 10 proposte concrete per ridare finalmente dignità e decoro al rione. Proposte che non sono di destra o di sinistra ma semplicemente di Buonsenso e che attendono in un cassetto dell’amministrazione di essere discusse e votate in Consiglio Comunale.

NESSUNA TREGUA PER CHI NON RISPETTA LE LEGGI!

Nell’attesa che cambi il governo e venga finalmente realizzata una SERIA riforma della Giustizia che assicuri PENE SEVERE E CERTE per chi delinque, la sola cosa che noi cittadini perbene possiamo fare per scoraggiare gli spacciatori è continuare a segnalare alle Forze dell’Ordine i movimenti sospetti che avvengono intorno a casa nostra o al nostro luogo di lavoro. A forza di essere portati in caserma e vedersi sequestrare centinaia / migliaia di euro di droga, molto probabilmente questi criminali sceglieranno di cambiare aria! Oltretutto, dopo essere stati colti in flagrante, anche i “clienti” ci penseranno due volte prima di tornare in quella via / piazza! Nessuna tregua per chi non rispetta le leggi!

L’EMBLEMA DI UNA SINISTRA FUORI DALLA REALTÀ

Macerata, un folle spara in mezzo alla strada e il dibattito in Italia è su chi sia il “mandante morale” di questo gesto criminale. I vari Saviano, Grasso, Boldrini parlano addirittura di “terrorismo” e accusano Salvini di fomentare l’odio razziale e di essere “parte del problema”. Premesso che il nostro Movimento condanna senza “SE” e senza “MA” ogni forma di violenza, non possiamo non ribadire quanto sosteniamo da anni ossia che l’immigrazione INCONTROLLATA genera il caos,alimenta sentimenti di paura e rabbia e porta ad inevitabili tensioni sociali. Da tempo lo Stato italiano non è più in grado di garantire la sicurezza dei suoi cittadini e le nostre strade e piazze sono invase da spacciatori, stupratori e ladri, molti dei quali CLANDESTINI. Ecco il risultato di 5 anni di malgoverno della sinistra!

QUALI SOLUZIONI?

  1. Stop all’accoglienza indiscriminata e difesa dei confini.
  2. Certezza e severità della pena.
  3. Espulsione immediata per gli stranieri che delinquono ed esecuzione della pena nello stato di provenienza.
  4. Abolizione o quanto meno revisione del reato di tortura che limita fortemente l’operato delle Forze dell’Ordine.
  5. Più controlli sul territorio anche con l’ausilio dell’Esercito.

SUBITO LA RIQUALIFICAZIONE!

Siamo al fianco dei residenti nel denunciare una situazione divenuta nel tempo così grave da non ammettere più ritardi, omissioni e sottovalutazioni. Riqualificare l’Ansa Borgomagno prima che si trasformi in una seconda via Anelli deve essere una PRIORITÀ per l’amministrazione. #riqualificazionesubito

EMERGENZA SENZA FINE ALL’ANSA BORGOMAGNO

Una volta c’erano le discoteche per gli studenti universitari, troppe per una zona a vocazione residenziale; poi sono arrivati i circoli afro e la moschea abusiva; ora, grazie al blitz della Polizia Locale di mercoledì, si scopre che ci sono anche i dormitori abusivi per clandestini e spacciatori, gestiti da una marocchina di 54 anni. Le attività perbene, legali, come la palestra, sono ormai minoranza. Risse, schiamazzi, litanie, atti vandali, furti, minacce, prostituzione, spaccio sono all’ordine del giorno e rendono il rione invivibile e pericoloso. Difficile credere che il proprietario dei capannoni non fosse a conoscenza di quanto avveniva e tutt’ora avviene all’interno del civico 18 di via Bernina, la famigerata area Funghi, dove ci risulta abbia addirittura il suo ufficio. Risolvere questa situazione non è una questione di destra o di sinistra ma semplicemente di buonsenso. Per questo abbiamo scritto una mozione, in collaborazione con i residenti, ove sono elencate 11 proposte concrete per riqualificare il rione. Mozione che sarà presto posta all’attenzione del Consiglio Comunale. Noi non ci arrendiamo! #dallapartedeiresidenti

DALLA PARTE DELLE FORZE DELL’ORDINE

Ci uniamo all’appello del Segretario regionale dell’Ugl-Fsp Luca Capalbo nel chiedere la DETENZIONE PREVENTIVA per i pregiudicati pericolosi e violenti. Non è tollerabile che criminali incalliti come i due pusher che hanno aggredito un architetto in piazzale stazione restino a piede libero in attesa del processo. Va bene essere garantisti, ma con i dovuti distinguo! Chiediamo inoltre che i nostri agenti di polizia vengano dotati della strumentazione necessaria per svolgere al meglio il proprio lavoro, ossia garantire la nostra sicurezza, a partire dalla PISTOLA ELETTRICA TASER. Infine, sollecitiamo il Governo che verrà ad ABOLIRE O QUANTO MENO RIVEDERE IL COSIDDETTO REATO DI TORTURA che limita fortemente l’operato delle Forze dell’Ordine.#tolleranzazero

ESCALATION DI VIOLENZA E DEGRADO NEL CUORE DELLA CITTÀ

Dai giardini dell’Arena a piazza Duomo, un’escalation di violenza e degrado inaccettabile. Per il sindaco (con delega alla sicurezza) “la situazione è sotto controllo”, per il consigliere comunale del PD, Nereo Tiso, “era uguale o peggiore con Bitonci”. Ebbene, noi vorremmo invitarli entrambi a fare una passeggiata nei parchi pubblici cittadini, dove ci sono più spacciatori e ladri di biciclette che bambini oppure a farsi un giretto per le vie e le piazze del centro, dove i baristi e i commercianti esasperati ed intimoriti potranno confermargli la degenerazione degli ultimi mesi. I cittadini chiedono “più controlli”, un richiesta che forse può sembrare banale ma che è l’unica soluzione possibile. Servono delle “sentinelle di sicurezza”, degli agenti armati, che pattuglino a piedi le zone a rischio, soprattutto nelle ore serali e notturne, coadiuvati da un sistema di videosorveglianza integrato e con la possibilità, al bisogno, di chiedere rinforzi immediati. E poi, blitz continui, a sorpresa, in borghese. Non siamo noi a dover avere paura, ma loro! #giordanisveglia

IL MOVIMENTO DEL BUONSENSO INCONTRA SACRO CUORE

Al mercato di SACRO CUORE con il nostro delegato di quartiere Mario, assieme al quale abbiamo raccolto diverse segnalazioni. Dal degrado nel parco di via Franzela, dove imperano incuria e spaccio, passando per l’assoluta carenza di cassonetti che risultano sempre strapieni con immondizia abbandonata nei pressi, fino alla scuola elementare di Altichiero che necessita di un parcheggio. Ci è stato inoltre segnalato che molti marciapiedi sono dissestati da diversi anni e che per i molti anziani che abitano nella zona sono decisamente pericolosi. Piccoli e grandi problemi che auspichiamo vengano risolti quanto prima!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑