IL MOVIMENTO DEL BUONSENSO INCONTRA I RESIDENTI DEL QUARTIERE 3A

📍✍🏻 Questa mattina siamo stati al mercato di MORTISE per la 2^ tappa del nostro tour dei quartieri. Tra le problematiche raccolte, spaccio di droga nei pressi del centro commerciale “La Corte”, marciapiedi dissestati, piste ciclabili da migliorare e spazi verdi poco curati. Alcuni cittadini di TORRE hanno inoltre segnalato la mancanza di servizi basilari, soprattutto per gli anziani, come ad esempio un supermercato o un bar, nonché di iniziative per rivitalizzare la zona. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato all’incontro, saremo la vostra voce in Comune. Prossimo appuntamento domani mattina, dalle 10:00 alle 12:30 in piazza della Frutta e poi in via Siracusa (di fronte al supermercato Alì) dalle 14:30 alle 17:00 (salvo maltempo). Vi aspettiamo!

Annunci

LE RICHIESTE DEI RESIDENTI PER IL “GIARDINO DEL BORGO” A SACRO CUORE

Ieri vi abbiamo parlato delle vergognose condizioni del “Giardino del Borgo” in via Franzela a Sacro Cuore, dove i vialetti sono ormai completamente dissestati o inghiottiti dal terreno. I residenti chiedono a gran voce il rifacimento degli stessi, il potenziamento dell’illuminazione, la realizzazione di un’area cani e in generale più manutenzione da parte del Comune. Il nostro Movimento si fa portavoce delle loro istanze, nella speranza che possano essere al più presto concretizzate. Vigileremo. #quartierialcentro

IL MOVIMENTO DEL BUONSENSO INCONTRA I RESIDENTI DEL QUARTIERE 6B

Nonostante il meteo incerto, riscontro positivo al nostro banchetto a SACRO CUORE. Tante le segnalazioni raccolte, in particolare sulla pessima gestione del verde pubblico: dal cimitero di Altichiero, invaso dalle erbacce, al “Giardino del Borgo” in via Franzela, dove i vialetti sono ormai quasi interamente dissestati o inghiottiti dal terreno, fino al “Giardino del Muretto” al Tronco Morto, reso di fatto inaccessibile dall’erba alta (foto). Piccoli e grandi problemi che porteremo all’attenzione dell’amministrazione comunale, suggerendo anche le possibili soluzioni. Prossimo appuntamento venerdì 17 maggio, dalle 09:30 alle 12:30, al mercato di Mortise. #quartierialcentro

⚠️ ATTENZIONE GIUNGLA URBANA!

Si moltiplicano le proteste per l’erba alta nei parchi e nei cimiteri cittadini. Una situazione vergognosa che nonostante i proclami si trascina dallo scorso anno e sembra non trovare soluzione. Panchine e giostrine per bambini sono di fatto inutilizzabili in molte aree verdi della città, ad esempio al parco Milcovich all’Arcella o al parco delle Farfalle a Mortise o ancora nel piccolo giardino tra via Crescini e via Bonafede in zona Santa Rita che potete vedere nella foto a sinistra. Indecente la situazione anche al cimitero di Torre, dove le tombe sono invase dalle erbacce, a dimostrazione che ormai non c’è più rispetto neanche per i morti! Non si tratta però solo di una questione di decoro urbano o di igiene pubblica ma anche di sicurezza! Pochi giorni fa un’auto ha rischiato di investire una bici in via Maroncelli a causa dell’erba alta che ostruiva la visibilità in una rotonda (foto di destra). Un fatto gravissimo che ci ha testimoniato una nostra iscritta. L’assessore Gallani si renda conto che il numero programmato di sfalci, oltre a procedere a rilento, è palesemente insufficiente e urgono misure straordinarie SUBITO e non a fine stagione.

LA COERENZA DEI DUE “CIVICI”

Fino a pochi mesi fa Lorenzoni diceva: “MAI un parcheggio alla Prandina”, spalleggiato da note associazioni ambientaliste padovane, fonte di voti. Nel programma elettorale di Giordani, invece, non si faceva nemmeno menzione di un eventuale parcheggio nell’area dell’ex caserma. L’unico ad aver da sempre espresso la volontà e la necessità di realizzare un parcheggio su quel sito è stato Massimo Bitonci che aveva già avviato l’iter con il demanio. Non solo un grande parcheggio al servizio del centro ma anche nuovi spazi verdi e lo spostamento della carreggiata di via Orsini per lasciare spazio al Parco delle Mura. Proposte di BUONSENSO che siamo felici di constatare abbiano persuaso (o siano sul punto di persuadere) anche i due “civici”. Forse saranno un po’ meno felici i loro elettori a cui era stato promesso tutt’altro, proprio come per l’ospedale. Ancora una volta la nostra concretezza e lungimiranza contro le loro chiacchiere. #megliotardichemai #wlacoerenza

ECCO COME CAMBIERÀ IL QUARTIERE CHIESANUOVA

romagnoli.jpg

Dopo anni di abbandono e degrado, prende il via il progetto di riqualificazione dell’ex Caserma Romagnoli a Chiesanuova. Lo scorso 5 ottobre il Consiglio Comunale ha approvato un’importante variante urbanistica per il cambio di destinazione d’uso dell’area. Ieri, il Sindaco Massimo Bitonci ha incontrato, oltre ad alcuni rappresentanti del Demanio, proprietario della caserma, anche l’Amministratore Delegato di Invimit (Investimenti Immobiliari Italiani), società di gestione del risparmio del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Grazie al loro investimento, la Romagnoli verrà rasa al suolo e l’area sarà ridisegnata attraverso un concorso di idee. Saranno dimezzate le cubature esistenti e saranno restituite, ad uso pubblico, grande parte delle metrature, a beneficio dei residenti della zona. Sorgerà dunque la nuova piazza del quartiere con negozi (già previste due medie strutture di vendita), uffici (tra cui quello di un distaccamento dei vigili) e abitazioni private. Non solo: sono previste sostanziali modifiche alla viabilità, l’allargamento della strada attorno alla piazza stessa e l’ampliamento degli impianti sportivi attigui. Insomma, più verde e meno cemento per un quartiere vivo e a misura di cittadino. Ora, puntiamo anche alla riqualificazione delle altre caserme dismesse, tra cui la Piave per l’Università e il Conservatorio, e la Prandina sulla cui area si prevede la realizzazione di un grande parcheggio al servizio del centro, con annessa nuova caserma dei Vigili del fuoco, i quali, ad oggi, pagano l’affitto per stare in via San Fidenzio.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑