CORSO MILANO, IL MEA CULPA DI GIORDANI

Clamoroso mea culpa del Sindaco sulla nuova viabilità di corso Milano. Giordani sconfessa de facto le scelte ideologiche del suo vice. Ora, auspichiamo che la Giunta ritrovi il Buonsenso e faccia marcia indietro. Ci chiediamo però chi risarcirà i padovani dei soldi spesi per un progetto sbagliato in partenza. La nostra posizione per quella zona invece non cambia:
NO alle modifiche della viabilità di corso Milano e via Dante.
NO al passaggio della nuova linea del tram.
al parcheggio da 1000 posti auto alla Prandina.
ad autobus e navette elettriche.

Annunci

INUTILE E DANNOSA LA DOMENICA ECOLOGICA DI LORENZONI E CO.

Chiudere al traffico non solo il centro storico ma l’intera area compresa all’interno delle tangenziali è un’iniziativa non solo INUTILE al fine di combattere l’inquinamento ma anche DANNOSA per i commercianti e i ristoratori. Una scelta insensata che favorisce soltanto i grandi centri commerciali fuori città, comodamente raggiungibili in auto e dotati di ampio parcheggio. TUTTI vogliamo respirare aria più pulita ma non è questa la strada giusta da percorre. Al contrario, realizzare il tanto agognato parcheggio all’ex caserma Prandina, evitando agli automobilisti di girare mezz’ora alla disperata ricerca di un posteggio libero, ridurrebbe considerevolmente il traffico e dunque l’emissione di sostanze inquinanti. Caro Lorenzoni, metti da parte i tuoi preconcetti ideologici, sii più umile e abbi rispetto per chi si alza ogni mattina e tra mille difficoltà apre la saracinesca del suo negozio, bar, ristorante!

INTERROGAZIONE ALLA VICESINDACO MOSCO CON RIFERIMENTO ALLA DELEGA AL COMMERCIO

Beggio-Mosco okBuona sera vicesindaco Mosco,
desideravo chiederLe alcune delucidazioni in merito alla “patente a punti” e all’orario di chiusura dei locali. Questo è stato un tema molto dibattuto in campagna elettorale e ancora prima dal Movimento del Buonsenso di cui sono portavoce. I gestori dei bar mi sollecitano spesso ad una risposta, quindi mi rivolgo a Lei per conoscere l’andamento dei lavori. È stata fissata una data certa per dare il via all’applicazione del regolamento legato alla cosiddetta “patente a punti”? Quando entrerà in vigore la chiusura alle 2.00 anche per i locali sottoposti all’ordinanza Zanonato che ne impone la chiusura alle 24.00 (zona rossa)? Come ben sappiamo questo argomento è molto sentito dagli esercenti dei bar, non solo per la questione legata alla crisi, ma anche in previsione di una nuova gestione del loro personale e dei plateatici per la prossima primavera. Ringrazio per la Sua cortese risposta.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

RISPOSTA:

In collaborazione con la polizia municipale è in fase di definizione la patente a punti. Sarà un sistema premiante e non punitivo. Vedrà la responsabilizzazione dei gestori dei bar e l’applicazione di regole ragionevoli che porteranno ad una buona integrazione tra movida e abitanti. Si prevede inoltre un’ulteriore liberalizzazione per quanto riguarda l’apertura di nuovi esercizi non solo nell’area 1 ma anche nell’area 2. Seguirà poi l’ordinanza del sindaco per quanto riguarda l’orario di chiusura che è ancora in fase di valutazione. Si ritiene comunque che tra un paio di settimane si arriverà a definizione.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑