UN SERVIZIO CHE MANCAVA

Un servizio innovativo che abbiamo sostenuto da subito. Finalmente giovani e turisti possono vivere la movida notturna padovana spostandosi in libertà e sicurezza. Un’alternativa comoda, economica ed ecologica all’uso dell’auto dopo una serata di divertimento. Bene la proroga, ora speriamo diventi permanente! #nightbus

Annunci

AL VIA IL PROGETTO “NIGHT BUS”

Il nostro plauso per l’avvio di questo servizio innovativo che permetterà finalmente ai giovani (e non solo) di vivere la movida notturna padovana in libertà e sicurezza. Un’alternativa comoda, economica ed ecologica all’uso dell’auto dopo una serata di divertimento.

DA CASERMA A CAMPUS UNIVERSITARIO

Davvero imbarazzante il tentativo del tragicomico duo Giordani-Lorenzoni di prendersi i meriti della storica trasformazione della caserma Piave in campus universitario. Un’operazione, documenti alla mano, richiesta e conclusa dall’amministrazione Bitonci tra il 2015 e il 2016 ad eccezione di alcuni adempimenti meramente burocratici a cura del commissario prefettizio. Viene davvero da chiedersi che cosa stiano facendo i membri della nuova giunta oltre a beneficiare dei progetti, degli accordi e delle opere pubbliche già interamente ideate, deliberate e finanziate da chi li ha preceduti, come ad esempio le rotonde di viale Codalunga e molte altre. Viene inoltre da domandarsi: che fine faranno le altre caserme dismesse in città? Sarà finalmente realizzato il tanto agognato parcheggio alla Prandina? Al posto della Romagnoli sorgerà la nuova piazza del quartiere Chiesanuova con abitazioni, uffici, negozi e un grande parco pubblico? Noi avevamo e abbiamo le idee chiare sul futuro della città, la sinistra invece arranca, litiga e non conclude nulla.

NUOVO OSPEDALE, L’ATTESA LA PAGHIAMO CARA!

Negli ultimi 12 anni, per i lavori di manutenzione e gli interventi straordinari, come ad esempio la ristrutturazione completa del reparto di rianimazione, sono stati spesi 600 milioni di euro, circa la stessa cifra che servirebbe per costruire il nuovo ospedale. I ritardi della politica, come sempre, li paghiamo noi cittadini! Grazie all’azione amministrativa e alla determinazione di Massimo Bitonci, eravamo ad un punto di svolta, pronti a dare il via ai lavori per il nuovo polo della Salute a Padova est. Poi la caduta, la campagna elettorale, la vittoria di Giordani ed ora siamo punto e a capo, tra rinvii e silenzi. TUTTO FERMO. E intanto il nuovo ospedale rischia di essere realizzato in un altro Comune. #giordanisveglia

NUOVO OSPEDALE, PADOVA EST UNICA SOLUZIONE POSSIBILE

L’ipotesi di costruire il nuovo ospedale sulla sede attuale è già stata ampiamente discussa e BOCCIATA dai tecnici. Su Padova ovest, invece, sussiste, oltre al rischio idrogeologico, quello speculativo della sinistra. L’unica soluzione realisticamente possibile è e rimane Padova est che ha già ottenuto il via libera dalla Regione e dall’Università. L’ostinazione di Giordani è incomprensibile, anacronistica e dannosa per la città. Confidiamo in un celere ravvedimento in vista del tavolo istituzionale del prossimo 3 novembre a Palazzo Balbi. Qualora il nuovo polo della Salute venisse realizzato in un altro Comune, il sindaco dovrà assumersene la gravissima responsabilità nei confronti di tutti noi padovani e dimettersi.

VIA ANELLI: A MAGGIO PARTE LA RIQUALIFICAZIONE

anelli1.png

Via Anelli, complesso Serenissima. Dopo quasi dieci anni di immobilismo a causa del braccio di ferro tra Amministrazione Comunale e proprietari privati degli alloggi, finalmente è stata trovata una soluzione definitiva. Se entro maggio il Comune non avrà ottenuto almeno il 75% dei mini appartamenti (percentuale minima prevista dalla legge per poter imporre un piano di ristrutturazione), mediante permuta, si procederà all’esproprio per pubblica utilità. L’obiettivo dell’Amministrazione è chiaro: radere al suolo l’intera area ed edificare un campus per studenti in accordo con Ater, Esu e Università. Questa volta però, gli alloggi non saranno ceduti a privati ma resteranno saldamente pubblici. Una soluzione in grado di riportare dignità e decoro in una zona tra le più degradate della città che tuttavia si trova in una posizione strategica in quanto vicina agli istituti universitari e al futuro ospedale. Auspico una pacificazione e una rapida risoluzione che garantisca gli interessi di entrambe le parti, dopotutto lo scambio tra case comunali (di pari o superiore metratura in altre zone della città) e alloggi fatiscenti mi sembra più che vantaggiosa. L’Amministrazione ha già fatto diverse proposte e ha lasciato il tempo debito per le valutazioni. È arrivato il momento di agire.

Elisabetta Beggio

I GIGANTI DEL GIURASSICO IN MOSTRA A PADOVA

DSC01705_Scheletro_dinosauro_-_Museo_di_storia_naturale,_Milano_-_Foto_di_G._Dall'Orto_-_20-12-2006

Da ottobre, per più di quattro mesi, padovani e turisti potranno ammirare la più importante e completa mostra scientifica mai realizzata in Italia sui dinosauri. La location sarà il Centro Culturale Altinate San Gaetano, spazio di proprietà comunale che per troppo tempo ha rappresentato solo un costo e non un’opportunità, anche economica per la città. Nei mesi precedenti e per tutto il periodo dell’esposizione, Padova diventerà la capitale mondiale della Paleontologia, con molteplici eventi collaterali, sia conviviali che di approfondimento scientifico, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova. Previsti oltre 250.000 visitatori che avranno una ricaduta positiva per l’indotto cittadino. L’intenzione del Sindaco e di tutta l’Amministrazione è infatti quella di coinvolgere in questo importante progetto, tutte le categorie economiche del commercio e del turismo presenti in città. L’imperdibile mostra offrirà la straordinaria opportunità di ammirare esemplari e reperti unici al mondo, altrimenti visibili singolarmente solo nei diversi musei argentini. Il mio plauso all’Assessore alla Cultura, Matteo Cavatton. Finalmente una grande mostra in città!

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑