TORRESINO E SPECOLA TRA RIFIUTI ED ERBA ALTA

Allarme rifiuti ed erba alta in riviera Tiso da Camposampiero a pochi passi dalla Specola, nel cuore della città. Un enorme disagio per i residenti della zona e un pessimo biglietto da visita per i numerosi turisti che percorrono quella via per recarsi dalle piazze allo storico osservatorio astronomico. Il problema tuttavia riguarda indistintamente tutti i quartieri già da diversi mesi. Esempio eclatante il piccolo parco all’angolo tra via Fabre e via Chiesanuova a ridosso del ponte delle Brentelle, reso di fatto inaccessibile dall’erba alta più di un metro. Il Commissario forse dormiva ma ora c’è un’amministrazione comunale e uno specifico assessore che dovrebbe prontamente intervenire! Che aspetta? La fine della stagione? Sveglia!

IL VERO BUONSENSO CONTRO I VOSTRI SLOGAN!

Ribadiamo il nostro sostegno a Massimo Bitonci e prendiamo fermamente le distanze dalla propaganda elettorale del candidato della sinistra che, privo di idee, ci ha copiato nel nome ma non nella sostanza. Una scelta davvero scorretta! Come poteva “il sindaco padovano”, come si definisce, non conoscere una realtà come la nostra, seguita da oltre 4.500 cittadini su Facebook e che da ben cinque anni opera sul territorio realizzando numerose iniziative ed eventi? Con questo collage, vogliamo rinfrescargli la memoria: dalla raccolta di oltre 6.000 firme per chiedere l’abolizione del coprifuoco durante l’Amministrazione Zanonato, al recente tour “Quartieri al centro” per raccogliere idee, proposte e segnalazioni da sottoporre all’Amministrazione Bitonci al fine di migliorare la città, passando per il sit-in “Pradina libera” per chiedere al Prefetto, con centinaia di cartoline compilate dai cittadini, lo sgombero della famigerata tendopoli. Non solo: abbiamo mappato i parchi cittadini, indicando con un bollino rosso o verde quelli frequentabili dalle famiglie e quelli invece da riqualificare; abbiamo portato l’arte, la musica, la letteratura e il teatro nella piazze e nei locali del centro con il progetto “Agorà”; abbiamo condotto con determinazione una dura battaglia contro i furti di biciclette in città, realizzando e distribuendo un pratico manuale antifurto; abbiamo informato e sensibilizzato l’opinione pubblica sui temi caldi dell’immigrazione incontrollata e del terrorismo islamico, realizzando conferenze molto partecipate con ospiti dal mondo della cultura, del giornalismo e della politica; abbiamo realizzato un flash mob in piazza dei Signori per gridare il nostro “no” alla riforma costituzionale Renzi-Boschi, esibendo dei cartelli con le nostre ragioni. E poi decine di incontri e riunioni da cui abbiamo ricavato molti spunti preziosi. Ecco #ilverobuonsenso!

MERCOLEDÌ 22 MARZO, DALLE 18:30 ALLE 20:00, VI ASPETTIAMO AL CAFFÈ MARGHERITA (PIAZZA DELLA FRUTTA) PER CONOSCERCI E BRINDARE INSIEME AL VERO BUONSENSO! Per saperne di più, scopri l’evento ufficiale cliccando qui!

PARCO TREVES DE’ BONFILI

Il Parco Treves de’ Bonfili, realizzato fra il 1829 e il 1835 su commissione dell’omonima famiglia, è stato progettato in stile romantico all’inglese dall’architetto e ingegnere Giuseppe Jappelli (1783-1852), autore anche del Caffè Pedrocchi e dell’annesso Pedrocchino.

I giardini erano di pertinenza di Palazzo Treves, residenza nobiliare magnificamente affrescata, che nonostante la ribellione dei padovani, fu demolita per dare spazio all’ampliamento delle strutture ospedaliere.

All’interno, la ricca e varia vegetazione era impreziosita da costruzioni neoclassiche, ruderi medioevali, pagode cinesi ed altre fantasiose invenzioni architettoniche che rispecchiavano il gusto eclettico dell’epoca.

Nel 1942-43 gli eventi bellici hanno provocato la demolizione di buona parte dei manufatti ornamentali e l’abbattimento degli alberi. Il parco è stato, in quel periodo, pressoché abbandonato ma negli anni ‘50 è stato preso in consegna dal Comune di Padova che, dopo un’essenziale sistemazione, lo ha aperto al pubblico.

Il restauro, condotto tra il 1996 ed il 2002 dall’architetto Paola Bussadori, coadiuvata dall’ingegnere Giuseppe Ghirlanda, ha comportato, oltre all’inserimento di nuovi alberi, pregevoli per varietà e colore del fogliame, la creazione di zone di interesse storico-botanico (come la collezione di rose antiche e moderne, di ortensie, di rododendri e azalee) e ha inoltre messo in luce la pavimentazione in coccio-pesto dell’ex serra delle palme, l’alveo della “cavallerizza”, l’imbarcadero, la scaletta della “lavandaia” ed altri importanti reperti dei manufatti jappelliani demoliti nel periodo bellico e postbellico.

Tra le curiosità legate al parco, il fatto che Giorgio Treves de’ Bonfili fu anche co-fondatore, primo presidente, primo allenatore nonché attaccante del Calcio Padova.

L’ingresso del Parco Treves si trova in via B. d’Alviano (laterale di piazzale Pontecorvo).

È aperto tutti i giorni tranne il lunedì nei seguenti orari:
Gennaio, febbraio, novembre, dicembre – apertura dalle 14:00 alle 16:00.
Marzo, aprile, ottobre – apertura dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 16:00.
Maggio, giugno, luglio, agosto, settembre – apertura dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00.

AL VIA LA RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA AZZURRI D’ITALIA

1901269_730782357034730_6710747214957889896_nNuovo look per il giardino di piazzale Azzurri d’Italia, in zona San Carlo all’Arcella‬. Iniziati ieri i lavori di manutenzione per contrastare degrado‬ e criminalità‬. Alcuni mesi fa sono state rimosse le panchine presenti, spesso utilizzate da balordi per bivaccare, ora il giardino sarà recintato e al suo interno saranno realizzate due nuove aree, una dedicata ai più piccoli e alle loro famiglie, arricchita da nuovi giochi, l’altra dedicata agli amici a quattro zampe. Prevista l’installazione di nuove panchine, di una telecamera all’ingresso e di una illuminazione particolarmente forte che faciliterà la sorveglianza e fungerà da deterrente per gli spacciatori. Un importante intervento di riqualificazione che si inserisce nel progetto ‪”Padova Sicura” che ha l’obiettivo di rendere la città più vivibile, intensificando i controlli e migliorando l’aspetto urbanistico, con la sistemazione di piazze e giardini. Il mio plauso all’assessore Fabrizio Boron.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco‬

PADOVA CITTÀ D’ACQUE: VALORIZZIAMO LE VIE FLUVIALI CON LOCALI GALLEGGIANTI

PORTA PORTELLOVia libera definitivo del Consiglio Comunale alla variante del piano regolatore proposta dal sindaco Massimo Bitonci che prevede la possibilità di costruire strutture che valorizzino i corsi d’acqua e le aree golenali. Sarà quindi possibile allestire manufatti galleggianti da adibire a strutture per il tempo libero ed il ristoro su modello di Amsterdam. Una formula già sperimentata con successo a Cittadella dal 2011. Ogni progetto sarà vagliato dall’amministrazione senza condizioni preliminari e poi votato dal Consiglio. La tutela dei corsi d’acqua e del verde pubblico è un diritto-dovere di tutti ed un tema per cui il Movimento si è sempre battuto in prima linea. Avanti così!

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova

 Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

SONDAGGIO SUL FUTURO PARCO BOSCHETTI: ECCO IL RISULTATO

Risultati sondaggiorid

La scorsa settimana abbiamo lanciato un sondaggio per conoscere l’opinione dei padovani in merito alla nostra proposta di ricavare lo spazio utile per realizzare un’aula studio in uno degli edifici liberty del futuro Parco Boschetti. Il riscontro è stato positivo. L’85% ha espresso parere FAVOREVOLE, ritenendo che la costante presenza degli studenti costituirebbe un ottimo deterrente al degrado e riqualificherebbe ulteriormente la zona. Il 7% si è detto CONTRARIO ritenendo più che sufficienti le aule studio attuali e/o il contesto inadeguato. Infine il 5% ha risposto “NON SO” e il 3%, selezionando la voce “ALTRO”, ha lasciato un proprio commento. C’è chi si è detto favorevole, ma con maggior vigilanza, chi invece ha proposto di abbattere i due edifici (eventualità non possibile in quanto vincolati dalla Soprintendenza) e costruire al loro posto un parcheggio o ampliare il parco. Altri ancora hanno criticato la nostra proposta considerandola inutile o insufficiente a riqualificare l’area, tuttavia occorre sottolineare che la nostra soluzione si inserisce in un progetto più ampio e articolato che comprende la possibilità di realizzare sale riunioni, mostre, ristoranti, bar, ecc…Uno spazio concepito come luogo di incontro, socializzazione e crescita culturale, nonché turistica.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista
Bitonci Sindaco

QUESTION TIME

Edifici liberty

Il Comune di Padova ha indetto un concorso di idee per la progettazione di un parco urbano che sorgerà a Piazzale Boschetti. L’obiettivo è riqualificare un’area di valore storico e paesaggistico importante, situata lungo il fiume Piovego, a pochi passi dalle mura cittadine. I due edifici in stile liberty, vincolati dalla Soprintendenza, saranno adibiti a mostre, sale riunioni, ristoranti e bar. La nostra proposta, suggerita da alcuni studenti, consiste nel ricavare lo spazio necessario per un’aula studio. Che ne pensi? Vai al seguente link e vota il nostro sondaggio: https://www.surveymonkey.com/s/YBS5QTP

PIAZZALE BOSCHETTI: UN NUOVO POLMONE VERDE PER LA CITTÀ

Piazzale BoschettiIl Comune di Padova ha indetto un concorso di idee per la progettazione di un parco urbano che sorgerà a Piazzale Boschetti. L’obiettivo è la riqualificazione di un’area di valore storico e paesaggistico importante, situata lungo il fiume Piovego, a pochi passi dalle mura cittadine. Lo spazio dovrà essere concepito come luogo d’incontro, di socializzazione e di crescita culturale, nonché turistica. In quest’ottica è inoltre prevista la valorizzazione architettonica dei due edifici in stile Liberty, vincolati dalla Soprintendenza, che saranno adibiti a mostre, sale riunioni, ristoranti e bar. Un parco pubblico dalla vocazione ludica e di intrattenimento per le famiglie, i giovani e la popolazione studentesca. Un nuovo “polmone verde” per la città. Il concorso, rivolto a liberi professionisti, si concluderà con una graduatoria di merito e l’attribuzione di un premio ai primi tre classificati per un totale di 10mila euro: 5mila per il vincitore, 2mila al secondo e mille al terzo. Inoltre, sono previsti due premi speciali a titolo di rimborso spese dal valore di mille euro ciascuno. Il termine per presentare la domanda di iscrizione è fissato alle ore 13.00 del 6 marzo.

Per ulteriori informazioni e modulistica visita il seguente link: clicca qui.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

ANCORA IN CAMPO PER UNA CITTÀ VIVA E SICURA!

Elisabetta BeggioIl Movimento del Buonsenso è un comitato di cittadini nato nell’agosto del 2012 con lo scopo di migliorare la città di Padova e la sua vivibilità dopo anni di cattiva amministrazione. Combattere il degrado, studiare una movida integrata al tessuto sociale e restituire il verde pubblico alle famiglie sono da sempre i principali cavalli di battaglia. Per questo ho mappato i parchi indicando quelli frequentabili e quelli invece da riqualificare, ho raccolto oltre 6000 firme per chiedere di rivedere l’orario di chiusura dei locali e realizzato altre iniziative come “Agorà Padova” e il “progetto Aurora”. Avendo però colto i limiti del Movimento che si scontrava con il muro di gomma dell’amministrazione comunale, ho deciso di candidarmi in una lista civica alle ultime elezioni, al fine di operare dall’interno del sistema. Ecco che mi sono battuta in campagna elettorale e, grazie a coloro che hanno creduto in me, sono stata eletta consigliera comunale. Ho scelto la lista “Bitonci Sindaco” perché più di qualunque altra rispondeva alle istanze del Movimento e alla mia visione della città. Grazie a questo nuovo ruolo posso far sentire la mia voce, la nostra voce, all’interno delle istituzioni cittadine, laddove le decisioni vengono discusse, valutate e definite. Ebbene, in questi primi sei mesi qualcosa di importante è già stato fatto: il nuovo regolamento di Polizia Municipale è una realtà che si sta piano piano applicando e che darà i suoi frutti. Certo, non è semplice scardinare un sistema di potere che si è consolidato negli anni a causa di amministrazioni che non hanno agito per il bene della città ma per gli interessi di pochi, tuttavia la strada intrapresa è vincente. A fianco del Sindaco Bitonci, sono certa di poter seriamente contribuire al benessere dei cittadini e sono sicura che, con il vostro sostegno, potrò essere quella voce che si leva dalla piazza e che entra nel palazzo. Non sono e non sarò mai una politica di professione, ma solo una cittadina prestata alla politica per dare il suo contributo. Recentemente ho depositato una mozione per ricordare e celebrare la grande giornalista e scrittrice OrianaFallaci, paladina di libertà e democrazia, individuando, nel territorio comunale, una Via o Piazza o Giardino da intitolare alla Sua persona. Ora sto lavorando ad una interrogazione da sottoporre alla Vicesindaco per sapere a che punto è l’ordinanza che introduce la patente a punti per i bar ed il correlato orario di chiusura per quelli ancora legati alla vecchia ordinanza di Zanonato. Spero vogliate essere ancora al mio fianco per le numerose battaglie che ci attendono per rendere la città viva e sicura. Il Movimento del Buonsenso è sempre pronto a confrontarsi con qualunque soggetto od ente, pubblico o privato. Il supporto, le proposte e le critiche costruttive sono sempre ben accette indipendentemente dalle idee politiche.

Elisabetta Beggio
Presidente Movimento del Buonsenso – Padova
Consigliera Comunale – Lista Bitonci Sindaco

SPADE LASER PER I BIMBI AL PARCO GIOCHI

A tre settimane dalla passeggiata con le mamme organizzata dal Movimento del Buonsenso ai Giardini dell’Arena, mi sento di tentare una verifica.
Dunque, al Comune pare sia giunta notizia che la situazione è seria e ha disposto alcuni provvedimenti.
Leggo sui quotidiani che sono stati confermati tornelli e recinzioni, oltre che sorveglianti a cavallo.

Ai bimbi sarà destinata una zona apposita, severamente sorvegliata affinché gente di malaffare non interferisca con la loro attività ricreativa. Immagino che, una volta entrati, saranno pure accessoriati con spade laser e tutine alla Robocop per metterli nelle condizioni di fronteggiare eventuali situazioni di pericolo.
Avendo una figlia diciottenne ho abbandonato il passeggino da parecchi anni, ma non mi risulta che quelli di ultima generazione siano dotati di equipaggiamento alla 007 per eludere i tornelli.

Lo scopo della passeggiata era sì evidenziare il problema legato ai cattivi frequentatori del Parco, che ricordo si è meritato il bollino rosso, ma soprattutto era quello di suggerire l’avvio di una bonifica attraverso una sana ricreazione che coinvolgesse la cittadinanza.

Niente di tutto questo pare sia nei programmi del Comune.
Niente musica, animatori, chiosco con gelati e merendine; niente palloncini colorati e sensazione di sicurezza. Nascondere la polvere sotto al tappeto non significa risolvere il problema; significa procrastinare e ammettere di non avere un’aspirapolvere.
Voglio vita nei nostri splendidi giardini!
Voglio che sia possibile transitarvi con la bicicletta, con i pattini, a piedi nudi o a piedi scalzi, in piena libertà e sicurezza!
Non voglio muri, sipari, cancelli, telecamere che “spiano” il gioco di bambini innocenti. Non voglio che sia “fin qui e non oltre”… Voglio che la città sia sicura in ogni suo angolo.

Elisabetta

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑