NO TICKET A VENEZIA, ALMENO PER I VENETI!

Continua a far discutere la decisione di introdurre un ticket per entrare a Venezia. Un provvedimento a cui guardiamo con forte criticità e che ci sembra più un modo per fare cassa che per salvaguardare la storica città lagunare. Auspichiamo pertanto un passo indietro e qualora questo non fosse possibile, che i veneti siano esentati dal pagamento di questo nuovo balzello. E voi che ne pensate?

Annunci

NO AL BLOCCO DELLE AUTO DIESEL EURO 3!

Esprimiamo la nostra contrarietà al blocco dei veicoli Diesel Euro 3 entrato in vigore oggi. Un inutile palliativo che avrà come unico risultato quello di mettere in difficoltà circa 1,1 milioni di famiglie e lavoratori del nord Italia che non hanno le possibilità economiche per comprare un’auto o un furgone nuovo. Tutti vogliamo respirare aria più pulita ma non è questa la strada giusta da percorre. È impensabile infatti che milioni di persone possano rinunciare di punto in bianco all’automobile prima che lo Stato e le amministrazioni comunali abbiano fornito un sistema di mobilità sostenibile realmente efficiente e concorrenziale rispetto al mezzo privato e reso disponibili degli incentivi ad hoc per i proprietari di auto Euro 3 che ne acquistano una nuova magari ibrida o elettrica.

ONESTÀ, ONESTÀ, ONESTÀ

Assordante il silenzio del candidato premier e leader grillino Di Maio in merito alle vergognose istruzioni del responsabile alla comunicazione del M5S Veneto. Una campagna del fango per screditare gli avversari e guadagnare consensi facili. Un esempio pessimo, oltre che meschino, di lotta politica che di certo non ci si aspettava da chi fino a ieri gridava in piazza: “onestà, onestà, onestà”! Per noi la buona politica è altro e si fonda sui programmi, sulle persone, sull’ascolto del territorio. #vergogna

RISPETTO PER LA DIVISA!

Chi non ha i requisiti in regola per soggiornare in Italia NON può girare liberamente per le nostre strade, piazze e giardini ma va IMMEDIATAMENTE ESPULSO! Basta con questa assurda ed irresponsabile accoglienza indiscriminata che ha portato e continua a portare nel nostro Paese avanzi di galera della peggior specie. Altri “fantasmi” che si sommano agli oltre 10mila già presenti in Veneto. Un plauso alle Forze dell’Ordine per il duro lavoro che quotidianamente svolgono pur avendo le mani legate da leggi ingiuste e mezzi insufficienti. #rispettoperladivisa #noclandestini

DALLA PARTE DEL CAPOTRENO

Piena solidarietà al capotreno trevigiano condannato ingiustamente per aver fatto scendere dal convoglio un clandestino nigeriano (nel frattempo espulso dall’Italia) poiché privo di biglietto. Davvero vergognoso che la giustizia italiana si accanisca contro un lavoratore onesto “colpevole” di aver fatto rispettare le regole! Sentenze come questa sono l’emblema di un Paese ammorbato del buonismo della sinistra e un incentivo ai delinquenti a continuare a fare ciò che vogliono indisturbati, tanto alla fine a pagare sono sempre gli italiani. #noinoncistiamo

PRIMA I VENETI!

Maggiore attenzione verso i casi di fragilità sociale, turn-over degli assegnatari in caso di miglioramento delle condizioni economiche e priorità nelle graduatorie a chi risiede in Veneto da almeno 5 anni. Sono solo alcune delle novità che verranno introdotte dalla riforma dell’Ater voluta dalla Regione. Il Consigliere regionale di minoranza Claudio Sinigaglia (PD) è preoccupatissimo che possano essere favoriti i veneti a scapito degli stranieri. Noi invece plaudiamo a questa svolta che rende finalmente giustizia ai tanti, troppi corregionali ripetutamente scavalcati dagli ultimi arrivati. Una svolta di cui a Padova possiamo dire di essere stati i precursori grazie al regolamento approvato dall’amministrazione Bitonci ed ora, ahimè, messo in discussione dai due “civici” accecati dall’inclusività.

ORGOGLIOSAMENTE VENETA

Caro Toscani, sei un personaggio davvero ignobile e insopportabile. Ti ricordo che devi la tua fama proprio a quei Veneti che tu definisci “mona” e “incapaci di parlare in italiano”, coloro che lavorano nelle fabbriche di Benetton, le quali ti hanno fatto guadagnare montagne di soldi con campagne pubblicitarie spesso discutibili. Sei un poveraccio e un ingrato che per avere visibilità (dato che la tua carriera di fotografo è tramontata insieme alla tua creatività) sputa senza ritegno sul piatto nel quale ha mangiato per anni. Domenica il popolo veneto si è espresso con chiarezza, buonsenso e lungimiranza a favore dell’autonomia. Dicesi democrazia. Vergognati e scusati pubblicamente con chi da sempre tira la carretta per l’intero Paese, con fatica, sacrifici, lavorando fino a 10/15 ore al giorno.

Elisabetta Beggio, orgogliosamente veneta.

MORETTI E PD SENZA VERGOGNA!

Il Partito Democratico che per mesi ha ostacolato il referendum sull’autonomia del Veneto ed inneggiato all’astensione (vedi post di Alessandra Moretti), oggi sui giornali tenta SENZA VERGOGNA di intestarsi la storica vittoria di ieri. Ci chiediamo e vi chiediamo: com’è possibile che ci sia ancora qualcuno disposto a fidarsi di questi BUFFONI pronti a salire sul carro del vincitore, rinnegando quanto detto fino al giorno prima? Dov’è la serietà? Dov’è la dignità? Il voto di ieri non era politico o partitico ma popolare. Hanno vinto i veneti, punto.

AUTONOMIA, IL BUONSENSO HA VOTATO SÌ! (RISULTATI)

I veneti ci hanno creduto. Oltre il 57% si è recato alle urne e ben il 98% si è espresso a favore dell’autonomia. Un risultato storico che permetterà al Governatore Luca Zaia di avviare le trattative con Roma con un potere contrattuale fortissimo. Ora le cose possono e devono cambiare. Dall’istruzione al sociale, dall’ambiente alla cultura, dall’imprenditoria al lavoro. Guardiamo al futuro con fiducia e coraggio. Questa sera il grande Leone alato è tornato a ruggire!

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑