🆘 DEGRADO INACCETTABILE! 🆘

Dal centro alle periferie un’escalation di degrado inaccettabile! Per il sindaco (che ricordiamo ha la delega alla sicurezza) “la situazione è sotto controllo”; per i consiglieri comunali di maggioranza “era uguale o peggiore con Bitonci”. Ebbene, noi vorremmo invitarli a fare una passeggiata nei parchi pubblici cittadini, come i Giardini dell’Arena, dove ci sono più spacciatori e ladri di biciclette che bambini oppure a farsi un giretto per le vie e le piazze del centro, come appunto via Zabarella, dove i residenti e i commercianti esasperati potranno confermargli la degenerazione degli ultimi mesi. I cittadini chiedono “più controlli”, un richiesta che forse può sembrare banale ma che è l’unica soluzione possibile. Servono delle “sentinelle di sicurezza”, degli agenti armati, che pattuglino a piedi le zone a rischio, soprattutto nelle ore serali e notturne, coadiuvati da un sistema di videosorveglianza integrato e con la possibilità, al bisogno, di chiedere rinforzi immediati. E poi blitz continui, a sorpresa, in borghese. Basta lassismo e buonismo! Occorre far rispettare le regole e rimettere finalmente un po’ di ordine a Padova! #giordanisveglia

LASCIA L’AUTO APERTA E VIENE MULTATA PER “ISTIGAZIONE A DELINQUERE”

A quanto pare, dimenticare di chiudere l’auto è una “istigazione a delinquere”. Incredibile! Con tutti i problemi che ci sono a Padova, a cominciare dal degrado e dalla criminalità crescente in zona stazione e al Borgomagno, certi vigili trovano anche il tempo di multare una signora perbene che va a trovare il figlio lasciando inavvertitamente l’auto aperta. Ma dove andremo a finire?!

Guarda il servizio del TGCOM24 sul caso cliccando qui.

INAUGURATA LA NUOVA SEDE DELLA POLIZIA LOCALE ALL’ARCELLA

Inaugurata questa mattina la nuova sede della Polizia Locale all’Arcella, una delocalizzazione voluta e realizzata dall’Amministrazione Bitonci per rendere più sicuro e vivibile uno dei quartieri più difficili della città. Unanime il plauso dei residenti e i commercianti intervistati da Telenuovo. Ancora una volta: #fattinonparole!

REGOLE PER I CICLISTI

Sanzioni bici.png

Nessuna ostilità dell’Amministrazione verso i ciclisti, come sostengono i soliti chiacchieroni in malafede. Soltanto una campagna informativa per sensibilizzare la cittadinanza al rispetto delle regole previste dal Codice della Strada. L’obiettivo è garantire una civile convivenza sulle strade tra amanti della due ruote, pedoni e automobilisti. Dai dati raccolti è emerso infatti che troppo spesso i ciclisti sono causa di sinistri, per la spavalderia con la quale conducono il mezzo. Ecco che si è reso necessario un impegno importante di sensibilizzazione e, successivamente, di accertamento volto a prevenire gli incidenti e a rendere più sicura la mobilità cittadina.

ECCO COME CAMBIERÀ IL QUARTIERE CHIESANUOVA

romagnoli.jpg

Dopo anni di abbandono e degrado, prende il via il progetto di riqualificazione dell’ex Caserma Romagnoli a Chiesanuova. Lo scorso 5 ottobre il Consiglio Comunale ha approvato un’importante variante urbanistica per il cambio di destinazione d’uso dell’area. Ieri, il Sindaco Massimo Bitonci ha incontrato, oltre ad alcuni rappresentanti del Demanio, proprietario della caserma, anche l’Amministratore Delegato di Invimit (Investimenti Immobiliari Italiani), società di gestione del risparmio del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Grazie al loro investimento, la Romagnoli verrà rasa al suolo e l’area sarà ridisegnata attraverso un concorso di idee. Saranno dimezzate le cubature esistenti e saranno restituite, ad uso pubblico, grande parte delle metrature, a beneficio dei residenti della zona. Sorgerà dunque la nuova piazza del quartiere con negozi (già previste due medie strutture di vendita), uffici (tra cui quello di un distaccamento dei vigili) e abitazioni private. Non solo: sono previste sostanziali modifiche alla viabilità, l’allargamento della strada attorno alla piazza stessa e l’ampliamento degli impianti sportivi attigui. Insomma, più verde e meno cemento per un quartiere vivo e a misura di cittadino. Ora, puntiamo anche alla riqualificazione delle altre caserme dismesse, tra cui la Piave per l’Università e il Conservatorio, e la Prandina sulla cui area si prevede la realizzazione di un grande parcheggio al servizio del centro, con annessa nuova caserma dei Vigili del fuoco, i quali, ad oggi, pagano l’affitto per stare in via San Fidenzio.

CUCINE POPOLARI: POLEMICHE STERILI

12801106_892564287523202_4263961978502729669_n.jpg

Bene ha fatto, il Vescovo Cipolla, ad andare a pranzo alle Cucine Popolari di via Tommaseo. Diamo a Cesare quel che è di Cesare, a Dio quel che è di Dio. Il presule si è unito ai poveri, ai bisognosi, ai disadattati, a coloro che non sbarcano il lunario. Ha portato solidarietà e un sorriso di conforto. E ci sta. Il Sindaco, però, è stato eletto per garantire l’ordine pubblico, per tutelare i residenti della zona e, perché no, per operare una distinzione fra chi è veramente in stato d’indigenza e chi invece si approfitta dell’ospitalità di Suor Lia. Che il centro sia frequentato da tossici e spacciatori è risaputo. Figli di Dio pure loro, suggerirà qualcuno, ma è certo che sono personaggi, recidivi e spesso ai domiciliari, che nessuno vorrebbe avere sotto casa. Ben vengano dunque i controlli e le selezioni che, inutile dirlo, vanno a vantaggio di coloro che poveri lo sono davvero. A mio avviso, dunque, Sindaco e Assessore hanno fatto bene ad intervenire. Ne sono prova le numerose telefonate arrivate in Municipio come coro di ringraziamento. Avanti così!

Elisabetta Beggio

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑