NO TICKET A VENEZIA, ALMENO PER I VENETI!

Continua a far discutere la decisione di introdurre un ticket per entrare a Venezia. Un provvedimento a cui guardiamo con forte criticità e che ci sembra più un modo per fare cassa che per salvaguardare la storica città lagunare. Auspichiamo pertanto un passo indietro e qualora questo non fosse possibile, che i veneti siano esentati dal pagamento di questo nuovo balzello. E voi che ne pensate?

Annunci

ORGOGLIOSAMENTE VENETA

Caro Toscani, sei un personaggio davvero ignobile e insopportabile. Ti ricordo che devi la tua fama proprio a quei Veneti che tu definisci “mona” e “incapaci di parlare in italiano”, coloro che lavorano nelle fabbriche di Benetton, le quali ti hanno fatto guadagnare montagne di soldi con campagne pubblicitarie spesso discutibili. Sei un poveraccio e un ingrato che per avere visibilità (dato che la tua carriera di fotografo è tramontata insieme alla tua creatività) sputa senza ritegno sul piatto nel quale ha mangiato per anni. Domenica il popolo veneto si è espresso con chiarezza, buonsenso e lungimiranza a favore dell’autonomia. Dicesi democrazia. Vergognati e scusati pubblicamente con chi da sempre tira la carretta per l’intero Paese, con fatica, sacrifici, lavorando fino a 10/15 ore al giorno.

Elisabetta Beggio, orgogliosamente veneta.

MORETTI E PD SENZA VERGOGNA!

Il Partito Democratico che per mesi ha ostacolato il referendum sull’autonomia del Veneto ed inneggiato all’astensione (vedi post di Alessandra Moretti), oggi sui giornali tenta SENZA VERGOGNA di intestarsi la storica vittoria di ieri. Ci chiediamo e vi chiediamo: com’è possibile che ci sia ancora qualcuno disposto a fidarsi di questi BUFFONI pronti a salire sul carro del vincitore, rinnegando quanto detto fino al giorno prima? Dov’è la serietà? Dov’è la dignità? Il voto di ieri non era politico o partitico ma popolare. Hanno vinto i veneti, punto.

AUTONOMIA, IL BUONSENSO HA VOTATO SÌ! (RISULTATI)

I veneti ci hanno creduto. Oltre il 57% si è recato alle urne e ben il 98% si è espresso a favore dell’autonomia. Un risultato storico che permetterà al Governatore Luca Zaia di avviare le trattative con Roma con un potere contrattuale fortissimo. Ora le cose possono e devono cambiare. Dall’istruzione al sociale, dall’ambiente alla cultura, dall’imprenditoria al lavoro. Guardiamo al futuro con fiducia e coraggio. Questa sera il grande Leone alato è tornato a ruggire!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑